1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Tarcus

    Tarcus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Chiedo aiuto al forum:Una unità immobiliare in cat C2 ha rendita catastale 379,29.Se trasferisco la cat in C1, di quanto mi aumenterà la rendita catastale?
    Grazie in anticipo per la risposta
     
  2. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non è facile risponderti a distanza: la rendita catastale è il prodotto della consistenza dell'u.i. (nel tuo caso i mq) per la tariffa applicata ad ogni categoria (€/mq). Questa tariffa varia da comune a comune, ed è pubblicata sulla G.U.
    Puoi andare in comune: forse ti sanno dire quale tariffa si deve applicare. Oppure avere un esempio di C1, da cui ricavare il parametro necessario.
     
  3. carbisig

    carbisig Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Premesso che le Unità Immobiliari in Categoria C hanno l' unità di misura della Consistenza in mq di superficie e ipotizzando che la Consistenza rimanga la stessa al passaggio da C/2 a C/1, la Formula per calcolare l'Aumento della nuova Rendita Catastale è:

    Aumento = 379,29*(TariffaClasseC1/TariffaClasseC2 – 1)

    dove TariffaClasseC1 è la Tariffa d'estimo della nuova Classe in Categoria C/1 e

    TariffaClasseC2 è la Tariffa d'estimo della vecchia classe in Categoria C/2.

    Per la Rendita Catastale ecc.. rimane valido quanto ha già detto Bastimento.
     
    A Much More piace questo elemento.
  4. Tarcus

    Tarcus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Da quello che mi dice bastimento se prendo come base un altro immobile in cat C1 di altri conosco tenendo conto che 122 mq. mi portano a una rendita catastale di 1871,00 e la rendita di 379,29 mi deriva da un immobile di 136 mq.tenuto conto che i mq. sono sempre gli stessi, applico la proporzione 122:1871=136:x segue che x=(136*1871)/122 il calcolo mi dovrebbe restituire la nuova rendita catastale = 2.085,7.

    Se non ho fatto errori dovrebbe essere verosimilmente la risp. al mio quesito

    Ringrazio vivamente per lo spunto e saluto. Aldo
     
  5. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    La scrittura della proporzionone non è corretta, ma il calcolo di x è giusto. 2085.7 è grosso modo il valore che cercavi: con qualche avvertenza.
    In alcune grandi città, gli estimi possono cambiare in funzione della zona censuaria, (es. un negozio in via Condotti a Roma, potrebbe avere una tariffa diversa da quella di una borgata di periferia). Poi a parità di categoria C1, potrebbero esserci più classi differenti, con tariffe diverse: non penso però sia il tuo caso.
    Non è detto poi che si considerino i mq reali netti: la cosiddetta consistenza è la somma dei mq di negozio effettivo + una % dei mq del retro e dei servizi ecc. Quindi è un numero che non corrisponde esattamente alla effettiva superficie.
    Es.: se nei 136 mq, si dichiara 100 mq l'area di vendita, e 36 mq l'area di retro magazzino, la consistenza finale sarebbe 100+36/2 mq. = 118 mq

    Calcolo della consistenza per il Gruppo "C"

    La consistenza delle unità di questo Gruppo, ai sensi dell’art.49 del DPR 1142/49, si calcola a metro quadrato di superficie commerciale dei locali principali ed accessori che costituiscono l'unità, alla quale deve essere aggiunto il 25% della superficie degli accessori indiretti(cantine, soffitte, rustici, ecc.),e il 10% delle aree scoperte di pertinenza.

    Nel caso di unità censibili nella cat.C/1,alla superficie del vano principale dove si svolge la vendita, deve essere aggiunto il 50% di quella del retro, il 25% delle cantine e simili, il 10% di balconi e terrazze e il 20% delle aree di pertinenza.

    Le consistenze così ottenute, devono essere maggiorate per utilità comuni fino al massimo del 10% (20% per le C/1) e quindi arrotondate al metro quadrato.

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    La scrittura giusta sarebbe:
    1871:122 = x:136
    x = 1871/122*136 = 2085,7
     
    A carbisig piace questo elemento.
  6. carbisig

    carbisig Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Concordo e aggiungo che il calcolo è valido se l'immobile C/1 si trova nella stessa zona Censuaria dell'immobile in questione C/2.

    Se invece ci sono a disposizione le Tariffe d'estimo della zona Censuaria dove è ubicato l'immobile in questione sia per C/2 che per C/1 con la stessa Consistenza, allora la formula per il calcolo della Rendita Catastale è:

    Rendita CatastaleC1 = Rendita CatastaleC2* TariffaClasseC1/TariffaClasseC2
     
  7. Tarcus

    Tarcus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ad essere sincero la proporzione da me impostata era del tipo 122:1871=136 : x.Nell'invio la coppia = x (senza spazio)mi si è trasformata in una faccina imbronciata (smile).Invertendo i medi con gli estremi il risultato non cambia come mi insegnava il Liceo Scientifico.Difatti il risultato resta invariato.Riguardo all'immobile campione trattasi di uno adiacente a quello in esame per cui il risultato ottenuto è attendibile.
    Ringrazioe saluto tutti per l'aiuto prestato. Aldo
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina