1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Luca1978

    Luca1978 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti, con il fallimento della b&p editori e la conseguente acquisizione da parte di casa.it, mi è giunta voce che il nuovo proprietario non è intenzionato a pubblicare le riviste attico e prendicasa, soprattutto chi è già in una zona dove non ci sono riviste free quali possono essere delle alternative valide?, ovviamente intendo intercettare soprattutto il pubblico più anziano ancora legato alla rivista gratuita. Grazie a tutti.
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Guarda che Attico e Prendicasa non sono mica riviste free !
     
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Perché vuoi contribuire a fargli passare il tempo?
     
  4. Luca1978

    Luca1978 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Beh perché come ben sai i figli fan****isti sono troppo impegnati a scrivere *****e in internet e senza i soldi dei loro vecchi la casa non se la comprano più.[DOUBLEPOST=1384979441,1384979207][/DOUBLEPOST]
     
    Ultima modifica di un moderatore: 24 Novembre 2013
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
     
    Ultima modifica di un moderatore: 24 Novembre 2013
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  6. Fratini

    Fratini Membro Attivo

    Altro Professionista
    in alcune città non c'è il free press ma magari ci sono gli annunci immobiliari legati a giornali locali, in genere una volta alla settimana. Oppure c'è la free press generalista come Metro, anche in questo caso mi pare ci sia la sezione annunci una volta la settimana.

    Per "free press" si intendono riviste che le persone non pagano (da qui "free"), come Attico, Prendicasa, Solocase, ma anche giornali come "Metro", "City" (prima che chiudesse), in contrapposizione con le riviste di annunci (e non) a pagamento quali "Secondamano" o "Portaportese".
     
    Ultima modifica di un moderatore: 24 Novembre 2013
  7. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    noi abbiamo ridotto volontariamente le uscite sulle riviste e mensilmente/bimestralmente facciampo stampare 5.000 volantini che distribuiamo direttamente nelle cassette delle zone che ci interessano.
    Lato positivo:
    Minore spesa, maggiori riscontri in termini di contatti, le persone ti vedono in giro e ti identificano, si impegnano in maniera produttiva i tempi morti
    lato negativo:
    consegnare è una rottura immensa
     
    A Sim piace questo elemento.
  8. Lorenzo Oliboni

    Lorenzo Oliboni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Fratini,

    Moderiamo i toni, grazie. Siamo qui per confrontarci.
     
    A andrea boschini e Antonello piace questo messaggio.
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    se andiamo a vedere tutto è rottura, ma se hai degli obbiettivi e vedi un briciolo di risultato allora evviva la rottura. La distribuzione deve avere una sua organizzazione e deve essere controllata e pianificata sulle zone interessate. Diventa rottura senza un metodo che non porta risultati.
     
  10. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    attualmente come rapporto soldi spesi/impegno profuso è il metodo che da maggiori riscontri
     
    A Sim piace questo elemento.
  11. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Anche io ho un buon ritorno con i volantini nelle cassette: li faccio con le proposte del quartiere e su circa 800 volantini ho un ritorno di circa 10/15 contatti.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ti ho già detto sim che la percentuale di resa é alta nella tua zona. Con quelli che faccio io coprendo 20/23 comuni in proporzione dovrei mettere due linee per rispondere invece non é così.
     
  13. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    io non arrivo minimamente a quei numeri, per fare 15 contatti devo consegnarne 3.000
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    io almeno 20.000
     
  15. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ci sono state anche occasioni in cui non mi è ritornato nemmeno un contatto. Dipende dal momento in particolare, ma solitamente qualcuno si informa. Sto molto attento anche al calendario: magari li consegno verso il fine settimana così la gente potrebbe avere quei 5 minuti in più per guardare la posta. Non li consegno prima delle festività perchè si pensa a tutt'altro.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  16. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Si vero, anche se l'impresa che distribuisce se fissi i giorni costa di più!!!!!
     
  17. GestimIT

    GestimIT Membro Attivo

    Altro Professionista
    Per esperienze di clienti che usano assiduamente il metodo del volantinaggio, vi posso dire che il riscontro della distribuzione in prima persona dei volantini è più alto rispetto alla distribuzione effettuata da parte di terzi...

    Perchè? Ve lo spiego.

    Le agenzie di volantinaggio in fase di preventivo vi danno una quotazione di numero di volantini necessari a coprire la zona di vostro interesse (si chiama assorbimento).

    Di norma se le zone (evitate le case sparse nelle contrade) ha un assorbimento di 4.000 volantini, vi andranno a distribuire in fase finale circa la metà dei volantini, ovvero 1.500/2.000 pezzi.

    I volantinaggi di pochi pezzi vengono effettuati (per avere un maggior ricavo) in abbinata, ovvero insieme ad altri volantinaggi più corposi fatti sulla stessa zona.

    Se per esempio nel comune X dove dovete distribuire i vostri volantini, l'azienda distribuisce anche i volantini di un supermercato, i vostri verranno messi insieme.

    Le agenzie di volantinaggio si avvalgono principalmente di studenti universitari e di lavoratori extracomunitari che vengono drasticamente sottopagati, proprio perchè i prezzi del volantinaggio sono bassissimi e continuano a diminuire nonostante aumenti esponenzialmente il costo della benzina/gasolio per gli automezzi.

    Pertanto chi distribuisce viene pagato ad ora o a pezzi distribuiti. Più pezzi distribuiscono o più ore lavorano, più guadagnano i volantinatori.

    Pertanto i volantinatori buttano ricevono 3.000 di quei 4.000 volantini che devono distribuire, perchè 1.000 li macera direttamente l'agenzia per farci pari coi costi di carburante.

    Di questi 3.000 messi in mano ai ragazzi, solo 1.500 finiscono effettivamente nelle cassette, considerando che sempre più ci sono condomini che non accettano pubblicità.

    Detto questo, se su 4.000 volantini che pensate di aver distribuito ottenete solo 40 telefonate, non state ottenendo un 1% di ritorno, bensì un 2% effettivo.

    Chi invece si stampa 800 volantini e se li porta da solo, se li suda, se li paga e li distribuisce fino all'ultimo.

    Ovviamente non tutte le agenzie di volantinaggio lavorano in questo modo, ma se volete togliervi uno sfizio, provate a seguire un paio d'ore uno dei volantinatori.... ;)
     
    A Sim e Tobia piace questo messaggio.
  18. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    Ho avuto una piccola e unica esperienza da privato che ha commissionato una distribuzione di 10.000 volantini nella mia zona: non hanno neanche avuto la furbizia di mettere il volantino nella MIA cassetta della posta e a nessuno del mio condominio. Ovviamente abito nella zona che avevo commissionato.
    :disappunto:
     
    A Sim piace questo elemento.
  19. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Circa 15 anni fa anche io ho consegnato volantini e per quanto fossi professionale già allora non buttando mai nulla, ma consegnando a tutti i condomini, mi rendevo conto che tanti ne tornavano indietro in quando la zona non assorbiva tutta la stampa.
     
  20. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Nel 2004 facemmo HOrisolto, un tabloid di 4 pagine in quadricromia (registrato negli elenchi speciali).

    35mila famiglie il target, 35mila copie stampate, distribuite con la posta, a rotazione di zona.

    La prima volta ok, 126 richieste in 7 giorni e vari strascichi per diverso tempo (eravamo tanti).

    Poi sempre meno, ai numeri seguenti che stampavamo trimestralmente, o giù di li.

    Usavamo stampare a rotazione di zona in modo da colpire una zona una volta l'anno e non dover stampare troppo...

    Alla fine ci telefonò un signore di un condominio e ci disse di aver visto il postino buttare i pacchi dopo averne lasciato un INTERO (100 copie) presso il loro condominio.

    A indagini si seppe che ben poche copie della distribuzione avevano raggiunto destinazione, molte venivano messe al macero addirittura prima di venir messe in circolazione (sono state ritrovate nei magazzini a prato).

    Minaccia di causa alle poste con transazione a nostro favore: distribuzione gratuita per il prossimo giro.

    Ho smesso di servirmi di poste, del tutto, senza nemmeno riscuotere la transazione, il danno di immagine e il disturbo ai clienti era maggiore del guadagno in termini di contatti, che a dire il vero mi bastarono.

    Provato distribuzione privata... non mi piaceva per sovraffolamento delle cassette pubblicità, poi la posta inviava agli indirizzi... altra qualità nominale... abbandonato progetto in favore di altre operazioni.
     
    A Sim piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina