1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sarapiū

    sarapiū Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve, premettendo la mia ignoranza in materia volevo chiedere un info.
    stiamo cercando una villetta bifamiliare con i miei genitori abbiamo trovato una che sembra fare al caso nostro è divisa in 2 appartamenti con tutte utenze separate dai documenti risulta che al catasto entrambi gli appartamenti sono civile abitazione ma il proprietario ci ha precisato che al comune uno dei due appartamenti risulta depositoora la.domanda e cosa significa x me che acquisto? non posso abitare e quindi avere la residenza in quella appartamento? e poi è vero come ha detto il proprietario cjhe con poche migliaia di euro si sistema la situazione al comune? grazie a tutti
     
  2. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Non ho capito...
    villetta piano sotto agibile e piano sopra ha presentato la domanda ora per l'agibilità?
     
  3. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ecco perché insistiamo nel controllo urbanistico, mentre molti si fermano a quello catastale..

    .. Il catasto non è probatorio.
    Il comune è quello che rilascia i permessi ed eleva contravvenzioni, ma in comune a controllare prima di firmare ci vanno in pochi.

    Quindi in questo caso il comune non ti rilascerebbe la residenza e magari ti farebbe pure una multa perché il magazzino non può essere una casa.

    Ps
    Da notare che il notaio rogita usando la planimetria catastale (non probatoria)
    Che leggi del ....
     
    A mata, colpam, CheCasa! e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. sarapiū

    sarapiū Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie mille ma è una cosa che può essere risolta?
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dipende dalle altezze del piano e dai regolamenti edilizi del comune.

    Ti conviene prendere un tecnico del posto che possa controllare la situazione e capire se la situazione si può sanare.

    Sanare, nel caso, toccherebbe comunque al proprietario, anche perchè mi piacerebbe sapere se il piano ad uso deposito ti viene venduto come abitabile...
     
    A ludovica83 e sarapiū piace questo messaggio.
  6. sarapiū

    sarapiū Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie mille delle risposte

    qualcuno mi sa dire anche di che cifre parliamo x sanare ?
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ogni comune ha le sue regole e le sue sanzioni.
     
    A sarapiū piace questo elemento.
  8. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il peggio sarebbe rogitare con le piantine del catasto che dicono una cosa e quelle del comune che ne dicono un'altra.
    In qualunque direzione si decida di procedere (acquisto di 2 unità abitative o acquisto di 1 unità abitativa + locali suo deposito) dovete richiedere al proprietario di allineare il catasto all'urbanistica... (e possibilmente allo stato di fatto) prima di rogitare.
     
  9. Bruno Sulis

    Bruno Sulis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Trovati un buon tecnico e fai verificare esattamente la situazione in Comune, potrebbe anche trattarsi di un problema banale di poco conto. Se non sai come stanno effettivamente le cose non potrai neppure avere un'idea dei costi per sistemare il tutto.
    In qualsiasi caso spetta al venditore regolarizzare il fabbricato prima della vendita.
     
    A Marco Giovannelli piace questo elemento.
  10. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Prendendo un tecnico di tua fiducia, indipendente dall'agenzia immobiliare e dal venditore.
     
  11. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Detta così... sembra che i Tecnici prendono mazzette dall'agenzia e dal venditore... Quando il tecnico dovrebbe essere solo tale... tecnico.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  12. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Parli così perché non conosci le norme che regolano le vendite e che non impongono al venditore nessuna dichiarazione di conformità edilizia/urbanistica, pertanto se tu vuoi vendere un fabbricato anche irregolare ma che puoi vendere senza infrangere la Legge, il professionista farà gli interessi del suo cliente, senza infrangere la Legge, magari solo confidando nell'altrui ignoranza
     
  13. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Scusami per me questo non è un professionista... non lo reputo tale.
    Perché allora significherebbe che se io prendo anche il mio professionista... qualcuno potrebbe benissimo corrompermelo con poco e io trovarmi con un servizio incompleto... tanto io sono ignorante e lui il tecnico... E lui non avrebbe violato la legge.
    Il che significa che anche i tecnici "non si possono incensare come paladini della giustizia", ma anche loro si possono affidare alla media diligenza e possono trovare tutte le "scappatoie" necessarie al caso...

    Perché se uno afferma questo... vale anche la proprietà inversa...

    L'agenzia mi frega..
    Il tecnico mi frega..
    Il notaio mi frega...

    Se nel 2015 voglio acquistare... a quanta gente mi devo rivolgere per mettere "in sicurezza" il mio acquisto? Per principio non acquisto finché chi vende non mette tutto a posto. E non sposto nemmeno un centesimo. Quando è a posto per la vendita, lo faccio vedere al mio tecnico.
     
    Ultima modifica: 25 Agosto 2015
    A Seya e Bagudi piace questo messaggio.
  14. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Purtroppo non possiamo fare i parlamentari, legiferando ed imponendo anche questa garanzia: pensa che, fino al 1985, si potevano compravendere fabbricati totalmente abusivi, non accatastati ecc. ecc..
     
  15. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Ho capito, ma mettiti nei panni di chi si deve rivolgere ad un tecnico per fare un lavoro... e gli viene detto che questo potrebbe anche farti un lavoro incompleto in quanto conoscendo la normativa... senza lui incorrere in sanzioni.... potrebbe non fare le cose adeguatamente...
    Io pago la mia bella fattura... e poi mi trovo....convinta di aver fatto le cose bene... invece non è così.

    Allora scusa... fregata per fregata... a questo punto, do ragione a chi si rivolge ai vari social delle promozioni che mandano in giro la qualunque cosa a prezzi ridicoli.
    Se devo presupporre anche solo che il tecnico che mi manda l'agenzia mi darà la fregatura.

    A parte che mi sembra assurdo che l'agenzia proponga a ME di sanare un qualche cosa dopo a mie spese.... Per dire che è una cosa di poco conto, significa che qualcuno l'ha già vista e preventivata, se no se la può anche tenere. L'agenzia può benissimo fornire al venditore il servizio con un suo tecnico... visto che c'è l'interesse all'acquisto.
    E se poi le spese sono superiori e c'è dell'altro per cui non arrivo al rogito? Chi paga la fattura del mio tecnico? Quello che mi doveva vendere? Ah no... è intestata a me...

    Un conto chiamo il tecnico per un'ulteriore verifica... un conto è metto mano all'immobile di un altro... e lo pago io... Per fare questo significa che quello che compro è veramente molto scontato... allora mi azzardo a prendere un tecnico a mio spese...
     
    A Seya e Bagudi piace questo messaggio.
  16. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    I problemi, perdona se te lo dico, almeno per le mie esperienze, sono nati con l'avvento delle agenzie (almeno quelle poco serie) che, pur di combinare l'affare, si rivolgono a professionisti poco seri come loro, allettandoli con parcelle a dir poco ridicole.
    I primi anni di professione l'acquirente nominava SEMPRE un professionista di propria fiducia, che fosse geometra, commercialista od avvocato e questi si faceva dare tutte le garanzie del caso.
     
  17. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Spero che tu stia scherzando.

    Sempre colpa delle agenzie ??? E i venditori dove li mettiamo ? Li assolviamo pari pari ?

    E quando mai la gente si affidava ai tecnici ?
    Certe volte, in certi casi, bisognava insistere perchè lo facessero...
     
  18. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Scusa ma i problemi non sono solo le agenzie.. semmai sono Anche i tecnici allettati da parcelle.
    Non è che è colpa solo della agenzie se c'è gente in giro che si fa abbindolare.
    (alla fine della fiera chi ci rimette? Beh la tasca di chi paga...)

    Ma chiedo: il tecnico non dovrebbe mettere una sua parcella e punto? Semmai fa uno sconto a fronte di una collaborazione (= ti mando un tot di lavori da fare... invece di cercare lavoro). No? Li paga l'agenzia? E' lei che paga il tecnico per il venditore?
    Perché se è così, mi chiedo perché questa agenzia non l'abbia fatto allora...
     
  19. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Vedo che ci siamo sovrapposte, ma quello che dici @mata è veramente assurdo.
     
  20. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Forse mi sono espresso male:almeno qui da me (in Toscana), era consuetudine che, quando si volesse acquistare un immobile, il soggetto che voleva farlo (persona fisica e/o società ecc.), andasse dal proprio professionista. Spesso gli incarichi che ricevevo, almeno per i casi più complessi, mi erano conferiti da commercialisti e/o legali che predisponevano tutti i contratti del caso, lasciandomi la verifica urbanistica, catastale e quant'altro, anche se vi era il mediatore, che aspettava diligentemente e collaborava. Con il boom delle compravendite all'inizio degli anni '90 e quello conseguente delle agenzie immobiliari, si è via via sottratta importanza (secondo me, beninteso) alla contrattualistica preliminare, velocizzando con prestampati che non garantiscono come si deve l'acquirente ed affidando il tutto ad una "relazione" (altrove pare che non venga neppure fatta) come se la mera descrizione dell'immobile costituisse opera salvifica di tutti i mali. Come sapete meglio di me, esistono un un nugolo di norme: prelazioni commerciali, agrarie, legali; salvaguardie urbanistiche, convenzioni; ipoteche, pignoramenti, servitù; oltre a tutti gli abusi ed irregolarità edilizie che fanno di questo lavoro un'opera difficile che non basta neppure uno specialista. Quel che voglio dire è che si vuol velocizzare perché magari l'agenzia teme che gli venga sottratto l'affare ed allora si opera male ed inoltre che le verifiche vanno fatte prima e non dopo. Su questo ci hanno lucrato anche i professionisti poco perbene che si son prestati a "relazioni" ex post, per non parlare di quelli delle banche che non sapevano neppure di quale immobile si trattasse: firmavano e basta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina