• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Andrea Ziroli

Membro Junior
Agente Immobiliare
Buongiorno a tutti... volevo avere qualche informazione sulla collaborazione con altri agenti immobiliari e vi spiego.
Ho un cliente che vuole acquistare casa nel mio paese e dopo varie soluzioni viste e riviste mi ha fatto vedere due immobili che pero hanno altre agenzie, siccome è la prima volta che mi capita, come devo comportarmi con i colleghi?
Non vorrei portare i miei clienti da un'altra parte e rimanere "fregato"...
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Contatta i colleghi, e chiedi se sono disponibili a collaborare; se si, dovreste accordarvi, meglio per iscritto, che tu prenderai le provvigioni dal tuo cliente, e loro dal venditore.
Se non sarà possibile, il tuo cliente si arrangerà con le altre agenzie, senza di te.
 

Mariuz

Membro Junior
Agente Immobiliare
Contatta i colleghi, e chiedi se sono disponibili a collaborare; se si, dovreste accordarvi, meglio per iscritto, che tu prenderai le provvigioni dal tuo cliente, e loro dal venditore.
Se non sarà possibile, il tuo cliente si arrangerà con le altre agenzie, senza di te.
Sono convinto che una buona e corretta pratica di collaborazione fra agenzie può essere redditizia (anche se al momento uno può pensare di guadagnare la metà!) e in grado di rendere il mercato più vivace e gli operatori più credibili. Tra l'altro figure emergenti come quelle dei property finders / house hunters, non esisterebbero senza questa possibilità. Purtroppo l'agenzia in cui opero ha scelto come linea aziendale quella di non accettare più collaborazioni, avendo avuto in passato esperienze negative...
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare

ab.qualcosa

Membro Storico
Agente Immobiliare
Tra l'altro figure emergenti come quelle dei property finders / house hunters
Emergenti in teoria o in pratica?
Perché non mi sembra che siano così rilevanti, non nel mercato normale almeno.

Di collaborazione si parla da anni ed io credo che se questa fosse diffusa la percentuale di intermediato salirebbe fino ai massimi valori fisiologicamente possibili.
Ma perché questo succeda servirebbe che i venditori fossero ben a conoscenza della cosa e che questo desse un vantaggio in acquisizione alle agenzie che collaborano.
Ad oggi non è così (o è così in maniera non sufficiente da giustificare il dimezzamento del compenso).
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
io credo che se questa fosse diffusa la percentuale di intermediato salirebbe fino ai massimi valori fisiologicamente possibili.
Ci mancherebbe solo questo.

Gia’ oggigiorno, in taluni appuntamenti, si vedono piu’ agenti immobiliari che clienti.

Uno che collabora con tizio e l’altro che a sua volta collabora con l’altro.
Col cliente in mezzo, che giuocoforza la prima cosa che pensa, e’ quella di non pagarne manco uno.
Tanto in mezzo al mucchio ci si camuffa e ci si confonde.

Il tutto per sopperire alla mancanza e alla carenza di saper reperire i prodotti, immettendoli saldamente sul mercato.

Per non parlare dei conflitti di interessi o delle gelosie, che si scatenano tra i collaboranti, quando la vendita o i contendenti all’acquisto, incominciano a manifestarsi.
Che cagionano danni e pastrugni per la foga di concludere prima dell’altro.

Acquisizione, conferimento incarico e vendita.
Senza turbamenti, ne agguati e ne imboscate di sorta.

Piu’ bello di cosi’.
 

Andrea Russo

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Contattateli, se devi proprio, solo dopo aver fatto un tentativo reperendo direttamente il venditore.

Il tuo mestiere e’ reperire le case non collaborare.
Non fare agli altri quello che non vorresti fatto a te stesso! Vale in ogni ambito della vita, non solo nell'immobiliare...

Parlate di dimezzamento del compenso senza vedere la suddivisione del lavoro e state sempre focalizzati sulla doppia commissione anziché sulla soddisfazione del cliente. Non vi rendete conto che il mondo sta cambiando... non ho parole.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Non fare agli altri quello che non vorresti fatto a te stesso! Vale in ogni ambito della vita, non solo nell'immobiliare...

Parlate di dimezzamento del compenso senza vedere la suddivisione del lavoro e state sempre focalizzati sulla doppia commissione anziché sulla soddisfazione del cliente. Non vi rendete conto che il mondo sta cambiando... non ho parole.
Amen.

Consigli che vanno bene per andare a catechismo.
Non certo per competere su mercati.

Se il progresso e’ la collaborazione tra concorrenti.
Oppure chiedergli il permesso per poter svolgere la propria attività.
Il dimezzamento delle mediazioni.

Se a cio’ Sommiamo gli eterni scavalchi, il futuro per chi osserva queste regole, e’ l’estinzione garantita.

In ogni settore, Il mercato e il suo andamento, e’ soggetto alla libera concorrenza.

Quello dell’intermediazione immobiliare in particolare e’ soggetto alla concorrenza perfetta.
L’unico che prevede un compenso da entrambi le parti.

La circostanza dove gli operatori presenti sul mercato, che operino in favore di chi compera eo per chi vende, non hanno la possibilità di influenzare in alcun modo, attraverso i propri comportamenti, il prezzo e l’entita’ dei servizi e delle prestazioni che i concorrenti scambiano sul mercato.

Pensi di guardare verso la luna.

Invece sei ancora fermo ad Eboli.
 
Ultima modifica:

Andrea Russo

Membro Attivo
Agente Immobiliare
PyerSilvio, io sarò fermo ad Eboli, ma chi predica lo scavalco dei colleghi secondo me è fermo all'età della pietra. Vai in giro con la clava?
 

elisabettam

Membro Senior
Agente Immobiliare
Non fare agli altri quello che non vorresti fatto a te stesso! Vale in ogni ambito della vita, non solo nell'immobiliare...

Parlate di dimezzamento del compenso senza vedere la suddivisione del lavoro e state sempre focalizzati sulla doppia commissione anziché sulla soddisfazione del cliente. Non vi rendete conto che il mondo sta cambiando... non ho parole.
infatti stanno nascendo vari gruppi di collaborazione tipo mls . quando funzionano, sono molto forti
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
infatti stanno nascendo vari gruppi di collaborazione tipo mls . quando funzionano, sono molto forti
Collaborare con tutta Italia non serve.

Serve avere il polso del territorio e coltivarlo.

Quando acquisisci e vendi da per te i costi si riducono e i ricavi aumentano.

Con la collaborazioni, i costi sono altii mentre i ricavi oltre ad essere piu’ bassi, sono ad alto rischio di insidie, quando va bene, se non di nulla di fatto nella maggior parte dei casi.

Girare impiegando tempo e risorse, trattare e formulare affari, senza che poi questi si concludano, e’ piu’ dannoso che non farli.

Nelle collaborazioni di questi rischi ce ne sono da raccoglierli con la pala.
Perche’ arrivano da ogni direzione, dagli stessi clienti, da altri privati contendenti, colleghi e concorrenti serpenti.

Nessuno strumento o piattaforma di sorta, puo’ dare sufficienti garanzie all’operatore, se non quello di poter condurre l’affare direttamente eo in esclusiva.

Chi sostiene il contrario dice bugie e gli cresce il naso.
 
Ultima modifica:

elisabettam

Membro Senior
Agente Immobiliare
Collaborare con tutta Italia non serve.

Serve avere il polso del territorio e coltivarlo.

Quando acquisisci e vendi da per te i costi si riducono e i ricavi aumentano.

Con la collaborazioni, i costi sono altii mentre i ricavi oltre ad essere piu’ bassi, sono ad alto rischio di insidie, quando va bene, se non di nulla di fatto nella maggior parte dei casi.

Girare impiegando tempo e risorse, trattare e formulare affari, senza che poi questi si concludano, e’ piu’ dannoso che non farli.

Nelle collaborazioni di questi rischi ce ne sono da raccoglierli con la pala.
Perche’ arrivano da ogni direzione, dagli stessi clienti, da altri privati contendenti, colleghi e concorrenti serpenti.

Nessuno strumento o piattaforma di sorta, puo’ dare sufficienti garanzie all’operatore, se non quello di poter condurre l’affare direttamente eo in esclusiva.

Chi sostiene il contrario dice bugie e gli cresce il naso.
non devi collaborare con tutta Italia, basta un gruppo della tua zona.
 

ab.qualcosa

Membro Storico
Agente Immobiliare
Parlate di dimezzamento del compenso senza vedere la suddivisione del lavoro e state sempre focalizzati sulla doppia commissione anziché sulla soddisfazione del cliente.
E' vero che precludere la collaborazione è una pratica che guarda alla soddisfazione dell'agente in opposizione a quella del cliente, ma il discorso suddivisione del lavoro non lo condivido.
Si, lavoro di più, ma anche incasso di più.
Altrimenti non lavoravo per niente e non incassavo nulla ed ero pari e patta.

Non vi rendete conto che il mondo sta cambiando... non ho parole.
Se il mondo sta cambiando ci adegueremo, a me non sembra sia così attualmente.
E ti aggiungo purtroppo perché a me come concetto l'agente immobiliare all'americana piace.
Senz'altro più di quello all'inglese (anche lì quota di mercato intermediata altissima ma niente collaborazione e provvigioni risicate).

infatti stanno nascendo vari gruppi di collaborazione tipo mls . quando funzionano, sono molto forti
Stanno nascendo da tanto tempo, ma non mi pare abbiano sfondato.
Però ovviamente non conosco le realtà locali, esistono posti in Italia in cui i clienti sono complessivamente consapevoli dell'esistenza della collaborazione e la richiedono?
 

Mariuz

Membro Junior
Agente Immobiliare
Stanno nascendo da tanto tempo, ma non mi pare abbiano sfondato.
Finora mi sembra di capire che le reti mls attecchiscono meglio nelle grandi città, piuttosto che in provincia. Non ho dati statistici reali sulla loro efficacia, tuttavia se, come ho visto, una marea di agenti milanesi ReMax hanno aderito a milanomls, evidentemente ci avranno fatto più d'un pensiero...

esistono posti in Italia in cui i clienti sono complessivamente consapevoli dell'esistenza della collaborazione e la richiedono?
questo è il punto: far conoscere. Non basta essere convinti dei vantaggi possibili di una rete mls e quindi aderirvi. Bisogna attivare canali informativi efficaci che hanno evidentemente un costo, per quanto distribuito fra gli aderenti. Cliccare sul portale di una rete mls come quella di Monza e Brianza e scoprire che il dominio è inattivo, non è il massimo...
 

ab.qualcosa

Membro Storico
Agente Immobiliare
Finora mi sembra di capire che le reti mls attecchiscono meglio nelle grandi città
Per quello che mi risulta Replat a Roma campa, ma non molto di più, con numeri sostanzialmente stagnanti.
Ed il problema secondo me è che hanno sempre cercato di sfondare tra gli agenti perché sfondare a tappeto tra il pubblico generico (in particolare tra i venditori presenti e futuri), che è quello che secondo me cambierebbe completamente le cose, è eccessivamente oneroso rispetto a quanto si possono far pagare il servizio.

Poi magari mi sbaglio (e ne sarei contento.)
 

ab.qualcosa

Membro Storico
Agente Immobiliare
una marea di agenti milanesi ReMax hanno aderito a milanomls
Mi risulta che Remax già in partenza, ed almeno in teoria, lavori in condivisione, quindi per loro non è un grosso sforzo.
Ma anche qui, non mi pare che questa condivisione gli dia poi un enorme vantaggio in acquisizione rispetto alla concorrenza che non collabora o collabora in minimo modo.
 

Mariuz

Membro Junior
Agente Immobiliare
Per quello che mi risulta Replat a Roma campa, ma non molto di più, con numeri sostanzialmente stagnanti.
Ed il problema secondo me è che hanno sempre cercato di sfondare tra gli agenti perché sfondare a tappeto tra il pubblico generico (in particolare tra i venditori presenti e futuri), che è quello che secondo me cambierebbe completamente le cose, è eccessivamente oneroso rispetto a quanto si possono far pagare il servizio.

Poi magari mi sbaglio (e ne sarei contento.)
Non ritengo particolarmente redditizio in sé gestire una piattaforma, come nel caso di Replat, gestito direttamente da un network immobiliare che non credo l'abbia implementato per lucrare sul fatto che gli agenti si iscrivano, ma per lucrare in termini di incremento delle vendite degli immobili già in portafoglio. Altrimenti se si vuole guadagnare si fa prima sicuramente a lanciare piattaforme sul modello di Homepal o Casaveloce (del cui potenziale innovativo sono però perplesso).
Né credo che una rete mls sfonderà mai presso il pubblico di chi ha da vendere, però il punto è che se un venditore mi affida un incarico perché lo convinco che i canali distributivi che metto a disposizione della sua casa includono anche il servizio efficace di una rete mls, mi gioco una carta in più.
 

Mariuz

Membro Junior
Agente Immobiliare
Mi risulta che Remax già in partenza, ed almeno in teoria, lavori in condivisione, quindi per loro non è un grosso sforzo.
Ma anche qui, non mi pare che questa condivisione gli dia poi un enorme vantaggio in acquisizione rispetto alla concorrenza che non collabora o collabora in minimo modo.
Sono d'accordo, il vantaggio diretto e immediato della condivisione non si dovrebbe attendere in fase di acquisizione, ma semmai in quella di vendita. Però non ho trovato finora dati che confortano questa ipotesi, anche se sono fortemente convinto di tale ipotesi ;)
 

bit100

Membro Attivo
Amm.re Condominio
Mi permetto di dissentire su qualsiasi idea di collaborazione. Partendo dal fatto che il venditore è in assoluto la parte importante da tutelare. Per questo l'acquisizione fatta bene è l'unico modo per guadagnare. Non serve convincere il venditore o carpirgli la fiducia promettendogli strampalate collaborazioni. Un venditore deve fidarsi del AI deve essere sicuro che ha affidato la sua casa ad una persona competente non serve "il comitato d'accoglienza" se si vuole tenere un buon rapporto con un probabile acquirente che ha poco tempo non si interpellano le agenzie altrui né si punta a fare la Guida Turistica su immobili acquisiti da altri. Si chiede un tempo ragionevole e si fa acquisizione magari mirata per la tipologia e per la zona e si propone quello che si é acquisito in Esclusiva. La torta é grande ma é difficile trovarla ci mancherebbe che dopo tanto lavoro rimanessero solo le briciole. Claudia
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Recesso contratto di mediazione
Salve si può recedere da un contratto di mediazione della durata di un anno, ma in 8 mesi neanche l'ombra di un appuntamento?
Balian ha scritto sul profilo di Andrea Gurieri.
ti lascio il mio num se ti servono info su come fare socio di capitale in una immobiliare +39 3348484943 ( contattami prima su WA gentilmente che ho un fuso orario -6 sono in canada )
Alto