1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. temax

    temax Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, se rivendo la mia abitazione principale dopo due anni dall'acquisto senza riacquistarne un'altra entro un anno, a che sanzioni incorro?
    Per quanto riguarda l'imposta di registro è chiaro che devo restituire le agevolazioni usufruite maggiorate del 30% e degli interessi.
    Ma per quanto concerne la plusvalenza realizzata dalla rivendita?
    Anche su questa dovrei pagare l'imposta del 20% nonostante abbia utilizzato la casa sempre come abitazione principale per tutto il periodo di possesso?
    Grazie a chi volesse offrirmi qualche delucidazione.
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non devi pagare plusvalenze se hai sempre mantenuto la residenza in quell'immobile.
     
  3. Seroli

    Seroli Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non devi pagare plusvalenze se hai mantenuto la residenza in quell'immobile per il 50%+1giorno che l'hai avuta in proprietà.....fai uno storico di residenza in Comune e vai libero ;)
     
  4. temax

    temax Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    quindi uno si ritrova 50.000 euro di plusvalenza e non deve pagare nulla al Ministero delle Finanze.
    Mi sembra quasi incredibile!!
     
  5. Seroli

    Seroli Membro Senior

    Agente Immobiliare
    incredibile ma vero :festa:......se ti avanzano soldi fai un'offerta a Immobilio.it (cioè questo forum).....ci aiuterai ad aiutare gli altri e noi stessi :stretta_di_mano:
     
  6. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Assolutamente vero. Nessuna plusvalenza. Puoi stare tranquillo. Complimenti per i 50.000,00 euro guadagnati senza sforzo.
     
  7. D.Z.

    D.Z. Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    sono d'accordo:soldi::applauso:
     
  8. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ciao ragazzi, scusate l'intrusione, ma se lui non ricompra una casa entro l'anno, e se non erro, non porta la residenza entro 18 mesi dall'acquisto, dovrà corrispondere la differenza d'imposta più la penale del 30%.
     
  9. Seroli

    Seroli Membro Senior

    Agente Immobiliare
    si ma la plusvalenza non ce l'ha, perde i requisiti prima casa di quando compro', quindi dovra' pagare il 7% dell'imposta di registro calcolata sul valore catastale della casa piu' il 30% di penale su quella cifra (sul 7%)....ma la plusvalenza non ce l'ha.
     
  10. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quella è un'altra cosa. La plusvalenza si paga sulla differenza fra prezzo di rivendita e prezzo di acquisto: che in qst caso non c'è perchè è sempre stato residente nell'immobile in oggetto... :stretta_di_mano:
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ti aggiungo un'altra cosa, non ho i riferimenti di legge, ma un notaio te lo dice subito: pagando la sanzione entro un termine breve (mi pare 30gg ma non sono sicurissimo) hai uno 'sconto' sulla sanzione stessa :basito:
     
  12. allberto

    allberto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    si, la plusvalenza lo so che non c'è, l'unica cosa che lui, da quando ho capito, non ha molta intenzione di ricomperare casa e quindi deve mettere in conto che quei "50.000" diminuiranno perché dovrà pagare la differenza d'imposta più il 30%.
     
  13. Gustavo

    Gustavo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao temax,
    Vediamo di ricapitolare:
    (dal sito dell'agenzia entrate) La decadenza dell'agevolazione comporta il recupero delle imposte nella misura ordinaria (al netto di quanto già corrisposto) nonché l'applicazione di una sanzione pari al 30% delle maggiori imposte dovute, oltre gli interessi di mora. Precisamente:
    - il residuo 4% di imposta di registro o il 6% di IVA; (hai comprato da un privato o dal costruttore?)
    - l'imposta ipotecaria del 2%;
    - l'imposta catastale dell'1%.
    Viene applicata, inoltre, una soprattassa del 30% e sono dovuti gli interessi legali del 2,5% dal 1° gennaio 2004, elevati al 3% dal 1° gennaio 2008 e ridotti all'1% dal 1° gennaio 2010.
    attenzione: Il contribuente può sanare il debito con il Fisco se, entro 60 giorni dalla notifica dell'avviso di accertamento, versa le imposte dovute più interessi e soprattassa ridotta ad 1/4 (un quarto).
    Per la vendita della casa entro 5 anni dall'acquisto, oltre al ricalcolo delle imposte con l'applicazione delle aliquote ordinarie ed alla sanzione del 30%, è dovuta la tassazione con aliquota del 20% sulle plusvalenze, ma solo se l'immobile non sia stato adibito ad abitazione principale per la maggior parte del periodo di detenzione dell'abitazione (in questo caso, quindi, tu non paghi).

    Ad ogni modo ti suggerisco di sentire direttamente l'agenzia delle entrate cui fai riferimento poichè potrebbero anche concederti una dilazione (es. problemi di reddito).

    p.s. scusa se te lo domando, ma hai comprato casa e adesso ti soffoca il mutuo? se è così, prova a rinegoziare le condizioni o vedi se trovi una banca che ti fa risparmiare. Con il decreto bersani puoi passare ad altra banca (surroga) gratis. informati
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il contribuente può sanare il debito con il Fisco se, entro 60 giorni dalla notifica dell'avviso di accertamento, versa le imposte dovute più interessi e soprattassa ridotta ad 1/4 (un quarto).


    è a questo che alludevo prima.... :confuso:
    grazie gustavo
     
  15. Gustavo

    Gustavo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
  16. robertobosco

    robertobosco Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ottima e precisa risposta, potremo anche aggiungere cosa accade ove la residenza è stata mantenuta nello stesso comune, ma non nella medesima abitazione principale ?.
     
  17. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per quanto riguarda la plusvalenza, se l'immobile NON è stato adibito ad abitazione principale per più del 50% del tempo intercorso tra l'acquisto e la vendita, la plusvalenza viene tassata. Il contribuente può scegliere se inserirla tra i redditi diversi e quindi far cumulo con gli altri redditi, oppure pagare un imposta sostitutiva del 20% della plusvalenza direttamente al notaio al momento della stipula del rogito definitivo di vendita.

    Per quanto riguarda i benefici avuti in acquisto, ricordo che la PRIMA volta che si acquista usufruendo dei benefici è condizione SUFFICIENTE prendere la residenza entro 18 mesi dal rogito, nel comune ove è ubicato l'immobile, NON NECESSARIAMENTE nell'immobile specifico.
    In caso invece di SECONDO acquisto di "prima casa" per usufruire dei benefici E' NECESSARIO adibire ad abitazione principale l'immobile acquistato e quindi prenderci la residenza.
     
  18. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Una piccola precisazione: in caso di acquisto con IVA NON si deve rimborsare le imposte di registro ed ipo-catastali in quanto pagate in misura fissa in tutti i casi, ma solo il 6% di IVA.
     
  19. Pasquale1

    Pasquale1 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, se fosse possibile vorrei approfondire il discorso relativo alla tassazione delle plusvalenze derivanti dalla vendita di un immobile di tipo residenziale. La normativa di settore stabilisce che per essere esonerati dal pagamento di tasse di qualsivoglia natura è sufficiente, per la maggior parte del tempo intercorso tra l'acquisto e la vendita, adibire l'immobile ad abitazione principale. A mio avviso si percepisce comunque un introito, possibile che questo non venga tassato? In Italia? Tra l'altro è anche semplice come condizione da superare per chi opera con fini speculativi. Grazie.

    Pasquale1
     
  20. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    E' come hanno scritto sopra Pasquale, se risiedi più del 50% del periodo che intercorre tra l'acquisto e la vendita, non c'è nessuna plusvalenza.
     
    A Pasquale1 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina