1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. collega

    collega Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno a tutti. Il problema è il seguente: sulla quota di mia cognata, comproprietaria per 1/12 dell'alloggio in comunione che abbiamo ereditato, è stata iscritta un poteca giudiziale. L'alloggio è stato messo in vendita ed abbiamo già ricevuto 2 proposte d'acquisto interessanti. Purtroppo non abbiamo potuto accettare le suddette proposte per il motivo che la cognata in questione non può far fronte al pagamento del debito. Anche se si riuscisse a vendere l'alloggio, la parte di denaro corrispondente alla sua quota non è sufficiente a regolarizzare il debito. Circa 6 mesi fa mia cognata mi fece sapere di aver avanzato una proposta alla banca affinchè accetti una somma di denaro inferiore al debito per chiudere la posiziiione debitoria. Non sò se ciò è possibile. Comunque fino ad oggi mia cognata dice di non aver ancora ricevuto una risposta dalla Banca.
    Il legale di mia cognata a consigliato ad essa di non far sapere alla banca di avere queste proposte, altrimenti la stessa banca blocca la procedura della pratica da lei avanzata per pagare meno debito.
    Sono oramai intenzionato ad iniziare la causa per la divisione giudiziale.
    Adesso vorrei sapere:
    1- nel caso l'immobile vada all'asta, io quale comproprietario, avrei diritto alla prelazione?
    2- L'ipoteca viene cancellata?
    Secondo Voi come potrei venirne fuori da questa questione assurda?

    Grazie anticipatamente a tutti.
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    SI...

    NO...soltanto quando l'intero ammontare è stato assolto e fatto richiesta di cancellazione...

    I.C.S.
     
  3. collega

    collega Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  4. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Idem come sopra...:)
     
  5. collega

    collega Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  6. brunobr

    brunobr Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    In asta non andrebbe comunque l'immobile, ma la sola quota pignorata. Nessuna prelazione.
    I comproprietari hanno il solo vantaggio, essendo gli unici minimamente interessati, di poter rilevare la quota escussa ad un prezzo infimo: 1/12 di casa infatti non interessa a nessuno, il valore di aggiudicazione é quindi minimo, lasciando anche spazio per una eventuale offerta del quinto post aggiudicazione.
    Se però già 1/12 del pieno valore di mercato é insufficiente a saldare il debito .....dubito che nel caso di specie si arrivi all'asta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina