1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Eric

    Eric Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,

    io e la mia compagna vogliamo acquistare casa, da cointestare al 50%.
    Lei non ha altro immobile intestato. Io invece possiede attualmente un immobile (dove attualmente risiediamo), nell stesso comune della casa che devo acquistare, e lo dovrò vendere.
    Abbiamo trovato una soluzione interessante, venduta da privato, che è al grezzo (dovrebbe essere accatastata come casa al grezzo) e quindi occorrerà fare dei lavori di completamento per poterci entrare (impianti, intonaci, pavimenti...).

    1) Essendo un acquisto da privato, dovrei pagare l'imposta di registro in percentuale, ma dal momento che non c'è rendita catastale la percentuale su cosa si basa? Sul prezzo di acquisto del grezzo?

    2) I lavori di completamento a che tassazione IVA sono soggetti? Considerando che, almeno per la mia compagna, è prima casa, posso usufruire dell'IVA al 4%?

    2) Perchè la casa sia considerata prima casa anche per me, devo vendere il mio immobile PRIMA dell'acquisto della casa al grezzo. Ma per fare i lavori di completamento immagino di dover prima avere il possesso della casa, quindi vendendo prima mi troverei senza dimora fino al termine dei lavori. Non c'è modo per gestire le tempistiche che mi permetta di mantenere la casa attuale fino al completamento lavori (ma usufruendo dei benefici prima casa)? Oppure di iniziare i lavori di completamento prima di prendere possesso della casa?

    Grazie
     
  2. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    1) avrà senza dubbio una rendita, anche un terreno agricolo ce l'ha, quindi pagherai sulla base di quella
    2) materia da commercialista
    3) purtroppo no, prima devi vendere (fermi restando gli altri requisiti)
     
    Ultima modifica: 28 Ottobre 2015
    A Eric piace questo elemento.
  3. Eric

    Eric Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta!

    Da altri messaggi (anche su questo forum) avevo capito che un accatastamento al grezzo (cat. F se non erro) non ha rendita, ma magari ho capito male.

    Questa non mi torna...
    quella è la formula per l'imposta di registro da pagare sull'acquisto della casa, ma in che relazione è con le fatture che mi faranno i professionisti per completarla?
    Al piastrellista dovrò dire che non devo pagare l'IVA ma l'imposta di registro sulla sua fattura? :confuso:
     
  4. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Letto male, non avevo capito si trattasse dei lavori, ho modificato la risposta grazie!
     
    A Eric piace questo elemento.
  5. Eric

    Eric Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Riporto quanto mi ha risposto l'agenzia delle entrate sui quesiti, per quanti può servire:

    Mi rimane un po' oscura la seconda risposta, nel senso che io dovrei chiedere ai professionisti che mi fanno i lavori di farmi per il 50% l'IVA al 4% e per il 50% l'IVA al 10%? (Nel caso fosse prima casa solo per la mia compagna al 50%).
     
  6. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    L'IVA sarà in base all'intestatario delle fatture...
     
  7. Eric

    Eric Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E' quello che mi aspettavo anche io, ma la risposta della agenzia mi fa venire dei dubbi.
    Se fosse cosi' farei intestare le fatture alla mia compagna e risulterebbe tutto al 4%...
     
  8. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Si. Le intesti alla tua compagna che da quello che ho capito sarà proprietaria del 50%. Tanto trattasi di pagamento per un completamento quindi non è che poi le detrai come per le ristrutturazioni quindi necessita anche il calcolo della capienza reddituale.
    Vi fate un bel conticino assieme ci mettete i soldi al 50% per le spese e da li lei fa i bonifici.
    Così se anche un domani non ti accompagni +, se ti viene detto che solo X ha pagato queste spese... c'è tanto di contabile della banca che dice che dice che è stato aperto il conto Pippo e che era a zero e contestato. che i comunisti hanno versato 50 a testa che sono serviti a pagare la fattura di 100. Quindi nulla è dovuto a nessuno.
     
    Ultima modifica: 29 Ottobre 2015
    A Eric piace questo elemento.
  9. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Rustico:
    Schermata 2015-10-29 alle 09.54.55.png
     
  10. Eric

    Eric Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ho sottoposto la questione dell'IVA metà al 4% e metà al 10% al mio commercialista e lui dice che si dovrebbe effettivamente fatturare metà con un IVA e metà con l'altra.

    Fatturare tutto alla sola persona che ha il 4% è rischioso "in caso di controllo la contestazione è sicura".

    :confuso:
     
  11. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Chiedi al tuo commercialista quale legge obbliga l'uno o l'altra persona ad accollarsi le spese?
     
  12. Eric

    Eric Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Credo che il problema non sia tanto l'obbligo ad accollarsi le spese, ma che diritto hai di avere l'IVA scontata al 4%.
    Se sei proprietario al 100% della casa, ovviamente quel diritto lo hai. Se sei proprietario al 50%, in teoria hai diritto a quello sconto solo sul 50% delle spese.

    Quindi immagino che anche se si accollasse tutte le spese la parte che ha il 4% di sconto, può applicare il proprio "diritto" al 4% solo sul 50% di tali spese.
    Credo che la risposta dell'agenzia delle entrate sia da intendersi cosi'.

    Che poi magari la cosa sia difficile da verificare, e quindi magari se fai mettere il 4% su tutto poi è difficile che ti venga contestato è un altro discorso.
    (Anche se secondo il mio commercialista non è poi cosi' improbabile una contestazione).
     
  13. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    L'IVA al 4% è associata alla persona che ne può beneficiare.
    Mi vuoi dire allora che se era il marito ad averne diritto, comprava la casa a metà con la moglie... e poi faceva lui tutte le spese non poteva usufruirne? Ma stiamo scherzando? Allora se paga un uomo va bene e se paga una donna non va bene?
    Torno a ripetere qual'è la legge di riferimento, oppure citami il passo della guida dell'agenzia delle entrate che ti dice questo. Perché la guida è molto chiara rispetto ai conviventi per gli acquisti. Dimmi dove trovi scritto che le spese sono da imputarsi in % ai comunisti.

    No perché nelle ristrutturazioni può detrarre il coniuge, i parenti fino al terzo grado, i familiari affini, anche con abilitazioni comunali intestate al familiare, basta che il familiare si intesti le fatture... (lo trovi scritto espressamente). Quindi se ci sono 4 proprietari... 3 che non hanno reddito e un quarto si... seguendo il tuo ragionamento le ristrutturazioni dovrebbero pagarle /4 e tre di loro perderle... no? Invece non è così. Lo stato ancora non mi risulta obblighi le persone ad intestarsi e pagare fatture!
     
  14. Eric

    Eric Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Tutto quello che so è quanto mi ha scritto l'AGENZIA DELLE ENTRATE, che è abbastanza chiaro:
    P.S. Non vedo cosa c'entra l'essere uomo o donna, ne le regole che ci sono per le ristrutturazioni.

    Per il resto io piu' che chiedere all'agenzia delle entrate (che è quella che fa gli accertamenti) non posso fare...
     
  15. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Perché non ha un senso logico quelle che scrive. Se l'applicazioni dell'IVA è personale e basata sulla fattura (ecco cosa non capisci). L'intestatario della fattura ha la sua IVA in base al suo diritto.

    All'agenzia delle entrate devi scrivere, "io ho questa IVA. La mia compagna ha diritto a questa. Sono obbligato ad intestare le fatture a metà oppure può pagare tutto la mia compagna e avere la sua IVA agevolata? Il mio commercialista mi dice che sono obbligato a dividere le spese ma ad oggi non mi sa dire in base a quale normativa mi costringe a sostenere le spese tra i comproprietari. Mi dite che devo fare?"

    Poi per carità se tu vuoi pagare di + non c'è problema - lo stato è contento, ne ha anche bisogno. Conosco anche un sacco di commercialisti che quando c'è un problema invece di dire al cliente troviamo una soluzione informiamoci adeguatamente... dicono Paga.... Tanto se è di + non sbagli mai... non mi crei problemi.
    E considerando che fanno controlli automatici semmai è l'applicazione di due aliquote diverse per lo stesso soggetto su lavori della stessa casa che può dare + possibilità di controllo e accertamenti. ma immagino che ti abbia detto il commercialista che vi intestate a metà... così sta in una botte di ferro. Tu paghi la tua, lei la sua. E risulto ogni problema.
     
    Ultima modifica: 9 Novembre 2015

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina