1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Rosida

    Rosida Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,

    avevo già pubblicato una discussione simile ma alcuni dubbi riguardo l'acquisto mi sono rimasti.

    Riepilogando... Ho visionato un appartamento che vorrei acquistare da un Consorzio di Cooperative, che è in fallimento con concordato preventivo del maggio 2015, omologato il 20 giugno 2016. Il palazzo su cui insiste l'appartamento è stato costruito nel 2002 dal Consorzio stesso su convenzione edilizia, come alloggi per personale della polizia, guardia di finanza, vigili del fuoco ecc.... Attualmente su 10 condomini, 5 appartamenti sono in affitto, 4 sono in vendita, ed uno è stato acquistato dal nucleo familiare che lo aveva in affitto.

    Il Consorzio chiaramente ci ha rassicurato sull'acquisto, ma a noi permangono alcuni dubbi su certi aspetti:

    - nel preliminare d'acquisto, che il Consorzio vuole venga scritto nel loro ufficio, io divento socio di una Cooperativa, poi in seguito mi potrei sganciare, ma quali oneri e vincoli potrebbe comportare ciò?;

    - il Consorzio paga il 50% delle spese condominiali agli attuali condomini in affitto, e a me naturalmente spetterebbe il 100% come proprietario. Altro dubbio quindi è questo: se si liberassero altri alloggi, chi è che pagherebbe le eventuali spese di manutenzione ordinaria e straordinaria?;

    - appena scritto il preliminare, volendo si può fare il rogito anche il giorno dopo (?);

    - le due ipoteche esistenti presso le banche Uni Banca e Banca Etruria, vengono estinte dal Consorzio al momento del rogito (su questo punto ci siamo informati e sembra tutto ok. Ma il punto è, è definitivo? visto anche che segnerò l'appartamento come prima casa e col permesso del Tribunale, non c'è assolutamente pericolo di revoca dell'appartamento entro i 2 anni dall'acquisto giusto? Ricordo che con l’omologa del concordato, il Consorzio ha 4 anni di tempo per vendere gli appartamenti e appianare i debiti, se non ci riescono scatta il fallimento).


    Questa è la loro posizione, ma i dubbi permangono sia per il rischio di revoca o la paura di diventare socio assorbendo le dinamiche finanziarie del Consorzio, nonché per gli eventuali interventi di manutenzione.



    Grazie mille a chiunque risponderà
     
    A PyerSilvio piace questo elemento.
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non sono esperta in materia fallimentare e per i quesiti in merito ti risponderà chi ne sa di più, ma posso risponderti su alcuni quesiti

    Gli oneri e eventuali vincoli li puoi trovare nel Regolamento del Consorzio e nello Statuto Sociale.

    I condomini rimasti e il Consorzio, se ce la fa...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina