1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. menenna

    menenna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao a tutti, spero di aver fatto tutto correttamente... sono nuovissima...
    vorrei avere un chiarimento per favore. il mio compagno sta per separarsi giudizialmente dalla moglie. il problema principale é la casa. sono in separazione dei beni: lei la vuole tenere, lui la vorrebbe vendere. allora il giudice, alla prima udienza, ha chiesto alla moglie di chiedere un mutuo per comprare dal marito la quota di sua proprietà. la finanziaria (o banca, non so) alla quale lei si é rivolta chiede il CUD del marito. vorremmo sapere perché, prima di farglielo avere, poiché nella nostra logica chi vende non deve dare documenti di reddito. é lei che compra, a che serve il CUD del venditore?
    qualcuno mi saprebbe spiegare?
    grazie mille.
     
  2. Abakab

    Abakab Ospite

    Si in effetti strano, o un errore della banca o .... avrà mica nominato il marito (ex) come garante??!! C'è da aspettarsi di tutto. Ciao!
     
  3. menenna

    menenna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    già... ho paura anch'io... tantopiù che lei dice che senza CUD non se ne fa niente!! la cosa strana oltretutto é che l'avvocato del mio compagno gli dice di stare tranquillo, che é una prassi normale e che lui si può anche rifiutare... boh... speriamo bene.
    grazie e ciao a te
     
  4. Abakab

    Abakab Ospite

    .. beh chiaro, se così fosse non può obbligarlo. Ciao!
     
  5. menenna

    menenna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    certo, non é obbligato. ma lei dice che o si fa così o niente... ma la di là di quelle che sono le sue richieste, quello che mi sembra strano nella procedura é che lui debba fare da garante per dei soldi che deve avere. cioé, se lei un domani non pagasse, tocca a lui pagarsi praticamente di nuovo il mutuo per una metà che era già sua, mentre lei avrebbe la casa e non pagherebbe più niente... a dir poco pericolosissimo... é proprio tutto il sistema che mi sembra strano... é come se io vendessi la mia casa a un'altra persona e debba fare da garante (io che vendo) a quello che compra. se quello non paga più che faccio?? tocca pagare a me il mutuo? la procedura é la stessa... non importa che sia ex coniuge o estraneo... non ha senso... io che vendo non devo produrre documenti di reddito, non devo fare da garante a chi acquista, chiunque sia. il mio cervello si rifiuta di accettare un ragionamento del genere.
     
  6. Abakab

    Abakab Ospite

    In questo caso la banca non entra nel merito della situazione (assai anomala) lo considera di fatto un garante e in quanto tale gli vengono richiesti i relativi documenti. Si tratta, da parte sua, di dover cedere o meno ad una condizione ( per non chiamarlo ricatto). Ma qui si entra in discorsi dove l'agente immobiliare non può aiutarti. Ciao!
     
  7. menenna

    menenna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    certo, anzi grazie sei stato fin troppo gentile... ma non é anomala la situazione, di casi di coniugi che riacquistano la quota dell'ex coniuge ce ne sono a centinaia. é anomalo proprio il fatto che io che vendo la mia casa (chiunque io sia, anche non ex coniuge) devo far da garante a chi me la compra. sinceramente io non l'ho mai sentita nella mia vita!!
    che io possa far da garante a un parente, a un amico, ok... ma per comprare un altro immobile, non il MIO!!!!
    speriamo che qualcun altro altrettanto gentile quanto te possa chiarirmi le idee... buona giornata e grazie ancora
     
  8. Abakab

    Abakab Ospite

    Infatti intendevo questo come anomalia .. ciao buona giornata anche a te!
     
  9. aleandra

    aleandra Membro Junior

    Mediatore Creditizio
    Salve, sono un agente in attività finanziaria e lavoro in Banca, di pratiche "vendite tra parenti" mi capitano spesso; la prasi è questa:
    Io moglie acquisto dal marito il 50% della proprietà, io devo produrre alla banca tutti i documenti(anagrafici,reddituali e dell' immobile + una proposta di acquisto che deve essere sottoscritta da entrambi; io offro, lui accetta). L'unico documento che il marito deve firmare è il modulo del terzo datore di ipoteca, cioè, io garantisco che firmerò l' atto di compravendità; cioè si rende necessario, almeno per la nostra istruttoria inquanto l' atto di mutuo si sottoscrive mezz' ora prima dell' atto di compravendita, quando ancora anche il marito è proprietario.
    Da questo momento in poi tutto procede come una normale compravendita tra estranei. Sono io, l' acquirente che debbo dimostrare alla banca la piena disposibilità reddituale nell' affrontare la futura rata di mutuo.
    Auguri
     
  10. menenna

    menenna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Aleandra sei gentilissima. Ci é stato spiegato dall'avvocato del marito che il marito deve presentare il CUD perché nel caso in cui, dal momento dell'accettazione del mutuo al momento del rogito, nel caso in cui la moglie non dovesse pagare una rata la casa andrebbe in vendita e il marito deve essere informato quale proprietario al 50%. A me non é chiara questa spiegazione. Tu che ne dici? Mi é più chiara la tua, anche se sulla casa ora non grava alcun mutuo, quindi perché terzo datore d'ipoteca? Abbi pazienza, ma come potrai immaginare la questione é delicata e viaggia sul filo del rasoio.... Grazie mille.
     
  11. aleandra

    aleandra Membro Junior

    Mediatore Creditizio
    Purtroppo l' avvocato è poco informato(d' altronde non è la sua professione!).
    Il mutuo, ammesso che ci siano tutti gli elementi reddituali,che facciano sì che venga approvato, viene erogato soltanto in sede di rogito notarile; quindi, non ci sono motivazioni a supporto di ciò che l' avvovato sostiene.
    La mutuataria comincia a pagare le rate dal mese successivo al atto di compravendita tra coniugi; quindi, il marito non deve presentare alla banca nessun documento attestante il reddito.
    Per quanto riguarda la firma del terzo datore di ipoteca, hai ragione, non occorre se non ci sono mutui sopra.
    Cordiali saluti
     
  12. menenna

    menenna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie ancora! sarà un po' difficile dire all'avvocato che ha sbagliato.... però lo farò con piacere ;)
    buona giornata
     
  13. Mimi

    Mimi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Io sposterei la problematica, che è molto seria, sul fatto che "marito e moglie si stanno separando", un buon avvocato matrimonialista potrà meglio chiarire la problematica. Di fatti fino a quando non ci sarà la definitiva separazione cioè il divorzio uno paga i "guai dell'altro" ed anche dopo il divorzio ci sono cose che continuano ad essere riconosciute, ad esempio una separazione con l'asegno di mantenimento, poi successivamente divorzio, al coniuge che gli è stato riconosciuto l'assegno gli verrà riconosciuto proporzionalmente agli anni di unione parte della buonuscita e se c'è una pensione di reversibilità anche questa gli verrà riconosciuta in modo proporzionale, addirittura anche se successivamente, il titolare di una pensione si sia risposato, la reversibilita in modo proporzionale spetta ad entrambi, sia all'ex coniuge che quello successivo al divorzio.
    Consiglio di sentire un avvocato matrimonialista esperto in queste problematiche, dato che alcuni avvocati fanno soldi su queste disavventure, anzi fanno in modo che aumenta il litigio che c'è fra i due coniugi cosi da mandare eternamente avanti "la loro parcella".
     
  14. menenna

    menenna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie. certo, la separazione é già in atto, una giudiziale perché la moglie non ha voluto concordare nulla con il marito quindi no alla consensuale e sì alla giudiziale proprio per ottenere la piena disponibilità della casa. ma il giudice alla prima udienza ha detto no all'assegnazione della casa a lei. visto che il marito chiede metà della casa per potersi organizzare la propria vita, le ha dato un mese di tempo per trovare i soldi per comprare dal marito l'altra metà. fin qui tutto ok, niente altro da discutere, il figlio é grande, i coniugi lavorano. mi é parso solo strano che alla moglie venga chiesto di presentare il cud del marito per chiedere un mutuo intestato solo ed unicamente a lei per comprare casa da lui. tutto qui.
     
  15. Mimi

    Mimi Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Forse, come hanno poi fatto in tanti, si sono sposati in comunione dei beni e poi successivamente per l'acquisto della casa hanno deciso di farlo in separazione dei beni?
    Indipendentemente dalla problematica della separazione dei coniugi, un acquisto in separazione dei beni e come se fosse fatto da persona singola cioè non sposata, quindi la banca non può chiedere di sapere il reddito di altri, a meno che "altri" non vengono presentati e/o richiesti come "Garanti".
    E' vero che c'è burrasca fra i due, ma il CUD è mio e solo mio. Io per chiarire definitivamente il tutto, sopporterei ancora un poco e mi farei accompagnare alla banca, e li chiederei spiegazioni del perchè vogliono il mio CUD.
    P.S.
    E' vero che il controllo redditituale è diverso (CUD x dipendenti, 740 per altri), l'avvocato di una mia amica ha fregato l'ex marito di questa pressapoco cosi: Asseriva che il marito avesse un reddito di oltre 250.000€ anno, mentre il marito affermava che non era vero, allora l'avvocato di Lei ha chiesto al Giudice di avviare la procedura per verificarne la veridicità, credo che entrasse in gioco l'Ufficio delle Entrate, il marito per evitare questa verifica di controlla è sceso hai compromessi dell'avvocato di Lei.
     
  16. menenna

    menenna Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    certo che la paura é quella di far da garante, ma dovrebbe firmare lui, non credo che solo presentanto il CUD uno diventi garante. no, penso solo che si tratti di un tentativo di temporeggiamento da parte di lei. per quanto riguarda il resto, vero...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina