1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. luberto

    luberto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buonasera,
    abito in un condominio, all'ultimo piano. L'appartamento ha una terrazza a livello che copre parzialmente le unità sottostanti. L'appartamento, come quello a fianco, è stato coperto nel 1970 con moduli in eternit. La superficie totale del tetto è circa 250 mq. Il condominio è composto di 8 unità, 5 delle quali di un unico proprietario, che abita altrove ed ha oltre 700 millesimi.
    Tale proprietario non intende sostenere le spese per il rifacimento del tetto o quanto meno quelle per metterlo in sicurezza con trattamenti ad hoc dei quali ho sentito parlare.
    Domando: ci sono delle norme che possano obbligare il nostro ad acconsentire ai lavori?.
     
  2. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Di leggi che obbligano allo smaltimento dell'eternit e della sua messa in sicurezza ce ne sono a iosa.
    Basta che googli e ne trovi una marea. Guarda quelle della tua regione. Tra l'altro in alcuni casi mi sembra ci sia la possibilita' di detrazioni e contributi, ma solo se lo fai volontariamente, non sotto "multa" delle autorita' che ti hanno obbligato.
    Poi ditegli che se entro -tot- non provvede, gli manderete l'ASL o l'ARPA con il "solo scopo" (ma quanto siete buoni...):maligno: di verificare che "tutto sia a posto". Se e' tutto OK, no problem.

    Glielo apriranno ad ombrello...

    Rimpiangera' il non averlo fatto prima...

    Se poi accetta, consigliategli di evitare trattamenti ed incapsulamenti. Prima o poi (la regione Lombardia penso sia su questa strada) obbligheranno a rimuovere anche quelli messi in sicurezza.
     
    A STUDIO MAROCCO piace questo elemento.
  3. Esatto, c'è l' obbligo di smaltimento dei rivestimenti in Eternit e, a seconda della regione in cui abiti, multe di importo importante se non si adempie a tale obbligo. Basta che ti rivolgi alla Asl di competenza o all' Arpa e ci pensano loro a far cambiare idea al condomino restio.
     
  4. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Aggiungo anche che tale intervento non si tratta di "manutenzione ordinaria" o "manutenzione straordinaria", ma di messa a norma ed in sicurezza dell'edificio e in quanto tale OBBLIGATORIA. L'assemblea puo' solo scegliere CHI fara' l'intervento e al massimo COME, una volta che un tecnico abilitato avra' dato (se ci sono...) alternative. NON PUO' decidere di non farlo, a meno che non decida di sobbarcarsi le sanzioni che in caso di controlli scatteranno. A questo punto, si potrebbe indire una assemblea con cui quello che ha la "maggioranza" si assume al piena e completa responsabilita' della non messa a norma dell'edificio e ne sosterra' le eventuali spese che deriverebbero al condominio per il suo rifiuto (comprese le assicurazioni, che per un palazzo "non a norma" potrebbero decidere di non pagare... si attaccano a tutto...).
    Ma l'amministratore, che in quanto responsabile della sicurezza e' quello che, per cosi' dire, "andrebbe in galera", non dice nulla??:shock:
     
    A STUDIO MAROCCO piace questo elemento.
  5. appunto....io fossi al suo posto mi farei sentire
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Provo ad elencare le domande poste da Luberto, e riassumo le risposte:
    1) Può il comproprietario con 700 m/m sottrarsi alla spesa di rifacimento tetto? NO.
    2) Può il medesimo, non dando l'assenso ai lavori, impedirne l'esecuzione volontaria? Direi di SI
    3) Può la minoranza far verbalizzare il proprio dissenso e imputare la responsabilità delle conseguenze civili, penali ed economiche al dissenziente maggioritario? DEVE.
    4) Può l'ASL ordinare il rifacimento dl tetto? Si, ma solo se tecnicamente risulta in manifesto stato di degrado.

    Detto questo, in Lombardia c'è un piano amianto che prevede la bonifica entro un paio d'anni circa, graduato secondo lo stato ed i volumi: bisogna però anche dire che la relazione annuale sull'andamento delle bonifiche registra un macroscopico ritardo, mancanza di siti di smaltimento dimensionati per accogliere tutti i volumi di amianto censiti, e soprattutto la mancata, ad oggi, bonifica delle aree più compromesse (ex fabbrica eternit ed altre zone industriali) che sarebbero di competenza proprio della regione.
     
  7. ghouse

    ghouse Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Quesito: immobile venduto in luglio 2011 con tettoia (privata) in eternit e tutto il resto a posto. Un condominochiede adesso che venga rimossa la copertura in etrnit. Il precedente proprietario è coinvolto?
     
  8. Luigi PROIETTI

    Luigi PROIETTI Membro Attivo

    Altro Professionista
    Tutti i proprietari in possesso di un immobile, in cui sono presenti materiali contenenti amianto, come l'Eternit, hanno l'obbligo per legge di effettuare una rimozione dell'amianto. Si tratta infatti di un minerale estremamente nocivo all'uomo, che provoca tumori e malattie croniche all'apparato respiratorio.
    La legge italiana, così come quella di altri paesi, ne ha vietato persino l'estrazione.
    Lo smaltimento dell'Eternit è obbligatorio secondo il Dlgs. 257/1992, che ha stabilito gli obblighi sia per gli enti pubblici che per i privati, riguardo gli immobili con presenza di materiale contenente amianto (Decreto legislativo 257/2006 e P.R.A.L. del 17-01-2006)
    Comunque vedete che ogni regione tiene i suoi finanziamenti per la rimozione.
     
    A STUDIO MAROCCO e Marco Giovannelli piace questo messaggio.
  9. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Concordando sull'obbligo di smaltimento, vorrei far presente che se le lastre di eternit sono integre non sussiste nessun pericolo per la salute.

    Quelle incapsulate poi...

    Diciamo che proprio in Lombardia c'è un bel business legato alle aree dove deve essere poi depositato l'eternit rimosso.... siamo alle solite
     
  10. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Difficile vederne in buono stato dopo 30-40 anni di intemperie.
    Quelle incapsulate, poi, ogni 2 anni occorre verificare la efficienza della verniciatura/incapsulamento. E c'e' sempre il rischio che un giorno o l'altro ti obblighino a togliere tutto omunque.
    Non solo il Lombardia c'e' il business... La prossima volta che passi sopra/sotto un cavalcavia e guardi le massicciate... pensa cosa puo' esserci "dentro"... e se ci fosse dell'amianto sarebbe la cosa piu' "sana" che c'e'....:shock: Santa Giulia docet...
     
  11. luberto

    luberto Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ho convinto anche un altro condomino di minoranza: ci attiviamo. Ringrazio per le considerazioni sopra espresse.
     
    A Alessandro Frisoli piace questo elemento.
  12. anna.laura

    anna.laura Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ma quali sono gli estremi di legge a me hanno detto il contrario non sussiste nessun obbligo se non in presenza di rotture o fratture evidenti. Ero (prima) vicino 50m. a tre tetti eternit. quando ho realizzato ho fatto segnalazione comune che l'ha girata all'arpa la quale mi ha risposto che nessuno privato ha tale obbligo vale solo in Piemonte?
     
    A dormiente piace questo elemento.
  13. ilarioxxx

    ilarioxxx Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve Luberto, io ho avuto un caso analogo al tuo, ma era una copertura di garage difronte il mio terrazzo, anche da me cerano 2 condomini che non volevano affrontare la spesa, ma dopo varie assemblee hanno dovuto cedere per legge, e abbiamo deciso di procedere ognuno con le proprie richieste di preventivi per la bonifica, io ho fatto la richiesta a ****************** e 4 aziende della mia zona mi hanno contattato per un sopralluogo gratuito, molto efficienti, hanno scelto il mio preventivo e abbiamo fatto il lavoro. Prova è gratuito
     
    Ultima modifica di un moderatore: 3 Giugno 2015
  14. anna.laura

    anna.laura Membro Junior

    Privato Cittadino
    qui in Piemonte non vige obbligo bonifica al massimo a seguito segnalazione cittadino effettuano sopralluogo, redigono stato degrado e indice pericolosità con degli algoritmi e se proprio la situazione non è da catastrofe non succede niente anche perchè i lavori sono a carico dei proprietari i quali se anziani non gliene.... tanto ci vogliono 30-40 anni per il mesotelioma.
    Addirittura per quanto mi riguarda ho saputo che la mia segnalazione non avrà seguito in quanto trovandosi il tetto in alto (case popolari alte 5 piani) l'arpa non ha i mezzi per raggiungere in sicurezza la copertura e il comune non fornisce quindi dovrò affidarmi alla divina provvidenza io e chi lì dentro ci vive....
    Tra l'altro nella mia, come in altre, cittadina ci sono parecchie coperture con amianto anche in edifici pubblici ma la cosa non sembra destare preoccupazione.
    Il problema è che da più fonti ho appreso che già dopo 15,20 anni i tetti si usurano per l'esposizione agli agenti atmosferici (pioggia acida, vento gelo ecc...) e non capisco come si possa dichiarare che tali coperture siano ancora efficienti e non pericolose anche perchè adesso tutte cominciano ad essere molto vecchie.
    La normativa che dice che non sono pericolose se non tagliate, abrase ecc.. risale al 1992 dunque.

    solo se degradato qui inpiemonte

    Sapete qualcosa per il piemonte?
    Vicino casa mia atc eternit ordinanza rimozione zntro sei mesi ma dice un giornalista se non si da seguito ordinanza il tetto rimane li dov'e' senza problemi sanzioni....help!
     
    Ultima modifica di un moderatore: 16 Ottobre 2015

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina