• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Antoniobelfort94

Nuovo Iscritto
Professionista
Buonasera, sono nuovo, mi presento sono Antonio Pezzella e vorrei una vs considerazione in merito al mio caso: mia madre, unitamente alle due sorelle, é proprietaria di un immobile (33,3). Io, vorrei comprare una quota (di una delle sorelle), causa complicazioni familiari.
Il valore della quota si aggira intorno ai 60.000,00. Il problema é che questa operazione la farei anche domani se non fosse che l'immobile é vincolato dall'agenzia immobiliare per un anno. La mia domanda é: posso fare un atto notarile con la promessa ad acquistare quota casa (e non intero immobile)? Facendo ció intralcerei l agenzia, seppur chiarendo che l'intero immobile una vota venduto, spetterebbe una percentuale a loro?
 

studiopci

Membro Storico
Agente Immobiliare
La mia domanda é: posso fare un atto notarile con la promessa ad acquistare quota casa (e non intero immobile)? Facendo ció intralcerei l agenzia, seppur chiarendo che l'intero immobile una vota venduto, spetterebbe una percentuale a loro?
Salve, con l'atto notarile tu acquisti quota parte dell'immobile, nella fattispecie tua sorelle vende la Sua quota, non puoi promettere di acquistare la quota. Nel tuo caso proverei a spiegare la situazione all'agenzia mi farei firmare per sicurezza una liberatoria alla mediazione per l'acquisto della quota di tua sorella, procederei all'acquisto della quota e contemporaneamente rifirmerei un nuovo incarico di vendita all'agenzia insieme agli altri 2 comproprietari, cambiando uno dei comproprietari legalmente il vecchio mandato ha valore solo per tua madre e tua sorella... tu potresti opporti non avendo firmato nulla.
 

Antoniobelfort94

Nuovo Iscritto
Professionista
Perfetto, chiederó direttamente all'sgenzia di riferimento, l unico dubbio sorge nel momento poi della futura vendita (se a breve termine), in quanto non sussisterebbero plusvalenze essendo un immobile (in questo caso una quota) comprato da poco? E sempre in riferimento a quanto detto precedentemente, su l acquisto di una quota posso avere agevolazioni prima casa? O altro tipo? Grazie mille
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino

studiopci

Membro Storico
Agente Immobiliare
La plusvalenza la pagherai se venderai la tua quota ( che se ne hai i requisiti sarebbe prima casa ) prima di 5 anni ad un prezzo superiore a quello dell'acquisto.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Quindi se ho i requisiti e acquisto come prima casa, posso evitare di pagare la plusvalenza?
Come ti hanno già risposto, le due cose non sono collegate.
Puoi acquistare come prima casa, se ne hai i requisiti.
Pagherai le plusvalenze , se venderai prima dei 5 anni a prezzo maggiore di quello di acquisto, a meno che tu sia stato residente in quell’immobile la maggior parte del tempo tra acquisto e rivendita .
 

Antoniobelfort94

Nuovo Iscritto
Professionista
Quindi l'unico modo per evitare plusvalenza é risiedere la maggior parte del tempo, quindi vale a dire che se acquistassi la quota oggi e la rivenderei tra un mese non scatterebbe nulla (?), visto che sono giá residente li...
Quali sono altri modi per evitare plusvalenze sugli immobili (mi incuriosisce)
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Il fisco in caso di vendita dell'immobile prima dei 5 anni o prima di circa 3 anni se ci risiedi stabilmente...
Oltre i 5 anni non ci sono plusvalenze.
Prima dei 5 anni non ci sono plusvalenze per le cessioni di immobili adibiti ad abitazione principale – da parte del proprietario o suoi familiari ossia coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo – per la maggior parte del periodo intercorso tra acquisto e successiva rivendita.
Per abitazione principale si intende il luogo dove la persona ha la dimora abituale.
Se compri oggi è rivendi tra due mesi, e hai vissuto lì per almeno un mese, le plusvalenze non sono tassate.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve vorrei chiedere un informazione molto importante hai fini di non essere raggirato, io abito lontano dovrei conferire una procura speciale a vendere degli immobili ha un avvocato , il fatto e questo una volta che la mia procuratrice, va dal notaio incassa gli assegni della vendita, la procuratrice mi scriverà sulla procura obligo di rendiconto , però dicono che si dovrebbe aprire un conto apparte per versare ?
Cioe la mia procuratrice non potrebbe versare in automatico sul suo conto .poi dopo una settimana saranno disponibili lei mi dovrebbe bonificare ha me . Mi potete indicare una procedura da starmene tranquillo? Senza correre rischi ? Che centra aprire un altro conto?
2 minuti fa
Alto