1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. tommics

    tommics Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Abito in un piccolo paesino e ho ereditato due case dei miei nonni accatastate con rendita A/6.
    E' vero che tale rendita catastale deve essere variata in A/4 ( o altra ) " ENTRO LA FINE DEL CORRENTE ANNO " pena sanzioni pesantissime ?
    Se sì, potreste indicarmi i riferimenti normativi ?
    E se io non facessi niente, a che cosa andrei incontro con il Comune o con il fisco ?
    E' il caso che aspetti ancora o devo provvedere alla variazione.
    In attesa di un Vs. autorevole esaustivo parere, ringrazio e saluto cordialmente.

    P.S. Aggiungo che su queste due case non è stata fatta mai alcuna modifica strutturale, tranne la sostituzione del vecchio pavimento in mattoni di terracotta negli anni 60.
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Da quale fonte hai avuto questa notizia?
     
  3. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Questa scadenza è una delle ennesime proroghe che sono state concesse dall'Agenzia del Territorio da alcuni anni a questa parte per regolarizzare i fabbricati accatastati con Cat. A6 (fabbricati rurali) nel centro abitato.
    Chi si trova in possesso di fabbricati con questo classamento deve provvedere al più presto alla variazione catastale, pena sanzioni pesanti e soprattutto la variazione apportata d'ufficio a costi salatissimi.
    Il fatto che sulla casa non siano mai state effettuate modifiche non c'entra nulla con questo obbligo.
    La Cat. A6 è tra quelle agevolate, una volta si usava dare questo classamento per ridurre al minimo le imposte sul fabbricato; ora molti di questi fabbricati hanno perso il loro carattere di ruralità trovandosi nei centri storici o nelle periferie dei centri abitati e pertanto devono essere adeguati alle mutate condizioni.
    Conviene quindi rivolgersi ad un tecnico del posto e far procedere alla variazione catastale.
    Non conosco nello specifico la normativa, so solamente che nel mio paese e nei dintorni già da tempo si stanno mobilitando per evitare le sanzioni.
     
    A Bastimento e od1n0 piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina