1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fiore70

    fiore70 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Sono arrivata da poco sul vostro forum quasi per caso perchè in cerca di risposta a quesiti per me "irrisolvibili"e vi faccio i complimenti perchè sto imparando un sacco di cose.


    Posso chiedere se ho capito bene da qualche post letto qui sul forum che se uno dei 2 coniugi (io) possiede un appartamento acquistato (in data antecedente al matrimonio (10 anni prima non ci conoscevamo nemmeno) e abbiamo la separazione dei beni, l'altro coniuge può acquistare un appartamento (da solo) con le agevolazioni prima casa? (ovviamente poi ci andrà a risiedere con me e i figli)


    Il fatto che lui non ha mai usufruito di agevolazioni prima casa e che intesterebbe il mutuo a lui soltanto e che noi non siamo in comunione ma in separazione dei beni può essere sufficiente?


    Non vogliamo fare i furbi ma cercare di riparare a un casino fatto dai miei genitori che hanno avuto 20 anni fa l' idea brillante di intestare a me la casa che hanno acquistato ma ci abitano loro (per questo pago pure IMU seconda casa!) ovviamente cosi di fatto hanno potato a me e mio marito qualsiasi possibilità di acquistare una casa senza farmi svenare dalle tasse... ovvio un giorno (+ tardi possibile) mi ritroverò con la casa già intestata a me ma per ora sono condannata con la mia famiglia all’affitto… o a rimetterci 15-20 mila € (se ho fatto i conti bene) e purtroppo visto le nostre finanze non floridissime sarebbe un salasso.


    In caso di risposta affermativa avrei una ulteriore curiosità:

    E se la casa venisse intestata per una piccola percentuale pure a me??

    Pagherei io tasse/notaio etc seconda casa sulla mia percentuale e lui come prima casa o a quel punto se io entro in gioco mando a “carte e 48” tutto???

    Il fatto è che quel poco liquido che c’è è mio e, ok l’amore e il rispetto, ma non si sa mai che il marito un giorno decida di andarsene con tutta la casa….


    Grazie dell’aiuto.
     
  2. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Ti hanno regalato la casa e ti lamenti pure? Strano il mondo......... Se non vuoi pagare l' IMU come seconda casa basta spostare la residenza........

    Smoker
     
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    si pagherai come seconda casa in funzione della tua percentuale.

    si
    dei regali si può disporre in questo caso no.
     
  4. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    mai dire mai............

    Smoker
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Puoi intestarti anche solo l'1%, che è sufficiente perchè tuo marito non possa disporre autonomamente dell'immobile.
     
    A francesca7 e Rosa1968 piace questo messaggio.
  6. Abakab

    Abakab Ospite

    Informati bene in Comune, non dovresti.
    (Utilizzo di parenti stretti come dimora principale)

    i comuni possono equiparare all’abitazione principale, ai fini dell’applicazione della suddetta imposta, le unità immobiliari e relative pertinenze, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo dell’imposta a parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 7 Marzo 2014
  7. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    E' il possono che frega..... Devo ancora vedere un comune che rinuncia a delle entrate :)
     
  8. Abakab

    Abakab Ospite

    Vero anche questo .. ma meglio informarsi .. magari è un Comune .. fuori dal comune!! :D
     
    A od1n0 piace questo elemento.
  9. fiore70

    fiore70 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Intanto grazie delle vostre risposte.
    Chiedo scusa se mi sono spiegata male (non è che sia facile in poche parole spiegare concetti un po' vasti... o forse sono io che non mi so spiegare)
    Preciso:
    Nn è che mi lamento che mi hanno intestato la casa, gliene sono grata e spero di entrarne in possesso il + tardi possibile visto che comunque avendola pagata loro (anzi mia mamma ma questa è un'altra storia anche se c'entra molto con il fatto che è stata poi intestata a me e non a lei o a loro 2) ci abiteranno finchè vivranno spero a lungo...
    Il fatto è che si poteva optare per altre strade di intestazione che non mi avrebbero precluso il fatto di trovarmi a 43 anni a non poter comprare casa o doverlo fare pagando + soldi che faccio fatica a mettere insieme...

    Per l'IMU nel mio comune (bologna) per chi è proprietario di una casa che ha dato a parenti (non mi ricordo fino a quale grado) che la utilizzano come abitazione principale a condizione che NON possieda nessuna altro immobile come me (e non goda della medesima agevolazione relativamente a una ulteriore abitazione) l'IMU è agevolato al 0,76 (+ basso del 1,06)... e preciso che non basta spostare la residenza per non pagare come seconda casa (infatti io non risiedo in quella casa) visto che la proprietà è la mia e i miei genitori non hanno nessun contratto di affitto o altro usufrutto dell'appartamento (se poi gli facessi un contratto di affitto, fermo restando che oltretutto, giustamente,non mi darebbero un soldo non pagherei comunque IMU seconda casa??)

    Ci eravamo informati anche per una donazione (scartata per ovvi motivi che avete spiegato molto bene anche qui sul forum) o per una "rivendita" a loro ma con le nuove leggi ci dovrebbe essere lo spostamento fisico del denaro dell'acquisto e i miei ora non possiedono tutti quei soldi per fare la transazione (tra l'altro ci si ripagherebbe da capo tutte le tasse).

    Ecco perchè l'idea di intestarla al marito visto che abbiamo la separazione... però una piccola percentuale l'avrei comunque voluta intestare a me... per il non si sa mai (l'amore può non essere eterno lo sappiamo tutti) e poi la parte del denaro extra mutuo è unicamente mia...

    Per la separazione dei beni ricordo che l'abbiamo fatta quando ci siamo sposati (anche perchè mio marito è un artigiano) ma non vorrei sbagliare, dove si può controllare che sia effettivaemnte così?
    Grazie ancora di tutto, continuerò comunque a leggervi siete utilissimi!!!
     
  10. Abakab

    Abakab Ospite

    Un contratto in comodato d'uso gratuito regolarizzerebbe il tutto .. ma informati in Comune.
     
  11. fiore70

    fiore70 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Purtroppo non serve per essere considerata IMU prima casa per quelli che ci abitano...

    Cito testualmente dal sito del comune di Bologna:
    Aliquota IMU 0,76: (e ringraziare perchè è agevolata rispetto al 1,06!!!:shock:)
    relativamente all'abitazione (ed alle pertinenze ammesse) concessa in uso gratuito ai parenti ed affini di 1° grado in linea retta che la utilizzino come abitazione principale, a condizione che il soggetto passivo di imposta non sia titolare del diritto di proprietà o di un altro diritto reale sull’immobile destinato a propria abitazione principale e che non goda già della medesima agevolazione relativamente ad un'ulteriore abitazione


    Praticamente una sola casa in famiglia fra me e loro e paghiamo IMU seconda casa... ben 800 e passa € per una appartamentino popolare di 60 mq... capisco se ci fosse un'altra casa ma con una sola casa mi sembra davvero assurdo... solo in Italia possono succedere certe cose!!

    Mi sapete dire dove si controlla se siamo veramente in separazione dei beni che non vorrei avere sorprese all'ultimo? :shock:
    Grazie ancora!:applauso: :fiore:
     
  12. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Se ti sei sposata dopo il 20 settembre 1975 e non hai fatto nessun accordo diverso sei in comunione dei beni.Prima sei in separazione.
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'atto dove risulta il regime dei beni è l'estratto dell'atto di matrimonio, non il certificato, che puoi chiedere all'anagrafe.
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    si chiama estratto per sunto di matrimonio e si chiede nel comune dove ti sei sposata.
     
  15. 8avogrado

    8avogrado Membro Junior

    Altro Professionista
    Salve,leggevo il tuo post,allora la mia idea è questa:
    Per poter usufruire dei benifici prima casa è necessario che il proprieatrio non sia proprietario di nessun abitazione su tutto il territorio nazionale,pertanto tuo marito può tranquillamente acquistare un'abitazione con benefici prima casa,ovvimente per avere i benifici IMU,bisognerà anche trasferire la residenza.
    per quanto riguarda la tua posizione,ho una domanda:
    la casa dei tuoi genitori è intestata a te nella qualità di nuda proprietà o usufrutto?,perchè se tu sei nuda proprietaria l'IMU la dovrebbe pagare l'usufruttuario con tutte le spese connesse,tu hai il solo vantaggio di consolidare l'usufrutto con la nuda proprietà al momento della morte dei tuoi genitori e senza altre spese notarili,(cioè no sarà necessario un successivo atto di trasferimento),se le cose stanno così non divresti preoccuparti di nulla,tu un domani dovrai pagare l'IMU(se esisterà o come si chiamerà)come seconda casa,visto che intanto tuo marito ha già acquistato una casa
    inoltre per legare le sorti dell'acquisto della casa di tuo marito con te,vista la separazione dei beni,potresti ada esempio optare per la cointestazione del mutuo.
    Ma se posso permettermi esiste anche una terza via,il c.d. "fondo patrimoniale",il fondo patrimoniale,è un istituto giuridico,che consente di intestare beni mobili o immobili alle esigenze della famiglia,può essere istituito pattizziamente,anche tramite successione o donazione ed è indipendente dal regime patrimoniale scelto dai coniugi (comunione o separazione)prova a verificare questa strada.
    Saluti
    Antonio
     
  16. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io penso che la casa dei genitori sia intestata a lei completamente, come si è fatto tante volte anni fa da chi non guardava al futuro...

    Se non è proprietaria, almeno in quota, anche se fosse cointestataria del mutuo, avrebbe dei problemi....

    Perchè fare un fondo patrimoniale, che potrebbe creare problemi nel momento in cui volessero rivendere ?
     
  17. 8avogrado

    8avogrado Membro Junior

    Altro Professionista
    ma il fondo patrimoniale non crea nessun problema,la signora ritiene di non nessere tutelata all'acquisto della casa,in caso di seprazione e con il suo intervento economico.a questo punto si può optare per un fondo patrimoniale che viene annotato nei registri dello stato civile,in questo modo in caso di vendita avrà diritto alla sua quota.[DOUBLEPOST=1394294412,1394294347][/DOUBLEPOST]quando si vende un bene sottoposto al vincolo del fondo patrimoniale basta cancellare l'annotazione del bene dal registro
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina