• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Antonioforum

Membro Junior
Privato Cittadino
Salve, la certificazione per l installazione della nuova caldaia, contiene anche quella relativa al gas dei fornelli della cucina? Oppure per quest ultimo ne occorre una a parte
 

n3m3six78

Membro Assiduo
Privato Cittadino
La certificazione la rilascia l'installatore . No la caldaia è una cosa , i fornelli un'altra.
 

n3m3six78

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Chi ti ha montato la caldaia? Ebbene lui ti rilascerà la certificazione dell'impianto. Chi ti ha montato i fornelli ? Lui ti rilascerà la certificazione dei fornelli
 

eldic

Membro Storico
Privato Cittadino
non è che per fornelli da cucina intendi l'allaccio al gas?
quello lo fa un idraulico abilitato.
senza la sua certificazione l'agenzia del gas non ti apre l'utenza.
 

n3m3six78

Membro Assiduo
Privato Cittadino
ma a cosa ti serve questa fantomatica certificazione ?? di sicuro non per allacciare il gas perchè li' il tecnico incaricato controllerà solo che non ci siano perdite tra il contatore e il primo rubinetto all'interno della casa che potrebbe anche non avere fornelli o cucina
 

eldic

Membro Storico
Privato Cittadino
È un appartamento anni 80...quindi non so se allora esistevano queste certificazioni..
non c'entra nulla.
la certificazione viene comunque richiesta da parte dell'azienda che gestisce l'erogazione del gas prima di (ri)aprire l'utenza.
comunque è una cosa che riguarda la cucina, non la casa; sarà faccenda di chi andrà a vivere in casa (acquirente/affittuario) non de come venditore/locatore
 

Antonioforum

Membro Junior
Privato Cittadino
L utenza è già aperta, non è mai stata chiusa. Ma se dovessero chiedermela per acquistare la mia casa, non trovandola, dovrei comunque farla rifare..?
 

eldic

Membro Storico
Privato Cittadino
L utenza è già aperta, non è mai stata chiusa. Ma se dovessero chiedermela per acquistare la mia casa, non trovandola, dovrei comunque farla rifare..?
di solito con il subentro non viene richiesta certificazione; non ricordo però se il subentro può essere fatto quando cambia la proprietà della casa.
come che sia, come ti ho già scritto, sarà un problema dell'acquirente; il quale potrebbe benissimo decidere di cambiare operatore o mettere un piano di cottura a induzione.
secondo me faresti meglio a concentrarti nel trovare un acquirente....
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
L utenza è già aperta, non è mai stata chiusa. Ma se dovessero chiedermela per acquistare la mia casa, non trovandola, dovrei comunque farla rifare..?
Non te la chiederanno, anche perché tu dovrai informare correttamente i potenziali acquirenti e spiegare che l’impianto è datato , seppur funzionante, e va adeguato.
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
Secondo me non è richiesta alcuna certificazione per vendere.
Si vende nello stato di fatto
Se la casa è datata, insieme con gli impianti, l'acquirente già sa che un controllo sarà opportuno.
La certificazione è stata introdotta nel '90.

Non ha poi nemmeno senso parlare di certificazione caldaia e certificazione fornelli: la certificazione riguarda l'impianto domestico in toto: fino ai punti di prelievo. (sia che si parli di caldaia che di fornello)
Se la caldaia è stata installata in un secondo tempo, l'installatore rilascerà la relativa certificazione, che riguarderà il collegamento, la emissione fumi e la presenza di fori di aerazione e ventilazione.
I nuovi fornelli di per sè oggi richiederebbero la termocoppia di sicurezza, ed il collegamento meglio con tubo metallico; se in gomma va periodicamente sostituito.
 

Manovale

Membro Attivo
Professionista
Abbiamo già trattato l' argomento in una discussione precedente ( 09/05/2017) Pare che all' ultimo tecnico venga demandato l' incarico di controllare la presenza di piano di cottura con termocoppie, presenza di fori d' areazione dove esistono fiamme libere, idoneità della canna di esalazione del camino ( Se Esiste)
Non sono il solo ad avere avuto questa esperienza.
Alcuni si limitano a certificare il loro intervento, altri ( Più coscienziosi ? ) controllano tutto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Se il conduttore dichiara la caldaia a gas a norma nel verbale di consegna dell'appartamento e solo successivamente il locatario verifica che non solo non é a norma ma che già nei precedenti due controlli c'era stata la diffida all'utilizzo della caldaia e pure i fuochi sono non a norma, che azioni si possono intraprendere? Grazie
Buongiorno a tutti, sono appena iscritto, avrei un sacco di domande da fare,(sono neofita del settore) spero di non risultare troppo scocciante!!
Alto