• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tonoblu

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera. Scrivo per avere qualche dritta, approfittando degli esperti del forum. L’anno scorso ho comprato un appartamento con garage in un condominio. all interno di detto garage c’è una servitù di passaggio pedonale (da rogito) che permette ad un mio vicino proveniente da un cortile comune di passare per la mia autorimessa per raggiungere il suo giardino. In garage io ho quindi una porta finestra che da sul suo giardino, porta che non apro mai naturalmente ma che essendo vetrata è L unica fonte di luce naturale del mio locale. Due giorni fa tornando dalle vacanze ho visto che il vicino sta facendo installare una tettoia lungo tutto il muro esterno perimetrale a copertura del giardino, montata contro il muro, che passa ininterrottamente anche sopra alla porta finestra che dal mio garage va nel suo giardino calandomi con evidenza la luce naturale che avevo all’interno e costringendomi ad usare sempre La luce elettrica. Vorrei sapere se ciò che sta facendo è giusto o meno e come eventualmente muovermi. Grazie
 

Evi.3

Membro Junior
Privato Cittadino
A naso direi che non puoi opporti, in assenza di servitù dubito avresti una porta-finestra nell autorimessa, che comunque essendo pertinenza non abitabile, non deve sottostare al RAI dei locali abitabili
 

Tonoblu

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
A naso direi che non puoi opporti, in assenza di servitù dubito avresti una porta-finestra nell autorimessa, che comunque essendo pertinenza non abitabile, non deve sottostare al RAI dei locali abitabili
Grazie della risposta. Specifico che il condominio una volta era una casa unica. I vecchi proprietari hanno poi fatto delle spartizioni fra di loro suddividendo catastalmente i vari appartamenti e le proprietà. Vale a dire che quella porta c è sempre stata, anche quando le servitù non erano state create. Potrebbe cambiare qualcosa?
Mentre per il discorso RAI locali abitabili stai dicendo che essendo garage non sono necessari requisiti di luminosità, ho capito bene?
 

il_dalfo

Membro Assiduo
Professionista
Sicuramente è preferibile la risposta di un tecnico di zona.

Nel frattempo mi chiederei:
- Le facciate dello stabile sono di proprietà comune od ognuno è proprietario delle stesse solo per la porzione d'immobile dei singoli che queste vanno a toccare?
- Esistono regolamentazioni sulle distanze per il tipo di manufatto? In caso queste sono state rispettate o meno?
- Il manufatto è liberamente realizzabile o necessita di permessi? Se son previsti permessi, questi sono stati ottenuti? Se ottenuti, posso impugnare gli stessi per la diminuzione dell'insolazione? (le autorizzazioni di solito sono subordinate ai diritti di terzi)
 

Tonoblu

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Sicuramente è preferibile la risposta di un tecnico di zona.

Nel frattempo mi chiederei:
- Le facciate dello stabile sono di proprietà comune od ognuno è proprietario delle stesse solo per la porzione d'immobile dei singoli che queste vanno a toccare?
- Esistono regolamentazioni sulle distanze per il tipo di manufatto? In caso queste sono state rispettate o meno?
- Il manufatto è liberamente realizzabile o necessita di permessi? Se son previsti permessi, questi sono stati ottenuti? Se ottenuti, posso impugnare gli stessi per la diminuzione dell'insolazione? (le autorizzazioni di solito sono subordinate ai diritti di terzi)
Buonasera e grazie per la risposta.
- le facciate sono di proprietà comune, anche se di fatto la parete esterna in questione è praticamente esclusiva e non visibile da nessuno che non entri nel giardino del vicino
- le regolamentazioni per distanze minime non so se ci sono e dove si trovano. Ho letto qua e là che si parla di misure dai 1,5 ai 3 mt. Comunque questa struttura è stata ancorata al muro.
- i permessi , attualmente non ne so niente, anche perché è successo da qualche giorno e prima di andare a parlare col vicino vorrei essere sicuro di avere qualche voce in capitolo.
 

il_dalfo

Membro Assiduo
Professionista
Se ho capito giusto siete nello stesso fabbricato (così non fosse: ravvisami sull'eventuale errore)

Se le facciate sono in comune, personalmente, gradirei che il mio condomino mi avvisasse sulle modifiche che intende apportare alle stesse, di modo da stilare insieme un nulla osta od un accordo relativo alle responsabilità di chi e perché, qualora ci fossero illeciti. Questo onde evitare di venir sanzionato anch'io (se possibile) per qualcosa che non ho commesso.
 

Tonoblu

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Sí, siamo dello stesso fabbricato.
Per quanto riguarda il comunicare agli altri condomini l’installazione di una tettoia su una facciata sí, sarebbe giusto e doveroso, ma tant’è. La cosa che mi preme di più è quel senso di soffocamento e mancanza di luce causato dalla tettoia. Inoltre a guardare fuori non vedo più il panorama lontano, gli alberi ecc. Ricordo se può servire che il garage è fuori terra, non è sotterraneo.
C’è qualcuno che mi può dare altri pareri?
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
> diritto di veduta in appiombo da parte di chi abita sopra la tettoia.
> eventuale titolo edilizio del caso per la sua regolarità edilizia
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
Se ho ben capito la porta dava su una parte che era condominiale ed è poi diventata giardino privato. In questo caso, se non ci sono scritture che dicano diversamente, mi pare che la tettoia costituisca un aggravamento della servitù e quindi occorra il consenso del proprietario del garage. Bisogna verificare le proprietà come erano al momento della costruzione della porta, se erano due proprietà diventa difficile ostacolare la costruzione della tettoia a parte verificarne la regolarità edilizia.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Per prima cosa si deve verificare che la costituzione della tettoia sia parte di un procedimento edilizio, poi se la risposta è affermativa si deve andare a parlare col tecnico dirigente che ha autorizzato questo intervento lamentando il danno del terzo proprietario della parte comune (facciata) del condominio..... Se non vi è titolo edilizio, vai direttamente ai vigili per controlli su abusi edilizi e hai gioco facile..... Per capire in quale caso ti ritrovi basta vedere se vi sono cartelli per il cantiere o meno.

Comunque prima di tutto chiederei lumi alla persona che ti sta costruendo una tettoia nel cavedio.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
mi pare che la tettoia costituisca un aggravamento della servitù
per quali morivi parli di aggravamento della servitù ?
la servitù consiste nel transitare nel box, attraversare poi la porta per giungere ad un giardino interno.
La tettoia grava sopra la porta .......e collegata alla parete esterna presumibilmente comune, quindi il tutto non ha nulla a che vedere con l'esercizio della servitù !!!!
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
si deve andare a parlare col tecnico dirigente che ha autorizzato questo intervento lamentando il danno del terzo proprietario della parte comune (facciata) del condominio.....
Non può lamentare tali circostanze con il tecnico comunale, per due motivi:
1) se la facciata è comune, ai sensi del 1102 CC il condòmino può far uso della facciata (anche appoggiandoci tettoia) a condizione che non lede il diritto di altri di fare parimenti.
2) trattandosi di presunto danno della facciata dobbiamo entrare nell'orbita del decoro architettonico, e in questo contesto l'interessato non potrà lamentare nulla con l'ufficio comunale ma di contro lo potrà fare nelle sedi opportune.
Vale a dire ricorrendo al giudice di merito, che si esprimerà a sua discrezione sulla lesione o non lesione del decoro.

L'interessato dovrà agire in questo contesto (giudice) anche qualora decida di lamentare la riduzione di aria e luce.
Concordo che, intanto, è da verificare se esiste un titolo di natura edilizia che lo legittima a realizzare.
 
Ultima modifica:

Tonoblu

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
grazie a tutti per le risposte. È vero, dovrei sapere se la tettoia è regolare e il progetto depositato, ma se volessi far pesare al vicino la riduzione di luce a prescindere dal progetto, avrei la ragione dalla mia? Considerando i fatti, e cioè: porta vetrata che serve al vicino a sfruttare la sua servitù sulla mia proprietà e contemporaneamente da luce al mio garage.
Io posso pretendere che la tettoia venga smontata da sopra la porta finestra? Grazie
 

il_dalfo

Membro Assiduo
Professionista
Io posso pretendere che la tettoia venga smontata da sopra la porta finestra?
Penso che sia improbabile riuscire a darti una risposta definitiva senza aver visionato la cosa "dal vivo" (carte e sopralluogo).
Potresti valutare anche una via di mezzo, ovvero chiedi al vicino se vuole:
- togliere la tettoia solo nel tratto della portafinestra.
- installare all'altezza della portafinestra una tettoia trasparente (qualcosina di luce te la toglie sempre, ma è sicuramente meglio che avere un oscurante)
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
da questi contesti non è ancora chiaro sino a che punto la tettoia copre il giardino.
> la tettoia poggia sulla facciata, ma la stessa è anche ampia quanto lo stesso giardino ? ossia superficie tettoia = superficie giardino
poi essendo un giardino: quale sarebbe l'utilità di coprirlo, eventualmente per intero ?
 

Tonoblu

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Esatto, se vuole. Perché avendomelo già fatto trovare fatto immagino che non voglia tirarlo via, nè tantomeno tagliarlo a metà per interromperlo sulla finestra..
E se non vuole? Ho il diritto di avere la luce se ho una finestra sulla sua proprietà? Non è una servitù che io ho acquisito con il rogito?
 

Tonoblu

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
da questi contesti non è ancora chiaro sino a che punto la tettoia copre il giardino.
> la tettoia poggia sulla facciata, ma la stessa è anche ampia quanto lo stesso giardino ? ossia superficie tettoia = superficie giardino
poi essendo un giardino: quale sarebbe l'utilità di coprirlo, eventualmente per intero ?
La tettoia è profonda meno della metà della profondità del giardino, che sarà 5 mt circa L’utilità probabilmente è avere privacy sul marciapiede visto che ci sono piani sovrastanti.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
A mio modo di vedere la cosa, hai fondo servente per quanto riguarda la servitù di passaggio ma hai anche fondo dominante per quanto riguarda la luce, dato che la porta finestra è di certo una luce. Puoi far valere questo tuo diritto, che poi è quanto lamenti che ti sia stato tolto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

manukka ha scritto sul profilo di John S..
john S. ho bisogno di parlarti sto in una situazione simile alla tua mio padre finge volere aiutare e vuole vendere casa . lui non si é mai interessato scrivimi su facebook ok? https://www.facebook.com/manuela.amari.92
StefyC88 ha scritto sul profilo di Fran77.
Certamente! Senza problemi mi puoi contattare in privato, non ti nego che conosco il Salento, anche perché sono Pugliese, più specificatamente di Foggia, ma vivo a Roma, quindi sarebbe magnifico se potessimo collaborare insieme. Aspetto tue notizie! A presto
Alto