1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. LuciaR68

    LuciaR68 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    mi scuso per il disturbo, ma avrei bisogno di un parere in merito ad una situazione che si è creata.
    Io e mio marito abbiamo acquistato una casa in provincia MS a metà 2009, ma tramite il ns. notaio abbiamo scoperto che il precedente proprietario, che aveva acquistato come prima casa quindi usufruendo delle agevolazioni, vendeva prima dei 5 anni senza intenzione di ricomprare.
    Il notaio pertanto ci ha spiegato la situazione e al momento del rogito, ci ha consigliato di aprire un libretto a titolo di “fondo garanzia” con firme congiunte, intestato sia a noi che al precedente proprietario, in modo da essere “coperti” nel caso che l'Agenzia delle Entrate avesse chiesto a noi di pagare la differenza tra quanto pagato in regime agevolato dal precedente proprietario e quanto realmente dovuto (in merito all’imposta di registro ecc) non avendo ricomprato lui un’altra “prima casa” poiché, da quanto abbiamo capito, questo debito segue l’immobile e quindi se l’Agenzia delle Entrate non recupera i soldi dal “vero debitore” (in questo caso il precedente proprietario) può rivalere un privilegio sull’immobile e quindi sugli attuali proprietari.
    In tutti questi anni il precedente proprietario non si è mai fatto sentire, ed essendo trascorsi i 5 anni abbiamo chiamato il notaio per sapere se si poteva sbloccare quel libretto in modo da “chiudere” definitivamente la situazione.
    Il notaio ha rintracciato il vecchio proprietario e gli ha spiegato che essendo passati i 5 anni si poteva sbloccare il libretto , ma che prima doveva andare negli uffici dell'Agenzia delle entrate e farsi fare un “resoconto” della situazione per verificare che non ci fossero pendenze in essere.
    Il precedente proprietario così si è fatto stampare una “nota di prenotazione di carico a ruolo” da cui risulta un debito che va ben oltre la cifra che avevamo depositato a garanzia 5 anni fa, in quanto nel frattempo sono maturate more ed interessi.
    Ci siamo così incontrati nell’ufficio del notaio per parlare di questa situazione, e lui è stato abbastanza chiaro sul fatto che non ha soldi e di conseguenza non può pagare questo debito, o più precisamente la differenza tra quanto avevamo versato a garanzia e la cifra attuale(aumenta ovviamente per via degli interessi ecc) , ed ha sottolineato che in realtà lui non ha mai ricevuto gli avvisi dell'Agenzia (cosa che sinceramente non ci convince per vari motivi).
    Comunque, il punto è che ora non riusciamo a capire se noi attuali proprietari, essendo passati 5 anni dal rogito e quindi dall’acquisto della casa, siamo “fuori pericolo” da eventuali richieste di pagamento (e quindi il problema sarà sempre e solo del precedente proprietario) o se c’è ancora la possibilità che l'Agenzia delle Entrate possa rivalersi su di noi.
    Inoltre, in questa seconda ipotesi, l'Agenzia delle Entrate chiederebbero a noi solo la differenza (cioè la cifra residua tra quanto il precedente proprietario aveva pagato come prima casa e quanto in realtà avrebbe pagato senza agevolazioni) oppure ci vengono addebitati anche gli interessi e le more per il mancato pagamento e quindi i vari solleciti che il precedente proprietario non ha mai preso in considerazione?
    Ringrazio fin d'ora tutti quanti mi aiuteranno a capire e, se possibile, a risolvere questa "pesante" situazione....
     
  2. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    AdE risposta per mancato riacquisto prima casa.jpg ho interpellato sulla questione l'AdE nel 2011 dato che molti notai non erano d'accordo.
    Ho avuto questa risposta che trascrivo.
    In pratica l'AdE non può rivalersi sull'acquirente.
     
    A alessandro66 e PROGETTO_CASA piace questo messaggio.
  3. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    interpello che non vale nulla, essendo una risposta a una mail da parte di un impiegato (e non ha valore di interpello). Di fatto il rischio è concretissimo 8 e la risposta dell'Ade è corretta ma è la domanda a esser mal posta, in quanto il privilegio speciale segue altre cie) e i notai appunto chiedono riserva. Il resto son chiacchere e tesi che nel dubbio, non hanno valore, in quanto prevale la via della prudenza se il notaio insiste. ;)

    qui i chiarimenti e gli approfondimenti (di nuovo)...

    Compravendita: un anno dopo inizia l'odissea | Pagina 2 | immobilio - Forum Immobiliare
     
    A PyerSilvio piace questo elemento.
  4. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Certo non ha valore assoluto ma all'ADE sanno perfettamente se i sistemi di controllo (spesso automatici) sono rivolti in questa direzione o meno, quindi rispondono.
     
  5. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Oh, la questione mi pare che esca sempre con lo stesso errore: se chiedi chi deve pagare una imposta complementare, riceverai sempre la stessa [corretta] risposta. :)

    Ma poi scattano i privilegi speciali. E il notaio c'è dentro con tutte le gambe... ecco perchè insiste per la copertura. Non vuole trovarsi a doverli tirare fuori lui :)

    La questione è sviscerata nel vecchio post con tanto di documentazione e testi... chiaramente se uno si ferma all'imposta complementare, potrà avere solo quella risposta.

    Ma la domanda vera da fare all'ade sarebbe un altra: in caso il venditore non paghi, lo stato può far valere i privilegi speciali sull'immobile? ;)

    Ecco, questa è la domanda.

    Il notaio punta al deposito perchè sa (pensa) che se lo stato volesse far scattare i privilegi e non trovasse più nemmeno l'immobile (magari è schiattato) se la rifà con lui ;)
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  6. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    non tutti
     
  7. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se hai seguito al discussione è palese che nella frase citata ci si riferisce a quei notai che sposano la tesi del privilegio speciale (in tutta la discussione si è infatti indicato che sono due correnti).
     
  8. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Non sarebbe il caso che qualcuno in grado di farlo si occupi di inviare un interpello all'ADE per avere finalmente una risposta chiarificatrice che possa essere accettata da tutti i notai?
    Per quanto mi riguarda tengo buona la risposta datami dall'ADE a suo tempo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina