• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

artemis

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno,
Circa dieci giorni fa abbiamo visionato una casa che era stata messa in vendita dal proprietari con due agenzia. Chiaramente, abbiamo visitato l'appartamento per 3 volte in una settimana solo con una delle due agenzie e, successivamente, abbiamo presentato al proprietario una proposta con validità tre giorni. il giorno successivo la proposta è stata rifiutata e lo stesso giorno abbiamo rialzato la nostra offerta iniziale con validità tre giorni.
Nel frattempo, abbiamo richiesto che anche l'altra agenzia sospendesse visite ed eventuali proposte e ci è stato garantito che sarebbe stata esaminata una sola proposta alla volta. Purtroppo, da una agile telefonata, abbiamo capito che in realtà l'altra agenzia non aveva sospeso nulla, ma ad eventuali interessati suggeriva di proporre velocemente una cifra di poco più alta della nostra, addirittura dicendo: fai la proposta domani e la casa sarà tua...
il proprietario ha accettato verbalmente la nostra proposta tre giorni fa (era all'estero) informandoci anche di una cabina armadio non conforme che avremmo dovuto sistemare a nostre spese. Accettiamo e formuliamo una nuova proposta scritta, con il prezzo già concordato verbalmente, l'indicazione della regolarizzazione cabina armadio ed un piccolo chiarimento sulle spese condominiali. Ieri (1 giorno dopo), l'agenzia cui ci siamo rivolti ci contatta e ci dice che l'appartamento è stato venduto ad un terzo dall'altra agenzia...
Il comportamento del proprietario, nonchè dell'altra agenzia è scorretto? è possible fare qualcosa?
 

Dalila_1

Membro Junior
Privato Cittadino
L'accettazione del venditore deve essere fatta per iscritto, a voce non ha valore.
Non capisco perché si dovrebbe esaminare solo una proposta alla volta, mi sembra più corretto che il venditore conosca tutte le proposte e scelga quella per lui più vantaggiosa. L'agenzia non si è comportata molto bene, ma non perché non ha sospeso le visite, ma perché ti ha detto che l'avrebbe fatto; ma non credo tu ci possa fare nulla, se non evitarla in futuro.
 

artemis

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Certamente capisco che l'accettazione ha valore solo per iscritto, ma visto che stavamo trattando e che il prezzo più alto che (pare) essere stato accettato è di poco più alto del nostro, mi sarebbe sembrato quantomento corretto informarci e permetterci di decidere se arrivare a quel prezzo. Cosa che avremmo fatto peraltro. Sinceramente, mi è sempre stato detto che quando si apre una trattativa mediante una proposta scritta le visite si sospendono. in questo caso sembra ci abbiano usato come lepre. la buona fede precontrattuale esiste nel codice civile.... qui sembra il mercato del pesce. nessuna regola e nessuna tutela
 

Dalila_1

Membro Junior
Privato Cittadino
Come acquirente ho avuto l'esperienza opposta alla tua. Vale a dire, l'agenzia immobiliare mi ha impedito di fare una proposta perchè aveva ricevuto un'altra proposta un paio di ore prima. A me è sembrato molto scorretto, avrebbe dovuto decidere il venditore quale proposta preferiva, e non l'agenzia.
La verità è che noi clienti non riusciamo mai ad avere un'idea chiara di quello che sta succedendo, io personalmente mi sono sentita trattata come un burattino ("sì venga, no non venga, c'è una proposta, la proposta non c'è più,..."). E' una brutta situazione, paghiamo migliaia di euro di provvigioni e siamo in balia delle mezze frasi dette a voce.
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Sono situazioni spiacevoli che tuttavia possono capitare quando uno stesso immobile viene messo in vendita contemporaneamente presso più agenzie e quando le trattaive non avvengono per iscritto ma a voce.

La "colpa" dell'agenzia, se così vogliamo chiamarla, è quella d'essere stata disposta a trattare un immobile senza esclusiva.
Quando accade (che si accetti di trattare un immobile senza esclusiva) possono accadere cose come quelle da te descritte (il che non è neppure la cosa peggiore, per quanto spiacevole, che possa capitare).

A quanto pare, chiedere alla seconda agenzia di sospendere le visite a motivo della tua trattativa, ha sortito l'effetto contrario da quello da te sperato, ovvero la seconda agenzia ha colto l'occasione di spingere l'immobile sapendo di avere le ore contate (ed ha avuto successo).

Infine, come recita il proverbio, "il terzo a goduto" (ovvero il proprietario ha ottenuto il massimo dalla vendita).
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Buongiorno,
Circa dieci giorni fa abbiamo visionato una casa che era stata messa in vendita dal proprietari con due agenzia. Chiaramente, abbiamo visitato l'appartamento per 3 volte in una settimana solo con una delle due agenzie e, successivamente, abbiamo presentato al proprietario una proposta con validità tre giorni. il giorno successivo la proposta è stata rifiutata e lo stesso giorno abbiamo rialzato la nostra offerta iniziale con validità tre giorni.
Nel frattempo, abbiamo richiesto che anche l'altra agenzia sospendesse visite ed eventuali proposte e ci è stato garantito che sarebbe stata esaminata una sola proposta alla volta. Purtroppo, da una agile telefonata, abbiamo capito che in realtà l'altra agenzia non aveva sospeso nulla, ma ad eventuali interessati suggeriva di proporre velocemente una cifra di poco più alta della nostra, addirittura dicendo: fai la proposta domani e la casa sarà tua...
il proprietario ha accettato verbalmente la nostra proposta tre giorni fa (era all'estero) informandoci anche di una cabina armadio non conforme che avremmo dovuto sistemare a nostre spese. Accettiamo e formuliamo una nuova proposta scritta, con il prezzo già concordato verbalmente, l'indicazione della regolarizzazione cabina armadio ed un piccolo chiarimento sulle spese condominiali. Ieri (1 giorno dopo), l'agenzia cui ci siamo rivolti ci contatta e ci dice che l'appartamento è stato venduto ad un terzo dall'altra agenzia...
Il comportamento del proprietario, nonchè dell'altra agenzia è scorretto? è possible fare qualcosa?
Generalmente un'agenzia può scegliere di interrompere le visite dell'immobile nel momento in cui ritiri una proposta. Lo si fa in quanto una proposta rappresenta l'inzio di una trattativa che magari si concluderà qualche giorno dopo ad un prezzo diverso sia da quello inizialmente offerto dall'acquirente, sia da quello inizialmente auspicato dal venditore.

Dal mio punto di vista, escludere ulteriori proposte significa portare avanti una sola trattativa per volta sino al suo compimento premiando chi per primo abbia deciso di mettere nero su bianco e senza nascondere al venditore la presenza di altri interessamenti alternativi.

Se la trattativa non andasse a buon fine... sotto a chi tocca... si procede con una nuova trattativa.

Naturalmente questo modus operandi è il mio e non è detto neppure che sia quello più utilizzato od il più corretto. E' quello che, nella mia esperienza, evita le frustrazioni degli acquirenti e permette quanto meno una gestione omogenea delle trattative.

Ovviamente se l'immobile è gestito da più agenzie in antagonismo tra loro è normale che ciascuna di esse lavori per concludere la propria trattativa a discapito dell'altra e quando ci sono più proposte presentate da diversi soggetti preferisco che sia il venditore ad effettuare una controproposta scritta.

In caso contrario so io per primo che si tratterà di un terno al lotto e non sempre verrà preferita l'offerta economicamente più elevata, andandosi a sovrapporre molteplici questioni (la data della consegna, le modalità di pagamento, la subordinazione ad un mutuo, la simpatia dei clienti, la capacità di persuasione dell'agente... ).
 

artemis

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Come acquirente ho avuto l'esperienza opposta alla tua. Vale a dire, l'agenzia immobiliare mi ha impedito di fare una proposta perchè aveva ricevuto un'altra proposta un paio di ore prima. A me è sembrato molto scorretto, avrebbe dovuto decidere il venditore quale proposta preferiva, e non l'agenzia.
La verità è che noi clienti non riusciamo mai ad avere un'idea chiara di quello che sta succedendo, io personalmente mi sono sentita trattata come un burattino ("sì venga, no non venga, c'è una proposta, la proposta non c'è più,..."). E' una brutta situazione, paghiamo migliaia di euro di provvigioni e siamo in balia delle mezze frasi dette a voce.
Mi è successo anche quanto da te riportato circa un mese fa con una altra casa. Mi spiace abbiamo ricevuto una offerta ieri quindi ciao...
il punto è che non capisco come muovermi, se ci sono errori da parte nostra o se, come mi sembra, è la giungla in cui non esiste un modo di operare chiaro e corretto
 

D3rivato

Membro Attivo
Mediatore Creditizio
Contano i soldi, se aveste fatto un'offerta a prezzo pieno a quest'ora non saresti qui ad abbaiare alla luna. Non era l'immobile della tua vita, mettitela via e cerca altro. Non è una giungla, in assenza di proposte accettate dalla controparte è il rischio del gioco. Quando restate a bocca a asciutta venite tutti qui a lamentarvi come se fosse l'agente ad accettare la proposta, invece decide il venditore
 

artemis

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Cosa significa fare le offerte a prezzo pieno?
ho offerto il prezzo che mi ha indicato l'agenzia cui ci eravamo rivolti. l'agenzia mi ha sempre suggerito di trattare il prezzo richiesto per tutti gli immobili che ho visto l'agente indica trattabile, tutto si tratta, ecc. a volte anche dicendo che si rendeva conto che il prezzo con cui la casa era fuori non era corretto e che a tot. l'avrebbero comunque venduta.
 

D3rivato

Membro Attivo
Mediatore Creditizio
È andata così, cerca altro. Quando non c'è l'esclusiva sono scenari possibili. Troverai di meglio. Non avevi una proposta accettata, non si capisce cosa vuoi
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Purtroppo, nessuno è nella mente dei proprietari, anche se a volte lo si crede.

Ci sono state volte in cui un proprietario ha accettato una offerta che io ritenevo poco credibile e molte altre volte in cui i proprietari non hanno accettato cifre molto vicine a quella richiesta.

Certo che se l'immobile ce l'hanno due o più agenzie, quello che è successo a te è probabile.
 

francesca63

Membro Assiduo
Privato Cittadino
frattempo, abbiamo richiesto che anche l'altra agenzia sospendesse visite ed eventuali proposte
Sinceramente, mi è sempre stato detto che quando si apre una trattativa mediante una proposta scritta le visite si sospendono
E per quale motivo un’agenzia che non ha avuto a che fare con te, dovrebbe assecondare le tue richieste ?
L’agenzia con cui avete fatto la proposta si è fidata del venditore, e ha fatto male: avrebbe dovuto far firmare al venditore una controproposta irrevocabile, voi avreste accettato quella, e avreste potuto comprare.
Ma il problema è che varie agenzie trattavano lo stesso immobile, e l’unico modo per essere certi di comprare (salvo il venditore non voglia più vendere), è quello di offrire tutta la cifra richiesta.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
qui sembra il mercato del pesce. nessuna regola e nessuna tutela
Siete andati tre volte.
Poi due volte avete fatto la proposta.

Indubbiamente avete cincischiato troppo.

Voi e il vostro intermediario.

Che vi ha sorpassato sulle orecchie.
Che doveva fare..?
Evitare di fare il suo lavoro..?

La verità è che noi clienti non riusciamo mai ad avere un'idea chiara di quello che sta succedendo,
Vero e’ il contrario.
Cioe’ Che voi clienti acquirenti sovente volete sapere una pagina piu del libro.

Nella sceneggiata della compravendita il costume dell’acquirente rappresenta colui che ha in mano i soldi.
Spesso Vi preoccupate troppo di adempimenti che non competono a voi.

La tua vicenda sara’ pure conversa a questa.

Che invece di un mediatore hai trovato uno di quei ciabattini pieni di etica.
Convinti di essere altamente professionali, quando vanno a svegliare i clienti che dormono nel bosco, invece di concludere l’affare con quello piu desto ed ardente, che si trovavano di fronte.

Tuttavia entrambe le vicende sono figlie dello stesso errore.
La titubanza.

Visite eccessive, controlli scrupolosi in momenti inopportuni, spesso preceduti da proposte respinte cinque minuti dopo averle espresse.

L’intermediario sta’ li’ per vendervi.
Se la casa e’ contesa qualsiasi agente informerebbe il proprio cliente della circostanza.
La verita’ e’ che molti di voi hanno paura di perdere la caparra.
Altri sono convinti che la loro proposta sara’ accettata sedutastante.
Scatenando la rivalsa del venditore che fino alla firma rimane uccel di bosco.
 

Dalila_1

Membro Junior
Privato Cittadino
Vero e’ il contrario.
Cioe’ Che voi clienti acquirenti sovente volete sapere una pagina piu del libro.

Nella sceneggiata della compravendita il costume dell’acquirente rappresenta colui che ha in mano i soldi.
Spesso Vi preoccupate troppo di adempimenti che non competono a voi.

La tua vicenda sara’ pure conversa a questa.

Che invece di un mediatore hai trovato uno di quei ciabattini pieni di etica.
Convinti di essere altamente professionali, quando vanno a svegliare i clienti che dormono nel bosco, invece di concludere l’affare con quello piu desto ed ardente, che si trovavano di fronte.

Tuttavia entrambe le vicende sono figlie dello stesso errore.
La titubanza.

Visite eccessive, controlli scrupolosi in momenti inopportuni, spesso preceduti da proposte respinte cinque minuti dopo averle espresse.

L’intermediario sta’ li’ per vendervi.
Se la casa e’ contesa qualsiasi agente informerebbe il proprio cliente della circostanza.
La verita’ e’ che molti di voi hanno paura di perdere la caparra.
Altri sono convinti che la loro proposta sara’ accettata sedutastante.
Scatenando la rivalsa del venditore che fino alla firma rimane uccel di bosco.
Bah, come difesa mi pare un po' debole. E poco rispettosa di noi clienti (dubbiosi, fastidiosi, pieni di domande, siamo davvero brutte persone).
Nelle mie conoscenze non c'è nessuno che abbia mai detto di aver ben speso i soldi pagati per la provvigione. Ma tanto non ve ne importa nulla.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

VINCENZODIVAIO79 ha scritto sul profilo di Kurt.
buona sera in riferimento alle riparazioni impianto centralizzato, diramazione in casa pare sia a carico del condomino, ma in caso di assenza di chiavi per chiudere diramazione (impianto storico) è sempre al carico del condomino?
io sono vittima chi mi deve risarcire?tutti fuggono
Alto