1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Medsim

    Medsim Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vorrei affrontare una volta per tutte e seriamente questo argomento, ci assegnano ogni anno nuove incombenze e responsabilità in questa delicata professione ma mai un riconoscimento che ci tuteli.

    L'istituzione di un albo professionale potrebbe permetterci di lavorare in modo chiaro sia con la parte venditrice che con quella acquirente e fare in modo che la nostra figura professionale venga riconosciuta per quello che è e per la preparazione che richiede?

    Tenendo conto che un albo professionale permetterebbe un maggior controllo su chi svolge questa professione lasciando meno spazio agli improvvisati e sopratutto permetterebbe di creare una sorta di praticantato per chi accede a questo lavoro.

    Vorrei sapere voi cosa ne pensate e se un giorno riusciremo ad arrivare a questo.
     
  2. tosca

    tosca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sono perfettamente d'accordo con te. Però cerchiamo di ragionare!! Ammesso che riusciamo ad ottenere l'albo professionale, pensi che questo è sufficiente ad eliminare la piaga degli abusivi? Guarda che gli strumenti
    per poter denunciare queste persone esistono già, solo che si fa finta di niente e nessuno ha il coraggio di attuarle. Ricordati che ci saranno sempre i furbi, i disonesti, gli improvvisati e tanti altri che a vario titolo operano in questo settore senza averne il diritto e le capacità. Dico persino che a volte gli stessi agenti immobiliari (non tutti per fortuna) cooperano con queste persone e si dividono la mediazione. Guarda che questi girano e brigano in veste di segnalatori. Quando poi succede qualche guaio a danno dei clienti,questi si eclissano e non si fanno più vedere per un certo tempo. Negano di aver mai fatto da mediatori e così via.
    Poi sono gli stessi che parlano male delle agenzie immobiliari, parlano che le cose nin italia vanno male etc etc.
     
  3. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Purtroppo e' un sogno irrealizzabile, in quanto come sai volevano, ed ancora non e' del tutto escluso togliere anche il ruolo.
    Gira con la dicitura privatizzazione, e concorrenzialita', la storia dell'abolizione di tutti li albi.
    Anche su questo non ci siamo mai battuti veramente, e le nostre associazioni men che mai.
    Soltanto la nostra chiara unione potra' portare a dei risultati, che chiaramewnte dovrebbero portare ad un riconoscimento giuridico, insieme alle incombenze, di una nostra partecipazione obbligatoria alle compravendite come lo e' per i Notai.
    Speriamo di poter combattere per questo, tutti uniti e tutti insi9eme, sperando che non saranno un gruppetto di sopravvissuti a cercare di farlo.
    Cordialemnte
    Noel
     
  4. Id0

    Id0 Ospite

    Più che un ruolo o un albo servirebbero regole certe, requisiti certi, punizioni certe, iter certi e diritto certo. :D

    Questi, se esistessero, sopperirebbero a qualsiasi cosa.

    Il problema è che in italia questa cosa, che sarebbe al contrario dell'albo possibile e addirittura richiesta anche dall'europa, è ancora più utopica dell'albo.. :D
     
  5. Medsim

    Medsim Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Purtroppo noelferra sono molto scontento di come le associazioni di categoria, FIMAA, FIAIP e via dicendo, tutelano i nostri interessi.

    Più di una volta ho sentito il presidente FIMAA della mia provincia caldeggiare l'ipotesi di sostenere una creazione di un albo professionale dei mediatori immobiliari. Peccato che si tratti solo di belle parole ma da qui a giungere ai fatti ne passa.

    Dovremmo unire i nostri sforzi per ottenere degli obiettivi che possano giovare alla nostra categoria, il fatto è che molti nostri colleghi sembrano più interessati a quello che accade nel proprio orticello piuttosto che vedere la situazione sotto un punto di vista più ampio ed assumere atteggiamenti lungimiranti per tutta la categoria.
     
  6. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Vero MEDSIM, ma bisogna sempre credere e sperare.
    Ci sono quelli che pensano che vivere significa essere serviti e chi crede che servendo, si migliori la vita.
    Si e' liberi di vivere come si crede , ma se si pensa solo a se stessi, non c''e soluzione ai problemi poerche' gli interessi dell'uno contrastano con quelli dell'altro.
    Infine siamo tutti sulla stessa barca e dovremmo tutti (almeno la nostra categoria) remare verso quei traguardi che se raggiunti varranno e saranno a favore di tutti.
    Cordialmente
    Noelk
    Ci riusciremo magari faremo poco , ma lo faremo
     
  7. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    A tutti noi

    Un sant'uomo ebbe un giorno da conversare con Dio e gli chiese:
    - Signore, mi piacerebbe sapere come sono il Paradiso e l'Inferno.


    - Dio condusse il sant'uomo verso due porte. Aprì una delle due e gli permise di guardare all'interno. Al centro della stanza, c'era una grandissima tavola rotonda. Al centro della tavola, si trovava un grandissimo recipiente contenente cibo dal profumo delizioso. Il sant'uomo sentì l'acquolina in bocca. Le persone sedute attorno al tavolo erano magre,
    dall'aspetto livido e malato. Avevano tutti
    l'aria affamata. Avevano dei cucchiai dai manici lunghissimi, attaccati alle loro braccia.
    Tutti potevano raggiungere il piatto di cibo e raccoglierne un po', ma poiché
    il manico del cucchiaio era più lungo del loro braccio, non potevano accostare il cibo alla bocca.
    - Il sant'uomo tremò alla vista della loro miseria e delle loro sofferenze.
    - Dio disse: Hai appena visto l'Inferno.
    - Dio e l'uomo si diressero verso la seconda porta.


    - Dio l'aprì. la scena che l'uomo vide era identica alla precedente.
    C'era la grande tavola rotonda, il recipiente colmo di cibo delizioso che gli fece ancora venire l'acquolina. Le persone intorno alla tavola avevano
    anch'esse i cucchiai dai lunghi manici. Questa volta, però, le persone erano ben nutrite e felici e conversavano tra di loro sorridendo.
    - Il sant'uomo disse a Dio: -
    Non capisco!
    - E' semplice- rispose Dio - dipende solo da un'abilità. Essi hanno appreso a nutrirsi gli uni gli
    altri mentre gli altri non pensano che a
    loro stessi. ricorda che dividerò sempre il mio cucchiaio con te!

    A me piace
    Noel
     
  8. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La conoscevo, ma è sempre bene ricordarla!
    :applauso: :applauso: :applauso: :applauso:


    ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina