1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. AnnalisaMC

    AnnalisaMC Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti. Come scrivevo in una mia precedente discussione, io sono agente immobiliare, mio marito è tecnico abilitato. Mi capita spesso, esercitando in un paese, che potenziali clienti miei, sapendo della professione del marito, chiedano bozze progettuali di ristrutturazione/ risistemazioni interne ecc. ancora in fase iniziale di trattiva, praticamente alla seconda se non prima visita. Io, 9 volte su 10, cerco di accontentarli, ancora non sapendo come andrà a finire la vendita. Tutto questo, se vogliamo, è un servizio in più che, qualora la trattiva si concluderà positivamente, porterà lavoro anche al consorte (si presume) ma se, come spesso oggi avviene, tutto finisce con un arrivederci e manco grazie, porta perdita di tempo da entrambe le parti...
    Comunque, resta un lavora che spesso ti illude per poi lasciarti a bocca asciutta!
     
  2. Abakab

    Abakab Ospite

    Cambia politica .. prima proposta e poi servizi, spesso prostrarsi alle loro richieste prima di un impegno scritto diventa una perdita di tempo e di denaro. :shock:
     
    A enrikon, Rosa1968, Bagudi e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. AnnalisaMC

    AnnalisaMC Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Hai ragione! Il problema è che nella mia zona, la maggior parte degli immobili in vendita necessitano di una ristrutturazione, anche solo parziale e l'acquirente, prima di procedere, se vuoi anche giustamente, vuole avere un quadro generale di spesa: da qui parte la richiesta di una bozza progettuale. Rispondere "si rivolga al suo tecnico di fiducia" sarebbe la soluzione migliore ma rischi di precluderti una parte del lavoro...certo che acconsentire ad ufa...
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non solo, ma gli fa credere di potere avere tutto "gratis et amore Dei" senza nemmeno dire grazie...
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Gli fai fare una proposta condizionata alla verifica in tempi brevi (e non gratis) delle possibilità di ristrutturazione...

    Altra possibilità, ma più onerosa per tuo marito e non al sicuro da "copioni", di fare prima della messa in vendita una ipotesi di ristrutturazione e di arredo (le famose piante arredate) di massima...
     
    A Abakab piace questo elemento.
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Concordo anche io con i colleghi, si distoglie l'attenzione dall'acquisto, contrariamente a quello che si pensa, non è un rafforzativo. Ma a dire il vero oggi è davvero difficile capire cosa è giusto fare, cosa più aiuta la vendita.
     
  7. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    intanto io pubblicizzerei gli immobili con le bozze del marito e preventivo
    vedi mai che a qualcun'altro possano piacere
    es:
    Vendesi vecchia villa vittoriana (scusate l'allitterazione) € 100.000
    Disponibile anche un preventivo di ristrutturazione esterna pari ad euro 25.000 (vedi foto 1)
    1) 426544_444357178973190_1356233872_n.jpeg 2) 1715_444356828973225_1618041636_n.jpeg
     
    A Bagudi e marcellogall piace questo messaggio.
  8. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    da tempo nascono discussioni sul come sia possibile aumentare la nostra visibilità
    e quali accorgimenti adottare per presentare al meglio gli immobili in vendita.
    Quando ho un immobile che me lo permetta faccio uno studio iniziale sulle possibili
    modifiche da apportare adattandole a quelle che possono essere le esigenze dei
    singoli acquirenti.
    E' certamente un impegno, specialmente nel mio caso, non sono un geometra, ma, con l'esperienza riesco a ricavare qualcosa di decente.
    Devo dire che è un servizio apprezzato.
    Annalisa MC ha la fortuna di avere in casa un professionista in grado di valorizzare
    gli immobili in modo professionale e credo che valga la pena di dare un valore aggiunto al suo lavoro.
    Suggerisco ad AnnalisaMC di continuare a dare supporto al suo lavoro con l'aiuto del marito, sono sicuro che tanto impegno sarà ripagato.
     
    A Tobia piace questo elemento.
  9. AnnalisaMC

    AnnalisaMC Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Grazie delle vostre opinioni. In effetti, anche noi, fino ad ora, abbiamo pensato che potesse essere un valore aggiunto e portare lavoro ad entrambe le parti.
    Tobia, mettere in vetrina un prima e un dopo come il caso della villa vittoriana porta, indubbiamente, un valore aggiunto all'immobile e, si spera, alla vendita.
    Dall'altra parte, come dice Bagudi, si rischia di far credere al cliente che sia tutto dovuto e, soprattutto, tutto gratuito e compreso nel pacchetto "le farò sapere"!
     
  10. POGGIBONSI CASE

    POGGIBONSI CASE Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    IO invece rimango dell'idea ,che sia un valore aggiunto ,appoggiarsi ad uno sudio tecnico esterno all'agenzia ,o peggio ancora scelto dal cliente, può portare anche a delle obiezioni difficili da gestire;)
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Credo che il cliente debba essere libero di scegliere il proprio tecnico a cui appoggiarsi per la ristrutturazione o quant'altro. Io separerei le due cose, perchè di fatto sono separate ma possono in alcuni casi intrecciarsi e portare un risultato. Il tecnico deve subentrare preventivamente dopo la decisione dell'acquisto dopo il suo interlocutore è il cliente, al limite il proprietario. Non capisco che tipo di obbiezioni può fare, se non la richiesta di documentazione per fare delle verifiche in comune.
     
    A Ponz piace questo elemento.
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Questa è un'idea, ma non deve essere imposta. Il cliente deve comprare la casa non la ristrutturazione. Se così fosse i due contratti sarebbero legati, e si rischierebbe di mettere in pericolo la vendita. Il venditore vende la casa così com'è.
     
  13. Abakab

    Abakab Ospite

    .. ah si possono scegliere i tecnici ... sicura???!!! :disappunto:

    Tecnici.jpg
     
    A Tobia, Bagudi e topcasa piace questo elemento.
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :innocente:
     
  15. POGGIBONSI CASE

    POGGIBONSI CASE Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Certo che il cliente deve essere libero di scegliersi il tecnico ci mancherebbe altro!!
    Il punto è un altro e cioè se hai un tuo tecnico di fiducia, perdipiù in agenzia è un valore aggiunto nelle trattative.
    Possibile che sia capitato solo a me, che in fase di rivisita, il cliente si ripresenti con il suo tecnico di fiducia,e quest'ultimo oltre ad essere tecnico ,sia anche amministratore ,consulente immobiliare , praticamente onnisciente ed in qlc modo dissuada il cliente dall'acquisto:confuso:
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  16. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao poggibonsi capitano anche a me gli scienziati. Ma non sono io a dare le risposte tecniche il mio lavoro si ferma per evitare danni. Ad ognuno il suo lavoro. Il tecnico è luil. Se scoraggia all'acquisto pazienza non sarà mica un mio eventuale tecnico a invogliare. Se pensiamo che le vendite si fanno per pareri di parte ....
     
  17. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Pensa che si possono scegliere anche ....i "saggi":shock:


    E, alla fine, se non bastano i "tecnici" e i "saggi", nonchè i "tuttologi"per decidere l'acquisto di una casa ..... c'è sempre ....
    Re Salomone....

    [​IMG]
     
    A Abakab e Rosa1968 piace questo messaggio.
  18. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    In una compravendita immobiliare appoggiarsi a dei tecnici lo trovo opportuno e saggio.
    Io prima di comprare una casa la farei controllare dal Prefetto e Ministro dell' Interno Anna Maria Cancellieri, dal Ministro della Giustizia e Avvocato Paola Severino e dal Ministro dell'Economia e dell'Infrastrutture Corrado Passera.
    Giusto per una prima valutazione non impegnativa.
    In seguito, farei una consultazione con Pierluigi Bersani, un meetup in streaming con Beppe Grillo e Vito Crimi e infine chiedere un colloquio a Palazzo Grazioli con l'esperto immobiliarista e prima c.a.z.z.u.o.l.a. d' Italia, Cavalier Silvio Berlusconi.
    Poi chiederei un illuminante consiglio ad un paio di saggi nominati testé dal Quirinale.
    Infine farei il punto della situazione confrontandomi con i familiari, tirerei le somme, cestinerei il tutto ed mi affiderei con fiducia ad un agente immobiliare di Immobilio.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  19. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    al secondo giro di consultazioni rischi che qualcuno, attirato dai tuoi giri e conoscenze, ti possa regalare la casa pagandola con centinaia di assegni da 999,99 € ...
    ovviamente a tua insaputa.

    io provo a farti vedere come sarebbe bella la casa ristrutturata attraverso un progetto con preventivo di massima effettuati dal mio tecnico, se poi preferisci il tuo no problem.

    Ovviamente se desideri queste bozze progettuali ti rivolgi al mio tecnico e discuti con lui il prezzo del suo lavoro.

    Sai quanti studi di architettura sono senza lavoro e non sanno come procurarsene?
    Chi non risica non rosica..
     
    A Bagudi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina