1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bettybeloli

    bettybeloli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti, ritorno dopo mesi con una questione famigliare.
    La casa di vacanza è stata costruita sul terreno ereditato in parte da mio padre. Si accede a questa casa da una strada dove inizialmente il nonno aveva dato il diritto di passaggio al figlio (mio padre)in quanto fondo chiuso. Il primo pezzo di strada era del nonno e il secondo pezzo era di suo fratello: la strada cosi' tracciata portava alle loro abitazioni unite. Entrambi avevano costituito servitu' attiva e passiva uno con l'altro con i relativi obblighi di manutenzioni divisi a meta'. Ora queste case sono state ereditate dai fratelli di mio padre e dal figlio del prozio. Noi abbiamo ereditato dal nonno solo il terreno e la nostra strada con servitu' attiva di passaggio donato dal nonno in eredita' poggia sul terreno ereditato dal nonno. Pertanto, se non erro, anche la servitu' attiva è andata a decadere per confusione del fondo. (tutto ns. essendo stato ereditato) Inoltre i fratelli di mio padre che hanno ereditato le case del nonno alla fine della strada hanno ora la servitu di passaggio sull'ultima parte di nostra strada e nel primo tratto la servitu' è sul terreno del figlio del prozio.
    e' un po' ingarbugliata la cosa...
    Il tratto di strada di nostra proprieta' è oggetto di obblighi di manutenzione da parte dei fondi dominanti (cosi' deciso dai fratelli in sede di eredita per atto) ma vorrei sapere se noi dobbiamo concorrere anche alla manutenzione del pezzo alto della strada in virtu' dell'atto stipulato dal nonno con il fratello circa 50 anni fa.
    grazie a tutti

     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Per darti una risposta più consona si dovrebbe leggere quest'atto costitutivo della servitù, poiche a prescindere dai vari passaggi di proprietà, la servitù automaticamente si trasferisce tale e quale a quella iniziale, a meno che non sia intervenuto altro rogito modificativo della precedente.

    Ciao salves
     
  3. bettybeloli

    bettybeloli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie Salves,
    non ho il documento ora con me. Pensavo che le servitu' seguissero gli immobili e i terreni. Noi non siamo proprietari dell'immobile del nonno, in quanto ereditati da altri ma solo proprietari del terreno ereditato gravato dall'inizio da servitu' di passaggio (attiva e passiva). Cosa pensi di questo? Se la servitu' iniziale fosse cambiata con degli atti notarili dovrebbe essere indicata sui passaggi degli immobili o su quella dei terreni? grazie
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Infatti è quello che ti ho detto, le servitu seguono gli immobili cosi come sono state stipulate all'inizio, quindi chiunque subentra nelle proprietà anche se subiscono divisioni, acquisisce la servitù costituita.

    Per quanto riguarda la ripartizione delle spese la stessa costituzione di servitu dovrebbe avere trascritto la modalità, in questo caso se tale modalità non era coerente a quanto in diritto di proprietà venutasi a creare in riferimento alle quote di proprietà divisa, gli aventi diritto alla servitù ed alle proprietà, di comune accordo avrebbero potuto trascrivere nuova servitù con relative nuove modalità di ripartizione.

    Adesso se tu vuoi sapere la modalità di ripartizione la dovrai ricercare in queste trascrizioni di servitù o quella inizialeo e/o quella ritrascritta.

    Adesso non so se sono stato più chiaro, in caso chiedi nuove delucidazioni.

    Per ritrascrivere una nuova servitù o ritrascrizione della modalità di ripartizione se non si modifica la ripartizione della parte che usate entrambi, ma solo la parte che usano loro in cui tu on hai diritto di passaggio, non occorre che ti avvisino delle volontà di cambiare quanto, e neanche a te interessa, tu ti regolerai con l'atto costitutivo iniziale, invece se hai diritto anche in quell'altra parte di servitu di passaggio, allora saresti dovuto intervenire alla trescrizione della nuova servitù.

    Tale servitù possono essere indicate mediante gli estremi dell'atto costitutivo o se si trova allegata in qualche altro rogito precedente, quindi vedi il rogito iniziale se tratta tali dati o vi è allegata.

    Dovrai attivarti alla ricerca storica tramite notaio se ancora esercente o archivio notarile.

    Ciao salves
     
  5. bettybeloli

    bettybeloli Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie Salves per la tua disponibilita'.
    Pertanto in breve, chi eredita gli immobili ha la servitu attiva sul terreno. Noi avendo il terreno dove è posizionata la prima parte della strada, sul quale inizialemente c'era la servitu' attiva e passiva insieme del nonno e prozio (che abitavano entrambi gli immobili) siamo solo fondo servente dovendo dare a tutti il diritto di passaggio. Quindi salvo verifiche anche la manutenzione spetta solo per il nostro tratto di strada, con terreno di proprieta'.

    grazie ancora
    Elisabetta
     
  6. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se sei solo servente non devi partecipare alla mutenzione degli altri tratti nei terreni dominanti.
    I dominanti devono pagare la manutenzione del tuo tratto, integralmente se tu non usufruisci per il passaggio, con il tuo contributo se ne usufruisci anche tu.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina