1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Salve,
    vorrei esporvi il mio problema che non mi fa piu dormire.
    Sto in affitto in un appartamento al 1° piano. Sopra di me ce un altro appartamento ma che in realtà è lo stesso (per capirci..il proprietario ha ricavato due appartamenti distinti da un complesso che in origine era un solo appartamento). Sotto di me c'è un altro appartamento di un altro proprietario (in origine doveva essere una cantina..). Ora, la canna fumaria di questi 3 appartamenti è unica e corre in verticale. Io ho pensato bene di attaccare i tubi di una stufa a legna alla "mia" canna fumaria. La mia stufa "tira" e non fa fumo. Per me la stufa funzionava ed ho installato il tutto (chiedendo l'autorizzazione al mio padrone di casa). Pochi giorni fa è salito il tipo che mi abita di sotto chiedendomi di spegnere la stufa perchè lui sente una gran puzza di "bruciato". Lui non ha la stufa a legna, ma ha attaccatto alla "sua" canna fumaria la cappa della cucina e dice che da li gli entra la puzza. Lui non vuole tappare la sua canna, ed io non posso morire di freddo..Come devo procedere?Che devo fare?Particolare non indifferente: stiamo parlando di costruzioni vecchie, credo anni 50.

    Inoltre, l'inquilino del piano inferiore rischia di essere intossicato dal monossido di carbonio?
    Grazie mille a tutti.
     
  2. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Di solito le costruzioni vecchie, o più vecchie, non dotate di riscaldamento, avevano una canna fumaria indipendente in quasi ogni stanza.

    La canna fumaria collettiva è ammessa solo in caso di caldaie di tipo B, non dotate di ventilatore, omogenee per tipologia e potenza.

    Non è ammessa l'immissione sulla stessa canna fumaria di cappe e generatori di calore.

    Cosa immette il 3° alloggio?

    Oltre a ciò mi chiedo la regolarità della ex-cantina ad uso abitativo.

    La situazione non è delle più rosse: in caso di "incidente", le irregolarità citate peserebbero come un macigno.

    Cosa dice la proprietà?
     
    A m.barelli piace questo elemento.
  3. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    ah si, credo che tutto sia irregolare..ma stiamo parlando di abitazioni del 1400 poi ristrutturate negli anni della guerra...la ex cantina credo abbia avuto l'agibilità nel frattempo...il 3° piano non immette nulla poichè disabitato, comunque la sua canna è stata tappata... nel mio appartamento ci sono ben 3 canne fumarie ma sono state tutte tappate (stanno in quella che ora è la camera da letto). In questa situazione in cui non si riesce più a risalire alle origini della questione mi chiedevo come devo comportarmi. E' evidente che non posso procedere alla ristrutturazione di un appartamento che non è mio; dal canto suo il padrone di casa mi dice che la canna fumaria alla quale ho attaccato la mia stufa è nata per quello scopo quindi mi ha invitato a non preoccuparmi perchè il problema deve risolverlo quello di sotto che ha attaccato una cappa di cucina d una canna fumaria per l'aspirazione dei camini e/o stufe a legna. Però io intanto ho la preoccupazione di questo tizio. Può rimanere intossicato dal monossido prodotto eventualmente dalla mia stufa? Il monossido va verso il basso o eventualmente rimane nel mio appartamento?Come dovrei comportarmi secondo voi? grazie mille di cuore
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Capisco che non è una situazione di facile soluzione: ma al posto del tuo padrone di casa sarei meno tranquillo: in una casa così antica, le canne fumarie erano all'origine molto probabilmente indipendenti, ed i nostri vecchi, pur non avendo le norme UNI, non erano stupidi. Sarei propenso a pensare che purtroppo a non essere in regola sia proprio il tuo scarico: se la "tua" canna scende anche al piano sottostante, significherebbe che era al servizio nel piano basso, e non di quelli superiori. Quasi sicuramente affiancata ad essa potrebbe esserci la tua, che partirebbe dal tuo piano: non dovrebbe essere difficile rimetterla in funzione. Una verifica dal solaio e dal tetto dovrebbe dare una idea della disposizione dei camini e corrispondenti canne.
    Non so darti altro consiglio.
     
  5. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Grazie mille...pensa che il mio padrone è convintissimo che è il piano inferiore ad essersi attaccato alla sua canna. Anche se io propendo ad essere d'accordo con lui vedendo la disposizione delle case.E' evidente che quella di sotto era una cantina o un sottoscala; che avessero fatto una canna fumaria per una cantina? Concordo con te quando dci che i nostri vecchi non erano stupidi pur non avendo le norme UNI. Certo la situazione è davvero ingarbugliata. Spero solo che passi in fretta l'inverno per poter andare via perchè accendere la stufa con questo freddo solo quando si sa che quello di sotto non torna a casa non è piacevole.
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Sei sicuro che non possa essere resa agibile una canna diversa?
     
  7. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    quale canna? Se parli di quella che probabilmente dovrebbe essere a fianco a quella ora in uso, si tratterebbe di fare un lavorone...non credo proprio che il padrone sia disposto a fare un lavoro del genere per un'abitazione così vecchia..se parli di quella che io vedo tappata, beh..quella si trova in quella che ora è la camera da letto e non mi sembra il caso...la terza era il vecchio camino, quelli belli grossi che avevano i nostri nonni....e ora li c 'è la cucina!..siete molto gentili comunque!
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non conosco la situazione reale, ma utilizzare la canna fumaria del vecchio camino potrebbe essere la soluzione, se la stufa non è a km di distanza.
     
  9. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    ci avevamo pensato....ma lo scarico dell'acqua poi? dovrebbero rifare la cucina da un'altra parte...praticamente rifare casa....che ingarbugliamento...invece se facessimo tappare il "buco" della cappa a quello di sotto e fargli fare una presa d'aria esterna?.
     
  10. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Trattandosi di semplice evacuazione dei fumi della cucina, potrebbe essere una soluzione, cercando un accordo.
     
  11. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    sono già più sollevata...se si potesse risolvere così mi sembra che non ci siano grandi cose da fare...speriamo bene. Lei è molto gentile! grazie!
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  12. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Al posto di simsim valuterei anche questi aspetti

    - oltre alla differenza di pressione di cui accenno qui di seguito, i fumi della stufa sono caldi e quindi naturalmente salgono nella cappa, se non lo fanno e fuoriescono verso il basso dalla cappa della cucina del tuo vicino sottostante qualcosa non funziona come dovrebbe;
    - farei quindi verificare lo stato della canna fumaria se è libera o ostruita da nidi di uccelli o se in sommità c’è una reticella di protezione dove con il tempo si sono ormai depositate fuligine, polvere e foglie. Con l’occasione farei anche verificare che sezione ha la canna fumaria, se sia in muratura e se convenga (a carico della proprietà) intubarla con una tubazione metallica leggera e molto più liscia;
    - verificherei se la tua stufa abbia una presa d’aria alla base e se questa sia aperta e se c’è almeno un minimo di ricambio d’aria nella stanza dove sta la tua stufa. Infatti in un camino fatto veramente a regola d’arte c’è una piccola condotta di presa d’aria direttamente dall’esterno fino alla base del camino. Ciò perché la differenza di pressione, fra l’aria esterna al livello della tua stufa (maggiore) e quella dell’aria esterna a livello della sommità del camino (minore), è il motore che fa funzionare la canna fumaria
    - infine comunque valuterei se avvalermi della seguente circostanza: almeno per quel che risulta a me, non vi è alcuna normativa che disciplini lo scarico delle stufe a legna per cui tu puoi scaricare il raccordo della tua stufa direttamente a livello dell’appartamento che occupi in un qualunque punto all’esterno, che ritieni più opportuno, evitando così la canna fumaria che non funziona.

    Un saluto
     
  13. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    innanzitutto grazie per la risposta.
    Vorrei specificarle che l'inquilino sottostante non lamenta fumo, ma puzza. Assolutamente dalla cappa dell'inquilino non esce nè fumo nè fuliggine, ma solo puzza (almeno così lui sostiene, e io ci credo poichè non credo che lo dica solo per farmi dispetto...almeno spero).

    La canna fumaria è libera e tira molto bene. La mia stufa non ha prese d'aria all'esterno però nella stanza in cui è collocata c'è una finestra tipo "vasistas" che lascio sempre aperta (cioè le "alette superiori") e , inoltre, prima di andare a dormire, tolgo i paraspifferi dalla porta d'ingresso e la stufa è quasi spenta.

    Fare un buco a livello dell'appartamento non so se sia la soluzione migliore dal momento che a fianco ci sono le finestre di un 'altra casa.

    Secondo lei, in queste condizioni, l'inquilino rischia comunque di venire intossicato dal monossido?

    grazie mille per la risposta competente
     
  14. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Aggiornerei così il discorso

    - se la cappa come dici tu (sul forum si usa dare del tu) tira ed il gas monossido di carbonio esce caldo dalla tua stufa ed è spinto dalla differenza di pressione dovuta alla colonna d’aria tra sommità e base del camino, non vedo almeno in teoria perché debba scendere all’appartamento di sotto. Fra la teoria e la pratica però possono passare tante cose che al momento ci sfuggono, quindi trattandosi di argomento delicato procederei con il seguente sistema:

    - sarà già un po’ di tempo che questa situazione si prolunga quindi se non è successo niente finora, il rischio di questo spandimento di monossido di carbonio potrebbe non esserci

    - verificherei se il cattivo odore presente nella cucina del tuo vicino possa provenire dal fondo della canna fumaria nel punto più basso. Supponiamo che su questo fondo si siano depositati dei residui di fuligine e che possa esserci umidità od originata dalla condensa (se c’è) o da qualche infiltrazione dal camino. Cioè se, con il movimento verso l’alto dei tuoi fumi, nella parte più bassa della canna fumaria si potrebbe creare una depressione che porta verso l’alto e quindi a livello della cappa del tuo vicino il cattivo odore del fondo di questa cappa.

    - per sicurezza comunque potresti informarti dalle tue parti come sia possibile fare una analisi chimica dell’aria in prossimità della cappa della cucina del tuo vicino. Le possibili fonti sono: le Ditte di installazione e manutenzione caldaie (I Termoidraulici), pur andandoci cauti con la ASL potresti chiedere a loro genericamente di un laboratorio privato che possa fare questa analisi oppure infine potresti informarti presso il sito Radiofuoco di cui ti allego il link http://www.radiofuoco.com/Home/Anfus

    Un saluto
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  15. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    "Cioè se. con il movimento verso l’alto dei tuoi fumi, nella parte più bassa della canna fumaria si possa creare una depressione, che porta verso l’alto e quindi a livello della cappa del tuo vicino il cattivo odore del fondo di questa cappa." scusami non capisco molto bene. Il vicino, in realtà sta sotto di me. Se la depressione che si creerebbe porta verso l'alto i cattivi odori, lui che sta sotto come fa a sentirli? utilissimi i link che mi hai mandato. Grazie ancora!
     
  16. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Avevo presupposto che la parte terminale più bassa della canna fumaria comune fosse come una specie di V rovesciata in cui un ramo della V (più esattamente presupposto verticale) sia un prolungamento verso il basso della cappa comune e l'altro ramo della V (questo sì presupposto inclinato) sia l'innesto della cappa del tuo vicino. Cioè che la canna fumaria comune si prolungasse verso il basso oltre l'innesto in essa della cappa del tuo vicino, quindi che il fondo della canna fumaria comune sia ad una quota più bassa rispetto a quella dell'innesto della cappa del tuo vicino. Se le cose stessero effettivamente così, la depressione, pensavo, poteva fare risalire i cattivi odori dal fondo della canna fumaria comune fino all'innesto della cappa del tuo vicino.

    Un saluto
     
  17. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    ok, grazie mille. Chiarissimo. Grazie ancora! mi sei stato molto di aiuto.
    un saluto da te
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Bene i suggerimenti di barelli: una sola osservazione. L'uscita di un camino in parete normalmente non è ammessa dal regolamento d'igiene comunale, salvo deroghe se si è impossibilitati a realizzare una canna fumaria con sbocco oltre la colma del tetto.

    Non ho riferimenti certi, ma credo che in caso di deroga, lo scarico in parete dovrà rispettare come minimo le distanze da finestre ed aperture in genere richiamate dalla UNI 7129 per gli impianti a gas.

    Una ulteriore nota che può in parte tranquillizzare simsim: una buona combustione non dovrebbe produrre monossido di carbonio (CO), velenoso, ma solo anidride carbonica CO2, non tossica.
    Certo il fumo da legna non è piacevole a respirarsi: se invece l'ambiente avesse uno scarso ricambio d'aria, effettivamente la combustione potrebbe avvenire con uno scarso apporto di ossigeno, con conseguente combustione parziale, e con produzione di monossido.

    Detto questo l'ipotesi di barelli che propende ad attruibuire i cattivi odori da ristagni della base della canna fumaria, è molto verosimile, anche perchè questa sembra scendere a livello seminterrato con probabili condense od infiltrazioni: il risanamento dela stessa dovrebbe essere a cura del proprietario.
     
  19. simsim

    simsim Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    grazie mille a tutti,
    non sapete quanto mi siete d'aiuto.
    Grazie mille
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina