• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nanna89

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#1
Buongiorno
io e il mio compagno ci siamo rivolti ad un'agenzia immobiliare nella speranza di poter acquistare la nostra primissima casa in tranquillità (quando mai). :shock:
Il punto di forza che ci ha fatto optare per la casa che stiamo acquistando (rogito a fine mese) era la presenza della cucina, cosa che è stata ampiamente enfatizzata dall'agente immobiliare durante le visite, anche davanti a diversi testimoni.
Al momento del compromesso però, la cucina non è stata inclusa (noi poveri ingenui nemmeno ci avevamo fatto caso, essendoci affidati a sto truffatore di agente) e, alla successiva visita alla casa, l'agente ci ha detto che sta avendo problemi coi vecchi proprietari perché vogliono la "loro" cucina :rabbia:

Considerando che: la casa in oggetto è stata acquistata all'asta (da una persona che fa speculazioni immobiliari come lavoro, quindi non gliene può fregare di meno della cucina), e che il problema della cucina è dei vecchi proprietari, possono pretendere qualcosa prima che la casa diventi nostra a tutti gli effetti? Dato che la casa è stata acquistata all'asta, la proprietà non è esclusiva di colui che adesso ce la sta vendendo?
Nelle nostre valutazioni sull'eventuale acquisto, la presenza della cucina è stato fondamentale.

Dato che la casa è stata acquistata all'asta e che quindi è di piena proprietà dell'attuale proprietario, i vecchi proprietari ai quali è stata espropriata la casa possono vantare delle pretese?

Potrebbe servire a qualcosa il fatto che ci siano testimoni del fatto che l'agente abbia sempre confermato che la cucina era inclusa?

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta, purtroppo so già che siamo stati ingenui (considerando che l'agente qualche anno fa aveva venduto la casa ai miei suoceri) :disappunto::disappunto::disappunto:
 

Rosa1968

Membro Storico
Agente Immobiliare
#3
sto truffatore di agente
Sicura che si tratti di una truffa? E in quali termini. Se così fosse, questo non è il posto giusto per fare una denuncia simile, ma credo tu debba rivolgerti alle competenti autorità.

Detto questo, io credo che l'agente si sia trovato nella tua stessa situazione, e non parlo di truffa, ma di parola data non mantenuta. Tu non sei stata ingenua, ma sprovveduta a non tutelare i tuoi interessi. Il consiglio che ti posso dare è di chiarire con l'agente e il proprietario la problematica relativa alla cucina, se ci sono delle pendenze, come mai quella cucina nonostante la vendita all'asta e il possesso era ancora in casa? Forse la speranza che ci rimanga è lì, facendo storia sui fatti. A questo punto capirai anche meglio chi è il truffaldino.
 

nanna89

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#4
Sicura che si tratti di una truffa? E in quali termini. Se così fosse, questo non è il posto giusto per fare una denuncia simile, ma credo tu debba rivolgerti alle competenti autorità.
Beh, una persona che enfatizza e garantisce la presenza della cucina (cosa che è stata più volte chiesta esplicitamente) e poi nella visita dopo il compromesso ci dice che forse in realtà la cucina verrà portata via forse non è una persona così tanto onesta. Se non ne avesse avuto la certezza avrebbe potuto dirci che preferiva sentire il proprietario prima di affermare delle cose non vere. Anche perché quando si è preso la provvigione non aveva alcun dubbio.

Non ho ancora parlato con lui perché avrei prima preferito avere qualche consiglio qua, ma sicuramente gli farò presente che dato che la casa è di proprietà di chi l'ha acquistata all'asta (con tanto di atto del tribunale che ci è stato consegnato) esigo una spiegazione valida sulla pretesa dei vecchi proprietari.
 

nanna89

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#6
Secondo me, e l'hai confermato anche tu non è una cosa richiesta dal proprietario ma dell'esecutato. Pertanto lui ha peccato di leggerezza, questo si, ma ripeto non parlerei di truffa.
sì scusami, dalla rabbia ho usato una parola inappropriata. Spero solo di riuscire a chiarire al più presto questa cosa con l'agente.
 

Rosa1968

Membro Storico
Agente Immobiliare
#7
Anche perché quando si è preso la provvigione non aveva alcun dubbio.
e perché doveva avere dubbi sulla provvigione, lui ha venduto la casa, e non credo proprio a voi interessasse solo la cucina.
Troverete l'accordo ne sono certa, potrebbe essere un'azione di disturbo dell'esecutato. Valutate se il tutto è fondato.
Auguri
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
#9
Buongiorno
io e il mio compagno ci siamo rivolti ad un'agenzia immobiliare nella speranza di poter acquistare la nostra primissima casa in tranquillità (quando mai). :shock:
Il punto di forza che ci ha fatto optare per la casa che stiamo acquistando (rogito a fine mese) era la presenza della cucina, cosa che è stata ampiamente enfatizzata dall'agente immobiliare durante le visite, anche davanti a diversi testimoni.
Al momento del compromesso però, la cucina non è stata inclusa (noi poveri ingenui nemmeno ci avevamo fatto caso, essendoci affidati a sto truffatore di agente) e, alla successiva visita alla casa, l'agente ci ha detto che sta avendo problemi coi vecchi proprietari perché vogliono la "loro" cucina :rabbia:

Considerando che: la casa in oggetto è stata acquistata all'asta (da una persona che fa speculazioni immobiliari come lavoro, quindi non gliene può fregare di meno della cucina), e che il problema della cucina è dei vecchi proprietari, possono pretendere qualcosa prima che la casa diventi nostra a tutti gli effetti? Dato che la casa è stata acquistata all'asta, la proprietà non è esclusiva di colui che adesso ce la sta vendendo?
Nelle nostre valutazioni sull'eventuale acquisto, la presenza della cucina è stato fondamentale.

Dato che la casa è stata acquistata all'asta e che quindi è di piena proprietà dell'attuale proprietario, i vecchi proprietari ai quali è stata espropriata la casa possono vantare delle pretese?

Potrebbe servire a qualcosa il fatto che ci siano testimoni del fatto che l'agente abbia sempre confermato che la cucina era inclusa?

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta, purtroppo so già che siamo stati ingenui (considerando che l'agente qualche anno fa aveva venduto la casa ai miei suoceri) :disappunto::disappunto::disappunto:

Rogito a fine mese...??
Quindi quanto residuo di soldi mancano per rogitare la casa..?
Ragazzi se i soldi li avete in mano voi all'atto siete voi che dovete manovrare......
Quanto vale la cucina..?
4 mila euro...? o al rogito ti scontano 4 mila euro o ti alzi e te ne vai.
Puoi decidere se già annunciare la tua "linea" ora o addirittura effetto sorpresa all'atto...
Vedrai come saltano fuori qualche migliaio di euro... per "accomodarti"...
.. e si chiariscono le responsabilità di ciascuno....
Prova e vedrai.
 

irma

Membro Attivo
Privato Cittadino
#10
purtroppo però, da quanto dice nanna89, sul compromesso non è specificata la presenza dell'arredamento...gli eventuali testimoni potrebbero servire solo in un'eventuale causa legale per l'annullamento del compromesso visto che la volontà non è quella scritta nel compromesso ... non certo per una riduzione di prezzo che daltronde è quello pattuito senza menzione di arredamento
 

relax

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#13
Buongiorno
io e il mio compagno ci siamo rivolti ad un'agenzia immobiliare nella speranza di poter acquistare la nostra primissima casa in tranquillità (quando mai). :shock:
Il punto di forza che ci ha fatto optare per la casa che stiamo acquistando (rogito a fine mese) era la presenza della cucina, cosa che è stata ampiamente enfatizzata dall'agente immobiliare durante le visite, anche davanti a diversi testimoni.
Al momento del compromesso però, la cucina non è stata inclusa (noi poveri ingenui nemmeno ci avevamo fatto caso, essendoci affidati a sto truffatore di agente) e, alla successiva visita alla casa, l'agente ci ha detto che sta avendo problemi coi vecchi proprietari perché vogliono la "loro" cucina :rabbia:

Considerando che: la casa in oggetto è stata acquistata all'asta (da una persona che fa speculazioni immobiliari come lavoro, quindi non gliene può fregare di meno della cucina), e che il problema della cucina è dei vecchi proprietari, possono pretendere qualcosa prima che la casa diventi nostra a tutti gli effetti? Dato che la casa è stata acquistata all'asta, la proprietà non è esclusiva di colui che adesso ce la sta vendendo?
Nelle nostre valutazioni sull'eventuale acquisto, la presenza della cucina è stato fondamentale.

Dato che la casa è stata acquistata all'asta e che quindi è di piena proprietà dell'attuale proprietario, i vecchi proprietari ai quali è stata espropriata la casa possono vantare delle pretese?

Potrebbe servire a qualcosa il fatto che ci siano testimoni del fatto che l'agente abbia sempre confermato che la cucina era inclusa?

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta, purtroppo so già che siamo stati ingenui (considerando che l'agente qualche anno fa aveva venduto la casa ai miei suoceri) :disappunto::disappunto::disappunto:
Quando ho acquistato la casa all'asta, al momento che mi hanno consegnato le chiavi, prendevo possesso dell'appartamento con tutto quello che c'era dentro, compreso qualche mobile della cucina che poi ho buttato, se il vecchio proprietario la lasciata vuol dire che non gli interessava, se no l'avrebbe portata già via, sicuramente interessa a qualche amico dell'agente.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
#14
purtroppo però, da quanto dice nanna89, sul compromesso non è specificata la presenza dell'arredamento...gli eventuali testimoni potrebbero servire solo in un'eventuale causa legale per l'annullamento del compromesso visto che la volontà non è quella scritta nel compromesso ... non certo per una riduzione di prezzo che daltronde è quello pattuito senza menzione di arredamento
Bleffa....
Anuncia che non fai il rogito... e poi stai a vedere cosa succede... Vedrai che in qualche modo ti accontentano....[DOUBLEPOST=1405700752,1405700706][/DOUBLEPOST]
.... con il compromesso firmato..... questo è un ottimo suggerimento per predere la caparra od altro.... hi hi hi

Smoker
Ma che perdere caparra...
nel caso si presenta e basta...[DOUBLEPOST=1405700869][/DOUBLEPOST]
Quando ho acquistato la casa all'asta, al momento che mi hanno consegnato le chiavi, prendevo possesso dell'appartamento con tutto quello che c'era dentro, compreso qualche mobile della cucina che poi ho buttato, se il vecchio proprietario la lasciata vuol dire che non gli interessava, se no l'avrebbe portata già via, sicuramente interessa a qualche amico dell'agente.
Sono perfettamente d'accordo... Vogliono fare la mandrakata....
 
P

PROGETTO_CASA

Ospite
#15
Buongiorno
io e il mio compagno ci siamo rivolti ad un'agenzia immobiliare nella speranza di poter acquistare la nostra primissima casa in tranquillità (quando mai). :shock:
Il punto di forza che ci ha fatto optare per la casa che stiamo acquistando (rogito a fine mese) era la presenza della cucina, cosa che è stata ampiamente enfatizzata dall'agente immobiliare durante le visite, anche davanti a diversi testimoni.
Al momento del compromesso però, la cucina non è stata inclusa (noi poveri ingenui nemmeno ci avevamo fatto caso, essendoci affidati a sto truffatore di agente) e, alla successiva visita alla casa, l'agente ci ha detto che sta avendo problemi coi vecchi proprietari perché vogliono la "loro" cucina :rabbia:

Considerando che: la casa in oggetto è stata acquistata all'asta (da una persona che fa speculazioni immobiliari come lavoro, quindi non gliene può fregare di meno della cucina), e che il problema della cucina è dei vecchi proprietari, possono pretendere qualcosa prima che la casa diventi nostra a tutti gli effetti? Dato che la casa è stata acquistata all'asta, la proprietà non è esclusiva di colui che adesso ce la sta vendendo?
Nelle nostre valutazioni sull'eventuale acquisto, la presenza della cucina è stato fondamentale.

Dato che la casa è stata acquistata all'asta e che quindi è di piena proprietà dell'attuale proprietario, i vecchi proprietari ai quali è stata espropriata la casa possono vantare delle pretese?

Potrebbe servire a qualcosa il fatto che ci siano testimoni del fatto che l'agente abbia sempre confermato che la cucina era inclusa?

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta, purtroppo so già che siamo stati ingenui (considerando che l'agente qualche anno fa aveva venduto la casa ai miei suoceri) :disappunto::disappunto::disappunto:
Sul preliminare avete scritto che la cucina era inclusa nel prezzo ?
Se non l'avete scritto è inutile che perdiate tempo.
Il venditore ti chiede 200 per la casa compresa di cucina ma non è obbligato a dartela se gli offri 170.
Scripta manent.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto