1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lucentsound

    lucentsound Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve a tutti,vi illustro concisamente i fatti per chiedere gentilmente un vostro parere prima di agire avventatamente.
    Queste le premesse:

    1) A settembre 2010 stipulo,in qualità di locatore (come impresa individuale emetto fattura), un contratto di locazione commerciale per un ufficio con la durata tipica di 6 +6 anni, con rate mensili di importo pari a € 1.000,00+IVA da corrispondere anticipatamente entro il 5 del mese;

    2) Il conduttore,lo cito per completezza,è una società per azioni (spa con € 200.000,00 di capitale i.v.);

    3) Nel contratto inserisco,come garanzia,
    3.1) il rilascio di una fidejussione assicurativa a prima richiesta con durata annuale da rinnovare di anno in anno (pena la risoluzione del contratto) per un importo di € 12.000,00 a copertura dei canoni e per un importo di € 3.000,00 in sostituzione del deposito cauzionale ( l’importo totale della fidejussione è pertanto di € 15.000,00)
    3.2) un assegno di € 5.000,00 non trasferibile e senza data come garanzia accessoria (in realtà credo che il termine non sia corretto) che avrebbe dovuto avere la funzione di essere portato all’incasso per compensare le eventuali lungaggini per avere il pagamento da parte dell’assicurazione in caso di morosità.

    4)Abbiamo stabilito , dovendo effettuare dei lavori interni, che la corresponsione del canone iniziasse da gennaio 2011


    Fatte queste premesse adesso (8 marzo) mi trovo nella situazione che l’inquilino ha pagato solo la mensilità di gennaio e risulta moroso per febbraio e da pochi giorni anche per marzo ( quindi 2 mesi)

    Vi chiedo,mi conviene,se la situazione non si risolvesse bonariamente portare all’incasso l’assegno o attivare la fidejussione?
    Grazie mille a tutti.
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dovresti attivare la polizza controllando prima di quante mensilità può essere scoperto il conduttore.
    Se la compagnia di assicurazione tarda ad erogare il pattuito, allora puoi utilizzare l'assegno.
     
  3. lucentsound

    lucentsound Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Ciao Antonello,grazie per la risposta.

    Ho interpellato telefonicamente la compagnia assicurativa la quale, in poche parole e a dire il vero senza essere molto chiarificatrice, mi ha detto che in caso di attivazione mi spetterebbe un importo pari alla differenza tra l’ importo coperto e canoni versati dal contraente (il conduttore).
    Però quello che non riesco a capire da profano è questo: supponiamo che io attivi la fideiussione oggi che l’inquilino risulta moroso di due mensilità.
    A questo punto l’assicurazione mi rifonde le due mensilità oppure l’intero importo (nel mio caso 12.000) meno la mensilità pagata di gennaio?
    Ed inoltre,cosa succede a quel punto al rapporto con il conduttore? Decade il contratto ?

    Grazie ancora.
     
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Le due mensilità.

    Indubbiamente i rapporti si deteriorano ma il contratto non decade.
    Se l'assicurazione paga tutto procede come da contratto.
     
  5. lucentsound

    lucentsound Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Quello delle due mensilità è ciò che pensavo anche io.

    Però mi ha fatto pensare questa affermazione dell’assicurazione: “ se lei attiva una volta la fideiussione non la può riutilizzare una seconda volta” ?

    A me sembra un assurdo: se ad esempio l’ente mi eroga le due mensilità e poi il conduttore continua ad essere moroso io non riesco più ad ottenere l’importo di copertura garantito?

    Forse allora sembrerebbe più ragionevole l’altra interpretazione:mi danno l’intero importo meno i canoni già versati.
     
  6. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se l'assicurazione ti rimborsa e poi fa decadere la polizza, sicuramente clausola prevista nel contratto, metti in mora il conduttore tramite il legale.
    Hai previsto la cessazione del contratto per mancato pagamento dei canoni?
    Il tuo ragionamento che l'assicurazione paghi per un sinistro mai avvenuto non rispecchia la deontologia di una compagnia di assicurazione.
     
  8. lucentsound

    lucentsound Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Si Antonello,la risoluzione l'ho prevista:

    "Il mancato pagamento anche di un solo canone è causa di risoluzione ipso jure del contratto per fatto e colpa del conduttore"

    Pero' non mi è ancora chiaro l'importo che l'assicurazione deve erogare in caso di attivazione: la clausola che il rimborso fa decadere la polizza non c'è......poi dovrebbe essere un rimborso parziale
     
  9. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Neppure scritto in caratteri piccolissimi?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina