1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Magi81

    Magi81 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, mi sono appena iscritta a questo forum confidando di trovare nella vostra competenza e disponibilità dei validi consigli in merito ad una questione non proprio semplice. Vi sottopongo il caso: alla morte di mia madre (ossia circa 8 anni fa), in quanto unica erede (figlia unica, mio padre era già deceduto) ho ovviamente rilevato i suoi beni, e tra questi 2 quote di un immobile fuori provincia che, essendo a suo tempo di proprietà dei miei bisnonni, era poi passato a mia nonna, sua sorella e suo fratello. Ecco, essendo anche mia madre figlia unica ha rilevato la quota della nonna, ma anche quella della zia (che era nubile e ha vissuto con noi fino alla sua morte). L'altro zio, invece, viveva all'estero da tempo immemore, ed aveva tre figli (con cui non aveva alcun rapporto) in un altro Paese. Dunque..per svariati anni ho provato a contattare questi lontani cugini senza esito alcuno, finchè non mi è stato detto che, essendo io proprietaria dell'immobile in questione per 2/3, avevo tutto il diritto di procedere ad un'eventuale locazione. Così è stato. Ho anche affrontato fior fior di spese legali per sfrattare i vecchi inquilini morosi (che erano lì da decenni senza corrispondere un canone!!) e ho trovato la nuova inquilina (persona squisita e puntuale). Bene, il giorno successivo alla stipula del contratto di locazione con la suddetta signora, magicamente ricevo una chiamata da terre lontane..i parenti mai conosciuti e latitanti, ora avevano una gran voglia di comunicarmi la loro esistenza e di fare due chiacchiere!!! Io ovviamente ho detto loro che ogni cosa era stata fatta a norma e che mensilmente avrei provveduto alla liquidazione di un terzo del canone, trattenendomi però l'intero importo fin quando non avrei raggiunto la spesa affrontata per lo sfratto. Ora, l'attuale inquilina è seriamente intenzionata all'acquisto, ed io sarei favorevole così come i cugini. Il punto è: potrei eventualmente comprare io il loro terzo ad un prezzo agevolato e poi rivendere l'intero immobile al prezzo di mercato? Ve lo chiedo perchè qualcuno mi parlava di questi prezzi agevolati nelle compravendite tra parenti, ma in realtà non ne so nulla. Premetto che loro non credo potranno facilmente venire in Italia,che non hanno mai pagato le tasse su questo immobile ( che risulta dunque "scoperto" per 1/3 ai fini fiscali) e che non credo abbiano nulla in mano che attesti la loro effettiva proprietà (ma suppongo che la cosa vada da sè, essendo figli legittimi dello zio defunto). Come muovermi secondo voi? Grazie infinite per la pazienza e per la disponibilità, cordiali saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina