1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. parvati

    parvati Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Salve, vorrei cortesemente che qualcuno mi spiegasse cosa si intende per:
    1. confomita` degli impianti e di quelli condominiali alla normativa in materia di sicurezza vigente all`epoca in cui detti impianti sono stati realizzati relativamente al D.M. 22 gennaio 2008 n. 37 e successive modifiche ed integrazioni (clausola Impianti)
    so che non c`e` l`obbligo da parte dell`acquirente per la produzione degli stessi ma
    2. questo va dichiarato gia` sull`atto di preliminare o e` implicito che in fase di rogito non essendo l`acquirente in possesso viene automaticamente esonerato
    3. la mancanza di tali certificazioni puo` comportare la pretesa da parte dell`acquirente della riduzione del prezzo di vendita? e soprattutto quali sono le certificazioni piu` importanti che potrebbero mettere a rischio la trattativa ed il prezzo di vendita?
    4. quali sono eventualmente le certificazioni di cui il proprietario dovrebbe averne possesso per legge?
    5. e cosa si intende per conformita` degli impianti condominiali e chi ne e` in possesso?
    Grazie ancora per la vostra grande disponibilita`
     
  2. Daniele Rossi

    Daniele Rossi Membro Attivo

    Altro Professionista
    La dichiarazione di conformità degli impianti nasce in Italia con la Legge 46/90 (ora sostituita dal DM 37).
    Tutti gli impianti realizzati prima del marzo 1990 si intendono già conformi ad eccezione di quelli elettrici per i quali è necessaria la presenza di isolamento principale (basta che non siano in fili nudi) ed interruttore differenziale. Per attestare questo è sufficiente un autodichiarazione del proprietario/conduttore dell'impianto.
    Se l'impianto elettrico è stato realizzato o sostanzialmente modificato dopo il marzo '90 deve essere dotato di dichiarazione di conformità rilasciata (gratuitamente) dall'impresa esecutrice o (novità del DM 37) di dichiarazione di rispondenza rilasciata (a titolo oneroso) da un professionista iscritto all'albo.
    Il DM 37 estende l'obbligo di dichiarazione anche ad altri impianti ma non vorrei essere troppo prolisso, l'argomento è lungo.
    Fammi sapere se ti interessano altri dettagli.
     
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Nel testo del post 1 si è fatta un pò di confusione tra venditore ed acquirente

    Comunque non è difficile immaginare il senso della domanda.

    1) Il venditore mettendo in vendita un alloggio condominiale, deve essere in possesso della certificazione energetica: indica il fabbisogno di energia (fa capire quali saranno i costi di riscaldamento e/o condizionamento estivo), non ha a che vedere con gli impianti, ma è una certificazione obbligatoria per legge.
    2) Gli impianti interni, luce e gas, realizzati dopo il marzo 1990 devono possedere la dichiarazione di conformità Di.Co., o se smarrita la Di. Rispondenza , come ha detto daniele.
    Per l'elettrico, impianti più vecchi sarebbero conformi alla legge se dotati almeno di interruttore differenziale detto anche salvavita.
    Per il gas, devono essere a tenuta: difficile probabilmente ottenere una Di.Re da un idraulico che non ha fatto l'impianto. E se la compagnia energetica pretende comunque dal nuovo cliente una DiCo, spesso gli impianti gas vecchi devono essere rifatti, (tubi non più sottotraccia, giunti saldati, scarichi fumari a norma ecc).

    Il proprietario può certamente descrivere la situazione esistente degli impianti, es. l'esistenza del salvavita, ma non è abilitato a dichiarare eventuali conformità.

    3) Per gli impianti condominiali, è l'amministratore a dover provvedere e conservare le varie dichiarazioni di conformità, messe a norma e certificazioni varie .
     
  4. parvati

    parvati Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    in alternativa se non in possesso si puo` ovviare con una dichiarazione di esonero delle responsabilita` da parte dell`acquirente nell`atto di compravendita?
    grazie
     
  5. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    1- La ACE occorre fornirla.
    2- per gli impianti direi che in alternativa è il venditore che deve dichiarare che si trasferiscono nella situazione di fatto e che non sono disponibili le Di.Co., e non si assume responsabilità in merito.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  6. parvati

    parvati Membro Ordinario

    Privato Cittadino

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina