• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

laangy

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Sono all'interno di un'agenzia in franchising e sorge una diatriba fra colleghi a proposito della ripartizione provvigionale. Dunque: assodato che siamo diversi agenti ed ognuno ha maturato una sua percentuale facendo riferimento a degli scaglioni stabiliti a priori all'interno dell'Agenzia, secondo voi nel caso di una vendita in collaborazione fra agenti interni all'agenzia, è più corretto dividere la provvigione fra colleghi a seconda della percentuale stabilita e tenendo conto che ognuno dei due ha il suo cliente ( Cliente acquirente è di un agente, ed il cliente/ venditore è dell'altro agente ed ognuno prende la percentuale stabilita con l'agenzia) o si considera solo il Cliente venditore e la percentuale, che sarà intera, verrà divisa fra l'agente acquisitore/venditore ed il collega/acquirente con il quale ha collaborato? Qualcuno sostiene la prima teoria e qualcun altro la seconda... qual è la più corretta?
 
Ultima modifica:

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Sono all'interno di un'agenzia in franchising e sorge una diatriba fra colleghi a proposito della ripartizione provvigionale. Dunque: assodato che siamo diversi agenti ed ognuno ha maturato una sua percentuale facendo riferimento a degli scaglioni stabiliti a priori all'interno dell'Agenzia, secondo voi nel caso di una vendita in collaborazione fra agenti interni all'agenzia, è più corretto dividere la provvigione fra colleghi a seconda della percentuale stabilita e tenendo conto che ognuno dei due ha il suo cliente ( Cliente acquirente è di un agente, ed il cliente/ venditore è dell'altro agente ed ognuno prende la percentuale stabilita con l'agenzia) o si considera solo il Cliente venditore e la percentuale, che sarà intera, verrà divisa fra l'agente acquisitore/venditore ed il collega/acquirente con il quale ha collaborato? Qualcuno sostiene la prima teoria e qualcun altro la seconda... qual è la più corretta?
Meglio dividere i due piani.

Chi prende per l'acquisizione e chi prende per la vendita.

Ovvio che l'acquisizione vale molto di più di una mera vendita.
 

laangy

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Grazie PyerSIlvio, io sono della stessa idea. Ma chi sostiene il contrario parte da un altro presupposto: l'immobile in vendita e quindi l'incarico in esclusiva, ha più importanza dell'acquirente. Quindi, in un'agenzia, l'agente che ha l'immobile in vendita sarà colui che avrà diritto alla provvigione. Se lo stesso ha collaborato con un altro collega perchè questi aveva il cliente acquirente, lui dividerà con l'altro collega.
 

14MANUEL82

Membro Attivo
Agente Immobiliare
se un impresa funziona , bisogna stipendiarli tutti!!
un leader con i suoi dipendenti.
tanti leader???:riflessione:
 
Ultima modifica:

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Sono all'interno di un'agenzia in franchising e sorge una diatriba fra colleghi a proposito della ripartizione provvigionale. Dunque: assodato che siamo diversi agenti ed ognuno ha maturato una sua percentuale facendo riferimento a degli scaglioni stabiliti a priori all'interno dell'Agenzia, secondo voi nel caso di una vendita in collaborazione fra agenti interni all'agenzia, è più corretto dividere la provvigione fra colleghi a seconda della percentuale stabilita e tenendo conto che ognuno dei due ha il suo cliente ( Cliente acquirente è di un agente, ed il cliente/ venditore è dell'altro agente ed ognuno prende la percentuale stabilita con l'agenzia) o si considera solo il Cliente venditore e la percentuale, che sarà intera, verrà divisa fra l'agente acquisitore/venditore ed il collega/acquirente con il quale ha collaborato? Qualcuno sostiene la prima teoria e qualcun altro la seconda... qual è la più corretta?
I due ragionamenti potrebbero avere una propria logica.
Per questo motivo dovrebbero essere codificate delle regole chiare e condivise in modo tale da evitare di dover prendere delle decisioni a babbo morto quando, ovviamente, l'interesse economico potrebbe condurre a preferire la versione più... "gratificante" per ciascuna delle parti coinvolte...
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno volevo chiedervi se e' possibile accedere in una compravendita tra srl e privato in cui il privato acquista un locale commerciale pagare l imposta di registro al 4% e non al 9% grazie a tutti
Salve, ho comprato una casa in asta e c’erano DIFFORMITÀ CATASTÒ k posso sanare con 1800 euro. Ho parlato con un geometro e mi ha detto k la spesa e di 10000 euro ....E possibile k la cifra detta nella perizia del tribunale e così poco o mio geometro k nn ha capito bene la situazione...
Grz mille chi mi da la risposta
Alto