• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

marco tartari

Membro Attivo
Professionista
Prima gli ex proprietari hanno fatto una proposta di acquisto con caparra di 10.000€ e contemporaneamente davanti
al notaio hanno rinunciato al diritto di abitazione, poi la proposta non è stata onorata e hanno lasciato anche i 10.0000
continuandoci ad abitare.
A aprile 2013 l'ufficiale giudiziario mi ha consegnato l'immobile, ci ho fatto qualche lavoretto con le mie forze e l'ho
messa in vendita.
A novembre ho concluso con un compratore e sono in attesa del rogito, il guadagno è stato molto buono

operazione complicata ma redditizia
Sono ritornato a rileggermi i post, in effetti
il guagagno fu elevato, anzi molto elevato.

Proprio ieri ho individuato un'altra asta con
le stesse problematiche, credo che farò
un'offerta.
 
Ultima modifica di un moderatore:

marco tartari

Membro Attivo
Professionista
in pratica può accadere che un immobile possa essere subastato gravato da diritto di abitazione.

Il diritto di abitazione non è soggetto
ne a ipoteca ne a pignoramento.

Se però l'ipoteca è precedente alla
costituzione del diritto di abitazione,
anche se il decreto di trasferimento
decrive il bene gravato dal diritto puoi
pretendere la piena proprietà.

Questo accade perchè la legge sostiene che il diritto di abitazione non è opponibile alla procedura se anteriore al pignoramento, ma lo stesso vale nel caso sopra.

Sembra una pazzia, ma questo accade.

saluti
 
Ultima modifica di un moderatore:

optimus

Membro Attivo
Privato Cittadino
Scusami ma non mi è chiara una cosa... sempre con ipotesi di vendita forzata con diritto d'abitazione trascritto prima del pignoramento ma dopo l'iscrizione ipotecaria della banca...

..se nell'avviso non viene dato cenno sulla cancellazione ed il creditore non fà valere il suo diritto di vendita della cosa libera da tutto, e dopo l'aggiudicazione viene firmato dal giudice il decreto di trasferimento senza alcun cenno sulla cancellazione della trascrizione del diritto d'abitazione, ed ancora gli inquilini titolari di tale diritto non accettano alcun accordo economico per la rinuncia dello stesso, come si procede in questi casi? serve fare una causa oppure è percorribile un'altra strada tramite la stessa procedura?
 

marco tartari

Membro Attivo
Professionista
devi fare una causa , ma il gioco vale la candela,
generalmente in questo caso si acquista a quattro soldi e si fanno ottimi affari, la vittoria e certa
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

manukka ha scritto sul profilo di John S..
john S. ho bisogno di parlarti sto in una situazione simile alla tua mio padre finge volere aiutare e vuole vendere casa . lui non si é mai interessato scrivimi su facebook ok? https://www.facebook.com/manuela.amari.92
StefyC88 ha scritto sul profilo di Fran77.
Certamente! Senza problemi mi puoi contattare in privato, non ti nego che conosco il Salento, anche perché sono Pugliese, più specificatamente di Foggia, ma vivo a Roma, quindi sarebbe magnifico se potessimo collaborare insieme. Aspetto tue notizie! A presto
Alto