1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. PatriziaM

    PatriziaM Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera, sono Patrizia nuova del forum!
    ho messo in vendita casa mia e l'agente ha segnato sulla proposta di acquisto "arredata" per evitare la discarica. Io non ero presente quel giorno ma ho firmato il compromesso. Tra tutti gli arredi che la compongono, mi sarei portata nella nuova la mia camera da letto (letto + armadio+ tavolo computer e piccola libreria) e il mobile bagno che ha un lavello incassato (questioni affettive). La mia attuale casa resterebbe qui con un secondo bagno completo, due letti accoppiabili, una libreria modulare, tavolo e sedie, cucina e lavatrice e due mobiletti per il bagno e varie mensole e mobiletti. Io la considero arredata e vivibile. La coppia che ci entrerà ha però acquistato dall'agente che l'ha fatta vedere arredata con tanto di foto e loro vorrebbero addirittura tutto se mi impunto a portare via il mobile bagno e un forno, nuovo, preso un paio di mesi fa perchè si era rotto. Questo forno fa parte della nuova cucina. Vorrebbero persino frigorifero, non incassato, preso 4 anni fa, che per me è elettrodomestico. A quel punto avrei a logica dovuto lasciare anche il condizionatore portatile, aspirapolvere etc... Mi avevano in effetti detto se restava il pinguino... Io un mese fa, a proposta accettata avevo fatto un elenco di cose che avrei lasciato. Il resto si intendeva venisse via con me. Diciamo che lascerei un 70-80% del totale. Ne ho parlato con l'agente via mail senza allegarla, dicendo che l'avrei aggiunta al rogito. Lui mi ha detto via mail, che ho conservato, che l'aveva venduta arredata e di pensarci ma la lista se la allegavo era vincolante. Se non la presentavo avrei così avuto modo di decidere dopo cosa portare. Questo me lo ha detto però a voce. Io, ora a distanza di un mese, rispetto alla lista fatta, avrei lasciato anche di più di quello segnato nella lista e questa, devo aver letto da qualche parte, la potrò allegare anche al rogito, che avverrà il 20 giugno. Oggi gli acquirenti sono venuti con l'agente e alla fine mi hanno chiesto quali erano i mobili che avrei portato via. Già questo significa che sono io a dirlo, perchè se veramente "dovevano avere tutto" allora la domanda era inutile. Io ho detto quasi tutto tranne quello elencato sopra. E' iniziata una vivace discussione. Loro vogliono il mobile bagno col lavabo perchè sennò come si laveranno? Io avrei ripristinato il lavabo con uno che avevo tolto a suo tempo. Ma loro hanno visto quello, che ha poco valore se non per me affettivo. Notare, avranno 2 bagni. L'agente proponeva di riarredarlo, ma sinceramente mi scoccia perchè loro ristruttureranno tutto e butteranno via tutto. Servirà solo per i primissimi tempi. Io però lascio mobili di 30 anni, che non hanno nessun valore per cui io mi sarei esposta ad "arredare" con un mobile lavabo semplice da ikea, non un bagno intero, sennò me lo sarei rifatto! Ma ora ci sto ripensando, non lo trovo giusto e portare via questi mobili mi sarebbe costato meno con i ragazzi del futuro trasloco. Uno dei motivi per cui porto via parti dei mobili è perchè non ho la disponibilità economica. Loro dei miei mobili non se ne faranno molto, sono veramente vecchi e io sono stata la prima a stupirmi. Mi hanno detto che avrebbero chiesto i danni a livello economico per il disagio, ma questa casa, se vogliono entrarci e viverla in modo base, è ok. Volevano il frigo che non è incassato ma quello assolutamente no. L'ho preso da poco, così come il letto e quello che ho elencato. Dicono che si dovranno comperare i letti e l'armadio. I letti ci sono, l'armadio non è un problema mio. Se il lascio tutto allora altrochè soldi per l'armadio. Loro si sono impuntati su quello che hanno visto anche nelle foto (della casa, non degli mobili in vendita!) e quello vorrebbero. Ma mi domando: a quel punto l'agente, che forse ha raccontato cose diverse a entrambi, non doveva allegare un inventario? Esiste un tetto in percentuale per stabilire che magari deve restare il 60% o altro? a me sembra che sia vivibile senza che io arredi di nuovo il bagno. Hanno 2 mobiletti, mensole, lavandino e sanitari e doccia. Sono veramente furiosa. Più che altro perchè poi butterebbero via cose a cui terrei.
    Grazie se mi sapete dare quelche info. Patrizia
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La situazione che riporti e'molto incresciosa e per venirne accapo ci vorra' molta pazienza da parte tua e collaborazione dell'Agenti Immobiliari Che ha condotto la trattativa, non esiste una regola minima da seguire per i mobili da lasciare all'interno dell'appartamento, ne del 60 ,70 o altro anche perche'in Italia non c'e questa consuetudine, il mio consiglio e' di sederei insieme all' Agenti Immobiliari E capire cosa ha promesso o fatto credere e poi insieme parlare con i compratori per cercare un' accordo,spiegando anche le tue ragioni del perche' alcune cose non vuoi lasciarle, con molta calma riuscirai a venirne accapo sicuramente.
     
  3. PatriziaM

    PatriziaM Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie della veloce risposta, è gentilissimo. Ho trovato in questo momento una mail che ho mandato all'agente da un computer portatile che non uso molto e che elencava quello che avrei portato via. Mail inviata prima del compromesso. Io ammetto, non sono una persona facile quando si trova di fronte a chi si vuole impuntare. La parte acquirente mentre si discuteva, ha detto che quantificherebbe i danni per il disagio perchè resterebbero per un po' senza il bagno (ne hanno 2 e avrebbero tutto, tranne il mobile in più) e lui ha azzardato 10 mila euro di disagio! Per cui io mi impunto di più e reagisco peggio. Mettersi al tavolo per me significa che io ho scritto all'agente, che lui è al corrente e che di fronte a loro fa finta di niente. La vedo dura accordarsi per due cose da nemmeno 2000 euro totali. I mobili bagno li sceglierebbero loro, altra cosa assurda. Ora che ho trovato la mail sarà un problema dell'agente. Sperando che non scriva che non l'ha ricevuta, ormai mi aspetto di tutto. Grazie!!!
     
  4. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Questa cosa che racconti è incredibile.
    A me invece è successo l'esatto contrario. Ho comprato una casa dove dovevano lasciarmi cucina, libreria, bagno (compreso mobile) e camera da letto. Alla fine nel preliminare l'Agenti Immobiliari (amico dei venditori) ha scritto solo della cucina e loro hanno lasciato solo quella.... Pensa che si sono portati via pure il miscelatore del bidet (e io, che quando mi hanno comunicato che si sarebbero portati via pure il mobile col lavabo, sono diventata scema a cercare un miscelatore - uguale a quello del bidet - per il lavabo)!!!

    Io trovo allucinante che questi dicono che ti fanno causa. Fai valere l'e-mail che hai mandato all'agente e non cedere (io ho lasciato perdere tante cose, ma me ne sono pentita). E, se ti fanno causa per una cosa simile, significa che hanno molto tempo e molti soldi da buttare....
     
  5. PatriziaM

    PatriziaM Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao, non è che mi hanno detto che mi avrebbero fatto causa ma solo nella discussione che si è scatenata uno dei due acquirenti ha detto che quantificherebbe danni per il disagio. La causa eventuale in realtà la farei io se non stanno alle mie condizioni. Sulla proposta avevamo firmato entrambi "con arredi" e da me, in mancanza di legge, vige il buonsenso. Avrebbero tutto per vivere in modo basilare (letto, cucina, lavatrice, libreria, divano e mobiletti varie i sanitari) perchè dovrei arredare loro il bagno? Del resto se entrano in una casa, non possono trovarla arredata come all'Hilton. La casa è stata messa in vendita a 240.000. Ho scritto con l'agente che non sarei mai scesa sotto i 215.000. Gli acquirenti hanno comperato arredata a 220.000. I mobili che lascio, supererebbero i 5000 euro. Io credo che sia sufficiente. Non esisterà una legge che definisca quali sono gli arredi, ma se c'è a mio giudizio tutto quello che serve, non vedo perchè debba arredarla in parte o lasciare lì mobili a cui sono affezionata. Credo che per una casa in affitto la cosa sia un po' diversa. Chi entra in affitto arredato è perchè magari non ha disponibilità, perchè non sarà una sistemazione definitiva, o altri motivi. Ma se comperi una casa con arredi da buttare di oltre 30 anni è una tua scelta. Di solito la si arreda di nuovo. Loro poi avrebbero buttato via tutto. Io non porto via miscelatori, ripristinerei il lavabo precedente per lasciarla funzionante. Tu hai firmato una carta preliminare con scritto quell'elenco giusto? Un elenco che ti si è rivoltato contro. Noi abbiamo solo scritto "compreso arredi" e quelli ci sono. Non tutti ma ci sono. Se così non fosse allora non esisterebbe più il discorso di vendere. Chi vende decide cosa vendere. Chi acquista non può pretendere, specie se non è stato specificato. Queste cose sono incredibili.
     
  6. ritamini76

    ritamini76 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma infatti hai assolutamente ragione. Per questo ti dico di far valere l'e-mail che hai mandato all'agente. Se poi devono ristrutturare come hai detto, e se sono mobili a cui tu sei affezionata!! Non dargliela vinta.
    Nel preliminare che ho firmato io si parlava solo della cucina, per tutto il resto mi hanno detto di non preoccuparmi, che me l'avrebbero lasciato perchè tanto a loro non serviva. A me stava bene solo ed esclusivamente perchè ho speso un sacco di soldi per comprare quell'appartamento, quindi se potevo evitare di tirare fuori altri soldi per mobile del bagno e simili mi andava solo che bene.
    Poi è venuto fuori che il mobile del bagno stava proprio bene nel loro bagno nuovo, che la libreria era costata tanto e non volevano lasciarla.... e avanti con le scuse.
    Ad ogni modo i miei rapporti con loro si sono rovinati anche per altri problemi che sono sorti su difetti della casa di cui non mi avevano parlato, quindi preferisco non avere roba loro, anzi, non vedo l'ora di sbarazzarmi di quella cucina.
    L'importante è che ho imparato la lezione: fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio ;)

    Tu lotta per i tuoi mobili e dì chiaramente all'agente che faccia capire ai signori acquirenti come stanno le cose e dove sta il buonsenso (molta gente ne è totalmente priva).
     
  7. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Anch'io non posso che consigliarti la stessa cosa. Ne potete uscire solo con un confronto in cui bisogna comunque saper restare calmi. Ma gli acquirenti non comprendono il discorso affettività?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina