• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

lele1974

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera a tutti, scrivo per conto di mia mamma che tramite agenzia immobiliare ha acquistato un appartamento vendendo il suo contestualmente sempre tramite la stessa agenzia.
Il compromesso è stato fatto a Luglio 2019 versando una quota di 25.000 all'agenzia. I proprietari sono di fuori zona e l'appartamento è sfitto da circa un anno. Il rogito è fissato per il 31.01.2020.
Ad oggi non c'è la possibilità di attivare le utenze gas e luce perché i riferimenti delle matricole relative ai contatori sono illeggibili, nessuno ha le bollette pregresse per risalire a chi sono intestati o almeno per avere un riferimento della matricola.
inoltre mancano chiavi per l'accesso al cortile e ai garage oltre che quella della buchetta delle lettere, anche l'amministratore di condominio le ha. In tutto questo tempo l'agenzia più volte sollecitata non sta facendo nulla. Secondo ci sono le condizioni per rimandare il rogito sia dell'appartamento da acquistare che quello da vendere senza incorrere in penali? Voi cosa fareste o vi muovereste?
grazie mille a tutti, Emanuele.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Buonasera a tutti, scrivo per conto di mia mamma che tramite agenzia immobiliare ha acquistato un appartamento vendendo il suo contestualmente sempre tramite la stessa agenzia.
Il compromesso è stato fatto a Luglio 2019 versando una quota di 25.000 all'agenzia. I proprietari sono di fuori zona e l'appartamento è sfitto da circa un anno. Il rogito è fissato per il 31.01.2020.
Ad oggi non c'è la possibilità di attivare le utenze gas e luce perché i riferimenti delle matricole relative ai contatori sono illeggibili, nessuno ha le bollette pregresse per risalire a chi sono intestati o almeno per avere un riferimento della matricola.
inoltre mancano chiavi per l'accesso al cortile e ai garage oltre che quella della buchetta delle lettere, anche l'amministratore di condominio le ha. In tutto questo tempo l'agenzia più volte sollecitata non sta facendo nulla. Secondo ci sono le condizioni per rimandare il rogito sia dell'appartamento da acquistare che quello da vendere senza incorrere in penali? Voi cosa fareste o vi muovereste?
grazie mille a tutti, Emanuele.
Per case disabitate da tempo è la prassi, in linea di massima si supera tutto con l'aiuto dell'amministratore ed un buon fabbro. Per le utenze non potete certo pensare che l'agenzia abbia un ruolo se non da passaparola, il proprietario dovrebbe attivarsi maggiormente per risalire almeno ad informazioni basilari per permettere di avere gas e luce (in fondo è casa sua), direi di insistere, è sicuramente un suo dovere. Nella peggiore delle ipotesi esistono società specializzate nell'attivazione di utenze provate con una di loro. Penso proprio però che non possiate rinviare unilateralmente il rogito di acquisto se non proprio di qualche giorno, ancora meno quello di vendita essendo il vostro acquirente del tutto estraneo alle vicende.
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Se avete fatto il compromesso, direi che l'agenzia non è tenuta a farvi avere quanto da voi richiesto in quanto il lavoro dell'intermediario è da considerarsi ultimato, e ciò che voi chiedete è un dettaglio tecnico / pratico, perciò devi rivolgerti al venditore (di cui avrete senz'altro un recapito telefonico).

Le chiavi e tutto ciò che può servire per accedere all'immobile, ai suoi accessori e per svolgere le pratiche di carattere pratico (come ad esempio le volture delle utenze) solitamente viene consegnato al rogito e non prima (salvo che non siano stati presi accordi diversi).

Perciò, le tue motivazioni non giustificano il rinvio del rogito.

Rivolgiti direttamente al proprietario / venditore per richiedere quanto ti serve.
Tieni presente però, che il venditore potrebbe non esserti d'aiuto per le volture delle utenze poichè se l'immobile è stato locato (ad esempio), il proprietario potrebe non avere le vecchie fatture di fornitura e potrebbe anche non sapere chi fosse l'ultima azienda fornitrice dei servizi.

In ogni caso, sui contatori (o sui tubi del contatore del gas e dell'acqua) dovrebbe esserci un cartellino con indicato il POD (che serve per la riattivazione dei contatori).
Il contatore della luce invece riporta il "codice utente" che serve per la stessa finalità.
 

lele1974

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
In ogni caso, sui contatori (o sui tubi del contatore del gas e dell'acqua) dovrebbe esserci un cartellino con indicato il POD (che serve per la riattivazione dei contatori).
Il contatore della luce invece riporta il "codice utente" che serve per la stessa finalità.
Grazie mille per la risposta. Purtroppo mi hanno detto essere illeggibili questi codici ma si possono risalire solo dalle bollette. Domani comunque mia mamma sarà presso la casa con l’agente immobiliare. Grazie ancora

Se avete fatto il compromesso, direi che l'agenzia non è tenuta a farvi avere quanto da voi richiesto in quanto il lavoro dell'intermediario è da considerarsi ultimato, e ciò che voi chiedete è un dettaglio tecnico / pratico, perciò devi rivolgerti al venditore (di cui avrete senz'altro un recapito telefonico).

Le chiavi e tutto ciò che può servire per accedere all'immobile, ai suoi accessori e per svolgere le pratiche di carattere pratico (come ad esempio le volture delle utenze) solitamente viene consegnato al rogito e non prima (salvo che non siano stati presi accordi diversi).

Perciò, le tue motivazioni non giustificano il rinvio del rogito.

Rivolgiti direttamente al proprietario / venditore per richiedere quanto ti serve.
Tieni presente però, che il venditore potrebbe non esserti d'aiuto per le volture delle utenze poichè se l'immobile è stato locato (ad esempio), il proprietario potrebe non avere le vecchie fatture di fornitura e potrebbe anche non sapere chi fosse l'ultima azienda fornitrice dei servizi.

In ogni caso, sui contatori (o sui tubi del contatore del gas e dell'acqua) dovrebbe esserci un cartellino con indicato il POD (che serve per la riattivazione dei contatori).
Il contatore della luce invece riporta il "codice utente" che serve per la stessa finalità.
Grazie mille per tutte le informazioni
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Grazie mille per la risposta. Purtroppo mi hanno detto essere illeggibili questi codici ma si possono risalire solo dalle bollette. Domani comunque mia mamma sarà presso la casa con l’agente immobiliare. Grazie ancora


Grazie mille per tutte le informazioni
È impossibile che solo dalle bollette vi si possa risalire: e se uno ha perso tutte le bollette vecchie, si resta a vita senza utenze? Ovvio che in presenza di bollette la procedura è più rapida...

Per il gas serve un codice di 14 cifre (il PDR, mentre il POD riguarda la fornitura elettrica). In assenza delle bollette, occorre chiamare la ditta che si occupa della distribuzione del gas nella zona (se non sai chi è, chiama l'ufficio tecnico del Comune e chiedi il nome della ditta), dopodiché comunicando un po' di dati, quali la via, il civico, nome intestatario della vecchia utenza (meglio se si possiede anche il codice fiscale) ecc., nel giro di pochi giorni riescono a risalire al PDR, e te lo comunicano. Il passo successivo è quello di scegliere il fornitore, fare il contratto (anche telefonicamente), e nel giro di una settimana dovresti avere il gas.

Considera che queste procedure io le ho appena fatte per attivare 2 utenze proprio qualche giorno fa, per un paio di immobili non abitati da tempo, e la prossima settimana dovrei avere il gas.

Per la ricerca del PDR, dovrà fare queste cose il vecchio proprietario; credo che poi la nuova utenza la dovrai attivare direttamente tu, il giorno dopo del rogito, quindi comunque avrai la fornitura del gas una settimana dopo il rogito, a meno che il venditore non allacci lui tutte le utenze...

Per la fornitura dell'energia elettrica, pigiando sul contatore dovrebbe uscire il codice POD: contattando il distributore, anche qui è questione di pochi giorni (oramai è tutto automatico/elettronico).

Per l'acqua, rivolgendosi al Comune si riesce a capire come fare (per alcuni Comuni è il Comune stesso che fa la voltura, sempre comunicando qualche vecchio nominativo; in altri, vi sono gestori esterni, ma con le stesse info del gas si riesce ad attivare anche l'acqua).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Delibera reddituale UniCredit, tempistiche?
Buongiorno a tutti ho bisogno di una informazione:
per la cancellazione di una Ipoteca giudiziale ultraventennale non rinnovata si applica anche la procedura semplificata ex art.40 bis TUB? grazie in anticipo per la risposta! Saluti Diego
Alto