1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Christian79

    Christian79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,

    abbiamo acquistato un'immobile tramite agenzia, proposta di acquisto appena accettata. Le clausole erano, fino a poche ore fa, 20 ottobre 2011 per il compromesso, e data del rogito entro il 31 dicembre.

    Oggi la mia agente immobiliare mi ha telefonato dicendomi che l'impresa al quale stiamo acquistando la casa
    ha accettato tutto quanto, ma chiede, " per ragioni fiscali" di spostare la data del rogito nell'anno nuovo, il 5 gennaio o a febbraio.
    Perchè?
    Cosa cambia per loro rogitare nel nuovo anno?
    e a noi che acquistiamo?

    se rifiutiamo e vogliamo rigitare entro l'anno, possono non venderci la casa o farci pagare di più?
    Grazie per le eventuali risposte.
    Christian.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non mi viene nessuna esigenza particolare in mente.
    Se nella proposta che hanno controfirmato ed accettato è chiaramente scritto la tua data per il compromesso e per il rogito, sono loro che si devono attenere a quella data e se non la rispettano saranno inadempienti, tralatro nuovi accordi annullano la tua proposta che non ha valore alcuno , io cercherei di sapere e capire i reali motivi ed eventualmente rifarei la proposta. Fabrizio
     
  3. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    esigenze puramente fiscali..... può darsi, ma è così, che la società ha già un alto reddito per il 2011 e quindi preferisce spostare il tutto nel 2012.
    A te non ti cambia nulla!
    Possono tranquillamente anche avendo firmato una proposta con data ultima il 31 dicembre 2011, spostare il tutto a gennaio 2012, per vari motivi, e tu non puoi fare niente!!!!
     
    A gcaval e frmrudy piace questo messaggio.
  4. Christian79

    Christian79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie anche a te per la risposta.
    Comunque non è i 6-7 giorni di ritardo che mi preoccupano, no di certo, volevo solo capire se è giusto oppure no. Se ero io a deciderlo, andava bene uguale ?
     
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Scusa Antonio, posso essere in accordo con te per le esigenze fiscali, anche se suonano strane , ma per la data... allora la proposta a cosa serve, se ne cambi i termini a tuo piacimento a cosa serve indicarla. Fabrizio
     
  6. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    carissimo fabrizio,
    che termini ultimo è indicato nella proposta! entro e non oltre.... termini essenziale..... termine essenziale e perentorio... e altro....... e comunque qualsiasi termine è specificato, spostare la data di qualche giorno o settimana non succede niente, scocciature, ma non più di tanto!
     
    A massimoca piace questo elemento.
  7. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E dove sappiamo che c'è scritto " termine ultimo e perentorio"? Senza contare la nullita della proposta che rimanda ad un compromesso e non solo se escludiamo la nullità perchè la collega ha formulato una proposta proposta semplice che deve rimandare ad un compromesso, il cambiamento della data rientra ancora nella trattativa ed in quanto tale ... deve essere rifatta la proposta oppure si decide di inserire in compromesso la data cambiata , però secondo me restano i dubbi di prima. Fabrizio
     
  8. Christian79

    Christian79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si Fabrizio, la mia agente, mi ha detto che in tal caso sarebbe inserita una postilla contenente la nuova data del rogito.

    Ripeto che comunque non mi crea nessun problema rogitare una decina di giorni dopo, volevo solo essere sicuro di non trovarmi sorprese per delle sciocchezze.
     
  9. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    L'atto segue il compromesso, la proposta non ha più valore, è se sul compromesso c'è scritto entro il 31 dicembre termine ultimo perenterio essenziale categorico impegnativo improrogabile inflessibile tassativo e altro mettici quello che vuoi... ma se una delle parti vuole spostare l'atto di qualche giorno o settimana, che ci fai?!?! NIENTE :affermazione: :^^: :^^:
     
  10. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Bon... ma nel compromesso. fabrizio;)
     
  11. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    siamo agenti immobiliare non dobbiamo avere incertezze e dubbi :affermazione:
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Credo anch'io che siano problematiche fiscali per la società venditrice, al fine di pagare meno tasse nell'anno in corso.

    Non ci vedo niente di straordinario.
     
  13. Christian79

    Christian79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie mille ragazzi per le vostre risposte.! Buona serata a tutti!.
     
    A Antonio Troise piace questo elemento.
  14. Greta Phlix

    Greta Phlix Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    l'unico rischio che vedo per l'acquirente è che potrebbero cambiare le condizioni di un eventuale mutuo che a volte per i contratti conclusi entro il 31 dicembre sono favorevoli visto che le banche, contrariamente al costruttore, vogliono fatturare il più possibile
     
  15. Christian79

    Christian79 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Capisco. Ah, un'altra cosa....

    In teoria, un immobile costruito da oltre 4 anni, dovrebbe se non sbaglio essere esente dal pagamento dell' I.V.A....

    Il commercialista dell'impresa insiste che la dobbiamo pagare....
     
  16. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La teoria non esiste sulle tasse:affermazione: o c'è o non c'è l'IVA :ok:

    Acquisto da imprese

    Chi acquista casa da impresa "costruttrice" o "ristrutturatrice" entro 4 anni dalla data di ultimazione dei lavori, dovrà pagare:
    - l'IVA ridotta al 4% (invece che del 10%);
    - le imposte di registro, ipotecaria e catastale, in misura fissa pari a 168 euro ciascuna.
    In tal caso, la legge impone che nel rogito notarile venga inscritto l'esatto prezzo pattuito e che devono essere riportati le modalità di pagamento (estremi assegni, bonifici o altre modalità) e i dati identificativi e le modalità di pagamento dell'agente immobiliare eventualmente utilizzato.

    Qualora la vendita venga effettuata da impresa non costruttrice, oppure costruttrice o ristrutturatrice, e la cessione avviene dopo 4 anni dall'ultimazione dei lavori, per la compravendita sono dovute:
    - l'imposta di registro con aliquota del 3%;
    - le imposte ipotecaria e catastale di 168 euro ciascuna.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina