• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Raf_75

Membro Ordinario
Privato Cittadino
I notai a Roma non rogitano senza la nuova convenzione stipulata tra comune e proprietario a seguito del pagamento dell'affrancazione, qualora lo facesse ricadrebbe in un reato amministrativo, quindi non credo proprio che lo faccia.
 

Francesco958

Membro Ordinario
Professionista
Buongiorno,

....a seguito della legge 17 dicembre 2018 n. 136 (di conversione del decreto-legge 23 ottobre 2018, n.119) mediante la quale sono apportate sostanziali modifiche agli articoli 49-bis, intatto il 49-ter e aggiunto il 49-quater e, successiva delibera n. 116 del 23 ottobre 2018 (verbale n. 57) che ha previsto delle importanti novità in ordine principalmente ai conteggi per il pagamento degli oneri di affrancazione e trasformazione, con la modesta diminuzione di quello relativo all'affrancazione, dunque più basso rispetto al precedente, ma con un aumento smisurato di costi per il riscatto della Proprietà, che arriva addirittura, in certi casi a pentuplicarne il costo...

...si sta verificando in questi giorni, in conseguenza di ciò, il nascere di iniziative atte ad impugnare l'eniqua delibera 116/18 di Roma Capitale.

Vi inserisco un link, il quale contenuto è importante. Leggetelo attentamente.

https://www.romacapitalemagazine.it/attualita/lista-categorie/attualita/caos-edilizia-agevolata-la-nuova-delibera-del-comune-aumenta-la-conflittualita-5166-caos-edilizia-agevolata-la-nuova-delibera-del-comune-aumenta-la-conflittualita
 

seaman

Membro Junior
Privato Cittadino
le tue deduzioni sono corrette, sul modo di operare perlomeno proverei , anche se è una valle di lacrime dal punto di vista della attendibilità, ad effettuare un passaggio al dipartimento. Non è detto che anche se non sei in uno dei 14 piani dove "in teoria" si potrebbe trasformare, non si possa comunque già presentare la domanda anche per gli altri piani e nel momento in cui si sblocca la situazione per tutti e anche per il tuo pdz saresti già in una lista di richiedenti l'istanza. Provar non nuoce. Oltretutto facendo la domanda non è previsto nessun impegno o obbligo di pagare il corrispettivo che ti chiederanno, puoi comunque far scadere i termini e rifare una ulteriore domanda in seguito.
Torno su questa tematica per chiedere un parere. Con immobile parte del piano di zona Madonnetta B8, sarei interessato all'affitto-locazione. Ora, la convenzione riporta al punto B "Determinazione e revisione periodica del canone di locazione" : Per quanto attiene alla determinazione del canone di locazione ed alla sua revisione periodica, si fa espresso rinvio alle norme della legge 27 Luglio 1978 n. 392 ed eventuali adeguamenti e modifiche."
La legge in merito è l'equo canone ed è stata abrogata e in particolare andando a rileggere le modifiche , con la L. 9 dicembre 1998, n. 431 ha disposto (con l'art. 14 comma 4)
l'abrogazione del presente articolo "limitatamente alle locazioni abitative".

Sembrerebbe quindi che mentre per la cessione ci sia il vincolo, per questa convenzione in particolare non ci sarebbero vincoli e quindi nel caso di locazioni l'affrancamento non è richiesto.

E' corretto?
Grazie
S.
 

seaman

Membro Junior
Privato Cittadino
Torno su questa tematica per chiedere un parere. Con immobile parte del piano di zona Madonnetta B8, sarei interessato all'affitto-locazione. Ora, la convenzione riporta al punto B "Determinazione e revisione periodica del canone di locazione" : Per quanto attiene alla determinazione del canone di locazione ed alla sua revisione periodica, si fa espresso rinvio alle norme della legge 27 Luglio 1978 n. 392 ed eventuali adeguamenti e modifiche."
La legge in merito è l'equo canone ed è stata abrogata e in particolare andando a rileggere le modifiche , con la L. 9 dicembre 1998, n. 431 ha disposto (con l'art. 14 comma 4)
l'abrogazione del presente articolo "limitatamente alle locazioni abitative".

Sembrerebbe quindi che mentre per la cessione ci sia il vincolo, per questa convenzione in particolare non ci sarebbero vincoli e quindi nel caso di locazioni l'affrancamento non è richiesto.

E' corretto?
Grazie
S.
Nessun commento?
 

robert50

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Mi è stato notificato oggi dall'Agenzia delle Entate un avviso di liquidazione dell'imposta di registro relativa alla convenzione integrativa per l'affrancazione con eliminazione del prezzo massimo di cessione di alloggio in diritto di superfice stipulata con Roma Capitale nel gennaio 2017. Qualcuno può dirmi se ancora dovuta nella misura del 3% o è sopraggiunta qualche sentenza che la elimina o ne riduce l'importo? Grazie
 

Santi60

Membro Attivo
Professionista
Mi è stato notificato oggi dall'Agenzia delle Entate un avviso di liquidazione dell'imposta di registro relativa alla convenzione integrativa per l'affrancazione con eliminazione del prezzo massimo di cessione di alloggio in diritto di superfice stipulata con Roma Capitale nel gennaio 2017. Qualcuno può dirmi se ancora dovuta nella misura del 3% o è sopraggiunta qualche sentenza che la elimina o ne riduce l'importo? Grazie
C'è la risoluzione 17-E dell'AdE che riguarda, come riportato nelle conclusioni, gli atti attuativi dei piani di edilizia economica e popolare e, quindi, soggetti al regime di favore di cui al citato articolo 32 del DPR n. 601 del 1973 (imposta di registro in misura fissa ed esenzione dalle imposte ipotecaria e catastale). A mio avviso l'atto di Affrancazione dovrebbe rientrare fra questa tipologia (come ci rientra l'atto di Trasformazione regolato dal medesimo art. 31 L. 448/1998), quindi quantomeno un Interpello, prendendo spunto dalla Risoluzione 17-E allegata, lo farei, ipotizzando, appunto, che l'atto di Affrancazione, essendo un'altra delle fattispecie regolate dallo stesso art. di Legge che regola l'atto di Trasformazione e cioè l'art. 31 L. 448/1998 fa parte della stessa casistica di "atti attuativi dei piani di edilizia economica e popolare", si dovrebbe estendere la medesima agevolazione di unica imposta fissa con esenzione di imposte ipotecaria e catastale già confermata per gli atti di Trasformazione da parte della stessa AdE.
Ovviamente quelli di AdE sono capaci di dire tutto ed il contrario di tutto, ma come appiglio la Risoluzione 17-E non mi sembra male ...
 

Allegati

robert50

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Grazie Santi60, purtroppo non riesco a scaricare il documento allegato, mi puoi dare i dati precisi della risoluzione così da cercarla sul sito dell’AdE?
 

Santi60

Membro Attivo
Professionista
Grazie Santi60, purtroppo non riesco a scaricare il documento allegato, mi puoi dare i dati precisi della risoluzione così da cercarla sul sito dell’AdE?
Si tratta di quanto segue:

"RISOLUZIONE N. 17/E
Roma, 16 febbraio 2015
OGGETTO: Interpello - Cessione dal Comune agli assegnatari degli alloggi, di aree già concesse in diritto di superficie – Applicabilità dell’articolo 32 del DPR n. 601 del 1973.
Con l’interpello in esame, concernente l’interpretazione dell’articolo 32 del DPR n. 601 del 1973, è stato esposto il seguente:
Quesito
TIZIA, unitamente ad altri contribuenti, è interessata alla stipula di una convenzione per il trasferimento in proprietà di un’area inclusa nel piano di zona consortile per l’edilizia economica e popolare nel territorio del Comune di … , in attuazione delle disposizioni di cui ai commi 45, 46 e 47 dell’articolo 31 della legge 23 dicembre 1998, n. 448.
La contribuente rappresenta che nell’anno 1988 la cooperativa cui la medesima aderisce, in attuazione del piano di zona consortile per l’edilizia economica e popolare, ha realizzato nel Comune di … un fabbricato ed ha assegnato ai soci, sottoscrittori dell’istanza di interpello, la proprietà superficiaria degli alloggi.
Direzione Centrale Normativa ..."

di cui riporto le conclusioni:

""Per le ragioni esposte, deve ritenersi che gli atti con i quali il Comune di … intende cedere, agli assegnatari degli alloggi, l’area inclusa nel piano di zona consortile per l’edilizia economica e popolare sita nel territorio comunale, possano essere ricondotti tra gli atti attuativi dei piani di edilizia economica e popolare e, quindi, soggetti al regime di favore di cui al citato articolo 32 del DPR n. 601 del 1973 (imposta di registro in misura fissa ed esenzione dalle imposte ipotecaria e catastale)."
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto