• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
Ho venduto appartamento (per fortuna!!!) prima dei 5 anni e quindi dovendo restituire il 6% dell'IVA agevolata (10% - 4%, corretto?), ho pensato di """acquistare""" parte di casa dei miei, una villa singola, per un valore... di circa 70.000€ (ancora da definire).
Le domande sono:

1) E' fattibile scrivere sul rogito tipo... l'acquirente (io) paga con assegno di 10.000€ + restanti X€ che saranno pagati entro X anni? Che poi non è detto che li verserò hai miei, o la cosa è "pericolosa"?
2) Nel caso sia sì la risposta al punto 1, come funziona il discorso... tassazione? Nel senso che essendoci un rogito di vendita ove è scritto che i miei ricevono X€, dovranno pagare tasse sugli stessi? Sono entrambi pensionati, cointestatari della casa, ma solo mio papà fino ad ora ha fatto dichiarazione dei redditi.
3) Come funzionerà il discorso dichiarazione dei redditi (730), sia per me che per i miei genitori? Nel senso... se io acquisto un 30% della casa, il 70% rimane a loro, quindi dovranno essere modificate le quote nel 730? Servirà qualche documento, catasto, non so... In aggiunta... mia mamma che non fa mai il 730, dovrà farlo?
4) Riguardo la TARI... come funziona, arriveranno due bollettini dal comune, uno per i miei ed uno per me, oppure il nuovo bollettino sarà da 3 persone? Io ho già residenza in quell'abitazione, anche se non ci vivo.
5) Quando poi un giorno (SPERO MOLTO LONTANO) essendo unico figlio dovrò avere successione della casa, come funzionerà, andrò a pagare altri soldi o...?

Chiedo il vostro aiuto, non vorrei fare una stupidaggine con questa cosa e sbagliare qualcosa, ma è l'unico modo che mi è venuto in mente per evitare di andare a pagare un 6% dell'IVA agevolata...
Grazie a tutti... ;)
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Il riacquisto parziale di un immobile da adibire ad abitazione principale è contemplato purchè la quota intestata non sia ridicola (diciamo inferiore al 10%).
Il pagamento differito è possibile purché venga correttamente quietanzato.
Quindi opta per una percentuale magari inferiore ma per la quale sia facilmente giustificabile un esborso alla tua portata. Se rimandi un pagamento, sincerati di effettuarlo regolarmente.

In caso di successione, un domani potrai versare le imposte ipotecarie e catastale in misura fissa se godrai ancora delle agevolazioni prima casa. Non è prevista attualmente imposta di successione a carico dei figli sino ad un limite di 1.000.000 di euro calcolato per ciascun figlio e sulla base dell'intera quota dell'asse ereditario spettante.

La materia fiscale, come sappiano, è comunque caratterizzata da cambiamenti continui...
 

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
Se rimandi un pagamento, sincerati di effettuarlo regolarmente.
Ergo... meglio fare un 20% ma comunque i $$$ devo versarli?
Nel senso... che vanno a verificare cosa, i bonifici fatti?
Davanti al notaio ci sarà solo l'assegno iniziale...
E riguardo le mie altre domande, sai darmi qualche dritta?
Grazie!!!
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Ergo... meglio fare un 20% ma comunque i $$$ devo versarli?
Nel senso... che vanno a verificare cosa, i bonifici fatti?
Davanti al notaio ci sarà solo l'assegno iniziale...
E riguardo le mie altre domande, sai darmi qualche dritta?
Grazie!!!
Sì. Ripeto, devi versarli. E dovrai essere tu a dimostrare di averlo fatto (non loro a scovare in che modo ci sia riuscito), quindi opterei per assegni intestati o bonifici con causale...

Riguardo alle tasse. Tu per l'acquisto potrai richiedere il credito d'imposta e praticamente non pagherai quasi nulla se non l'onorario del notaio.
Loro, se hanno acquistato l'immobile da più di 5 anni, non pagano alcuna imposta sugli importi incassati.

Certamente dovrete comunicare a chi vi tiene la contabilità la variazione. Sarà sufficiente una copia dell'atto.

Per la Tari, se al comune è già stato comunicato il numero esatto degli occupanti l'immobile non ci sono variazioni da fare. Ma puoi interpellare l'ufficio tributi del comune per una conferma...
 

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
Sì. Ripeto, devi versarli. E dovrai essere tu a dimostrare di averlo fatto (non loro a scovare in che modo ci sia riuscito), quindi opterei per assegni intestati o bonifici con causale...
Molto bene.
Posso solo sapere il motivo?
Nel senso... intendi se mai ci fosse un controllo dell'AdE?
Te lo chiedo perchè... sarebbe fattibile un bonifico dal conto dei miei sul mio, per poi io fare un assegno od altro bonifico?
Capisco che forse sono troppo... sempliciotto... ma chiedo... ;)
Una curiosità: come mai se i miei hanno casa da più di 5 anni non devono pagare nulla?
Non è come se fosse un guadagno, non so...?
Pensavo che i 5 anni fossero solo un discorso d'IVA agevolata...
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Partiamo da una cortesia. Mi elimineresti dal profilo la pubblicità della Vodafone?
Grazie mille...

Fatto il mio dovere di moderatore....

L'agenzia delle entrate non ha gli occhi foderati di prosciutto...

Tieni però presente che, poichè non esiste evasione fiscale potresti deciderti per dichiarare la porzione acquistata anche solo 10.000 euro chiedendo comunque al notaio di calcolare l'imposizione fiscale sul valore catastale anche se più elevato (tanto un credito d'imposta del 6% di IVA sarà in grado di compensare anche un maggior tributo).

I tuoi non pagano imposte perchè dopo i 5 anni si esaurisce la finalità speculativa (almeno per come la vede il fisco).... quindi nessun guadagno fiscalmente imponibile.
 

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
Partiamo da una cortesia. Mi elimineresti dal profilo la pubblicità della Vodafone?
Grazie mille...

Fatto il mio dovere di moderatore....
Fatto, chiedo scusa, anche se non era pubblicità... ;)

L'agenzia delle entrate non ha gli occhi foderati di prosciutto...

Tieni però presente che, poichè non esiste evasione fiscale potresti deciderti per dichiarare la porzione acquistata anche solo 10.000 euro chiedendo comunque al notaio di calcolare l'imposizione fiscale sul valore catastale anche se più elevato (tanto un credito d'imposta del 6% di IVA sarà in grado di compensare anche un maggior tributo).
Non ho capito cosa intendi con "dichiarare", nel senso che nel rogito che cifra viene riportata, 10.000€?
Scusami eh... ;)
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Fatto, chiedo scusa, anche se non era pubblicità... ;)


Non ho capito cosa intendi con "dichiarare", nel senso che nel rogito che cifra viene riportata, 10.000€?
Scusami eh... ;)
Esatto. Acquisti il 20% a 10.000,00... mettiamo che il valore catastale sia 20.500,00, tu richiedi di optare fiscalmente per il valore catastale... in tutti i casi l'imposizione sarebbe sotto ai 1.000,00 di imposta di registro minima che verrebbe compensata dal credito d'imposta.

Questa procedura è a rischio di accertamento... ma visto che l'importo effettivamente pagato sarebbe di 10.000,00 e che non si rileverebbe alcun tipo di evasione... a che pro' accertarti?

Consulta il notaio per eventuali ulteriori suggerimenti...

In bocca al lupo!
 

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
Esatto. Acquisti il 20% a 10.000,00... mettiamo che il valore catastale sia 20.500,00, tu richiedi di optare fiscalmente per il valore catastale... in tutti i casi l'imposizione sarebbe sotto ai 1.000,00 di imposta di registro minima che verrebbe compensata dal credito d'imposta.

Questa procedura è a rischio di accertamento... ma visto che l'importo effettivamente pagato sarebbe di 10.000,00 e che non si rileverebbe alcun tipo di evasione... a che pro' accertarti?

Consulta il notaio per eventuali ulteriori suggerimenti...

In bocca al lupo!
Oh... scusami ma sono indietro...
Perchè è a rischio accertamento?
Non è meglio a questo punto dichiarare un 60.000€ con 10.000€ subito e poi in 3 anni il resto?
Poi negli anni... bonifici da loro verso me e da me verso loro poi, chi sta a vedere tutto... sai quanti prelievi di contante quando ho preso i mobili anni fa...
Mi pare meno rischioso, o no?
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Oh... scusami ma sono indietro...
Perchè è a rischio accertamento?
Non è meglio a questo punto dichiarare un 60.000€ con 10.000€ subito e poi in 3 anni il resto?
Poi negli anni... bonifici da loro verso me e da me verso loro poi, chi sta a vedere tutto... sai quanti prelievi di contante quando ho preso i mobili anni fa...
Mi pare meno rischioso, o no?
Dipende dell'effettivo scostamento dal valore catastale ma, secondo me, meglio fare una cosa pulita benchè teoricamente accertabile che una pratica poco credibile e magari difficile da gestire bene negli anni a venire.

Tieni presente che gli sconti previsti con il nuovo regime fiscale richiedono di contro che venga dichiarato l'effettivo prezzo di acquisto.

Ora se anche la tua pratica fosse sulla carta accertabile non essendoci alcun tipo di evasione/elisione.. . Il rischio mi parrebbe accettabile.

Domanda al notaio che cosa ne pensa. Magari ti saprà suggerire ancora meglio...
 

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
Eh... mi sa che non ci arrivo proprio in questa cosa... non essendo farina del mio sacco...
Quindi potrei chiudere la cosa con un acquisto di un 20% di una casa che varrà... non so quanto... 300.000€ e pagare solo 10.000€... proprio non capisco...
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
visto che dovrai comunque passare dal notaio è meglio che ti consulti con lui sul come è meglio fare. Ho fatto rogiti con pagamento a saldo con riconoscimento del debito senza scadenze.
Ovviamente eran cose tra parenti e tuttora non è stato fatto il pagamento del saldo, non vedo quali problemi possano sorgere a parte quelli su tasse di successione eventuali.
Se il notaio ti sconsigliasse questa procedura mi faresti cosa grata spiegandone i motivi qua.
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
non ha un nome preciso che io sappia, chiedi al notaio come può fare il rogito lasciando il debito in sospeso. Ad esempio usando le parole ... la venditrice concorda di dilazionare il pagamento della somma a saldo all'acquirente con fiducia che questi la corrisponderà appena possibile ... veda il notaio come gli pare meglio scrivere e se giudica la cosa fattibile
 

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
non ha un nome preciso che io sappia, chiedi al notaio come può fare il rogito lasciando il debito in sospeso. Ad esempio usando le parole ... la venditrice concorda di dilazionare il pagamento della somma a saldo all'acquirente con fiducia che questi la corrisponderà appena possibile ... veda il notaio come gli pare meglio scrivere e se giudica la cosa fattibile
Perfetto.
E questo in cosa potrebbe essermi d'aiuto, nel senso, oltre a """pagare""" i miei con comodo...?
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
serve solo ad evitare di dichiarare al momento del rogito la parte di pagamenti che se ho capito bene era quello che non ti andava di fare come dal punto 1) del primo post
 

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
serve solo ad evitare di dichiarare al momento del rogito la parte di pagamenti che se ho capito bene era quello che non ti andava di fare come dal punto 1) del primo post
Ti spiego... a me va bene tutto, ma il discorso è che a meno di spostare $$$ dal conto dei miei sul e poi di darli a loro... io ho un 10.000€ di assegno al momento da dare loro (che poi dopo qualche mese tramite bonifico mi rimanderò sul conto corrente).
Per capirci... questa cosa mi serve per evitare di pagare il 6% di IVA, come detto, poi come lo devo fare... ditemelo voi...
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
10k vanno e vengono, io parlavo dei restanti 60k. Comunque questo era per il punto 1).
Per il resto non vedo quali problemi ci siano a parte che dovrai prendere la residenza in quella casa se già non ce l'hai.
Visto che il rogito lo farai dal notaio sà bene lui cosa fare anche per farti recuperare l'imposta pagata precedentemente sul vecchio appartamento.
 

Rain Boy

Membro Attivo
Privato Cittadino
10k vanno e vengono, io parlavo dei restanti 60k. Comunque questo era per il punto 1).
Per il resto non vedo quali problemi ci siano a parte che dovrai prendere la residenza in quella casa se già non ce l'hai.
Visto che il rogito lo farai dal notaio sà bene lui cosa fare anche per farti recuperare l'imposta pagata precedentemente sul vecchio appartamento.
Sì, già ho residenza lì da quando ho venduto appartamento (Giugno 2017).
Bene, allora parlerò della cosa con tizio agenzia per girare la cosa al notaio.
Grazie, sei stato gentilissimo.
 

angy2015

Membro Attivo
Professionista
prego. Se ne parli direttamente al notaio è meglio, o alla persona incaricata di preparare gli atti, altrimenti in tutti i passaggi verbali qualche cosa si distorce.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

fabiocaroli ha scritto sul profilo di il Custode.
salve cè possibilitá di pubblicare bannerini pubblicitari di un nuovo portale imm e costi grazie..i moduli richieste non funzionano!
Justyfra=G💝 ha scritto sul profilo di Avv Luigi Polidoro.
Buona sera Egregio Avvocato,le chiedo scusa per l’orario se la disturbo. Ho un problema di divisioni di beni di miei suoceri (ancora vivi) tra mio cognato e mia figlia adolescente, ma visto che suo padre cioè mio marito è deceduto tre anni fa, ma come vanno la divisione? Aiutatemi a capire.
Alto