• Creatore Discussione Utente Cancellato 83998
  • Data di inizio
U

Utente Cancellato 83998

Ospite
Salve a tutti! Ho fatto una proposta d'acquisto che mi è stata accettata, dopo un mese la mia agenzia mi ha chiesto di poter dare l'assegno di caparra confirmatoria al venditore dato che ne aveva bisogno.
Il problema e che la mia proposta e legata al mutuo che non è stato ancora deliberato e all'aggiornamento della planimetria esterna (il venditore si sta prodigando per sistemare tutto a catasto).
Come mi devo comportare? io non voglio che tocchi assolutissimamente l'assegno prima che questi due fattori si avverino.
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.
 

Lady25

Membro Attivo
Privato Cittadino
L’assegno deve essere lasciato in deposito in agenzia. Saranno loro, quando le sospensive di saranno avverate, a darlo al venditore. Questo diceva esserci già al momento della proposta
 

IL TRUCE

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
E il solito problema di comprare senza soldi e senza sapere se si potranno avere..robaccia insomma.
Detto cio e visto che ormai e' fatta, se la proposta e' stata bene scritta non vedo di che preoccuparsi: nessuno tocchera' il tuo assegno.
 
Ultima modifica:
U

Utente Cancellato 83998

Ospite
E il solito problema di comprare senza soldi e senza sapere se si potranno avere..robaccia insomma.
Detto cio e visto che ormai e' fatta, se la proposta e' stata bene scritta non vedo di che preoccuparsi: nessuno tocchera' il tuo assegno.
Sono abbastanza sicuro di poter ottenere il mutuo! Volevo solo sapere se per legge questo si può fare! Più che altro in relazione alla modifica catastale a cura del venditore nasceva il problema di toccare l’assegno! Senza questa modifica se pur ottenuto il mutuo lui non può toccare l’assegno. Grazie della tua risposta.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Salve a tutti! Ho fatto una proposta d'acquisto che mi è stata accettata, dopo un mese la mia agenzia mi ha chiesto di poter dare l'assegno di caparra confirmatoria al venditore dato che ne aveva bisogno.
Il problema e che la mia proposta e legata al mutuo che non è stato ancora deliberato e all'aggiornamento della planimetria esterna (il venditore si sta prodigando per sistemare tutto a catasto).
Come mi devo comportare? io non voglio che tocchi assolutissimamente l'assegno prima che questi due fattori si avverino.
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.
Non c'è una risposta, dovete fare esattamente quanto pattuito nella proposta accettata e se ci fossero clausole ambigue dovete stabilire come interpretarle in funzione a cosa c'è scritto, dovreste farlo adesso.
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità
Alto