1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Francesco Talotta

    Francesco Talotta Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti fedeli colleghi, ho un problemone da sottoporvi.

    proposta con assegno da 5.000 con scadenza il 19/03/2013
    dopo una estenuante trattativa con i venditori il giorno 20/03/2013 ho fatto firmare la proposta d'acquisto naturalmente datandola 19/03/2013, e fin qui tutto ok, il problema sorge che il telegramma di avvenuta accettazione, l'ho inviato il giorno 20/03/2013 (praticamente quando effettivamente ho avuto le firme da parte dei venditori).

    Stamane ricevo telegramma dal compratore che rivuole indietro l'assegno perche' anche se la proposta firmata in tempo il telegramma la ricevuto il giorno dopo.

    il modulo proposta e quello della fiaip.

    attendo vostro riscontro.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La proposta risulta firmata il giorno 19 ??? ... e nel telegramma che hai spedito, hai scritto che la proposta è stata accettata il giorno 19 marzo e meglio ancora alle ore ??? ... è importante questo , perchè se hai avuto la firma la sera ... materialmente il telegramma lo hai spedito la mattina dopo, ma comunicando che la firma è avvenuta la sera... è un pò border line ma potrebbe starci... anche se la vedo dura... però non c'è mai fine al peggio. Fabrizio
     
  3. Francesco Talotta

    Francesco Talotta Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    si nel telegramma c'è la data di accettazione il 19, ma il telegramma si puo' inviare anche alle 11 di sera. L'acquirente la inviato il 20/03 alle 23.15 forse per sottolinearmi il fatto che è possibile mandarlo alla sera, l'avvocato mi ha detto che devo restituire l'assegno.
    anche se io dico, per il paradosso la scadenza della proposta è il 19 a mezzanotte, se me la firmano alle 23.50 come faccio a mandare il telegramma o la raccomandata, uno la invierebbe in buona fede alla mattina del giorno dopo, ma a quanto pare non si puo', il problema che nella proposta fiaip e specificato in un paio di punto che l'avvenuta accettazione va inviata entro la scadenza della stessa.
     
  4. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Chi ha fatto la proposta d'acquisto era sicuramente intenzionato a concludere l'affare. Dico affare perchè se l'AI ha dovuto insistere per ottenere l'accettazione, la cifra proposta doveva essere piuttosto bassa rispetto alla richiesta. Ora come è possibile che un giorno di ritardo nella comunicazione da parte dell'AI provochi la rinuncia da parte del proponente?. Si è pentito subito dopo aver fatto la proposta e aspettava solo di potersene tirare fuori? Oltre tutto non può neanche pretendere il
    doppio della caparra, ma questo lo sa?
     
  5. Francesco Talotta

    Francesco Talotta Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    il proponente a fatto 2 proposte
    la prima 4 settimane fa a 365.000 €
    la seconda a 385.000 pochi giorni fa

    la richiesta del proprietario è 420.000 e voleva chiudere a 390.000

    semplicemente l'acquirente era indeciso tra questa ed un'altro appartamento e si saà pentito dopo avermi fatto la proposta

    mi chiede restituzione caparra che io ho consegnato al momento dell'accettazione ai venditori in quanto proposta non surrogata a finanziamento

    il venditore l'ho appena sentito e spero ridia l'assegno se no ci smeno io i 5.000€ oltre le spese dell'avvocato...
     
  6. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Brutta storia... purtroppo l'avvocato ha ragione, per questo la vedevo dura,

    Il venditore non ha titolo ha ritenere l'assegno , formalmente l'accettazione non è avvenuta per decorrenza dei termini. Fabrizio
     
  7. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    L'assegno deve essere consegnato al venditore solo dopo che il proponente
    ha avuto notizia dell'accettazione.
    E' una leggerezza da parte del collega che. sapendo di essere al limite avrebbe dovuto usare la massima attenzione.
    Spero che tutto si risolva bene.
     
    A Antonello piace questo elemento.
  8. Francesco Talotta

    Francesco Talotta Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    fabrizio la proposta e stata firmata dal venditore come se l'avesse firmata il 19/03 quindi lui e nei tempi, e il telegramma che è partito il 20. quindi per cui il venditore potrebbe averlo già incassato (cosa che grazie a dio non ha fatto) anche perchè il telegramma del compratore con richiesta di annullo e riconsegna è avvenuta giorno 21 alle 23 circa.
    ma quello che mi chiedo... se la proposta a scadenza il 19 a mezzanotte, il telegramma per forza di cose avviene il giorno dopo.
     
  9. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Aspetta ... ripeti bene i tempi dall'inizio ... comunque la proposta si ritiene accettata nel momento in cui il compratore ne ha avuto conferma , non quando si firma ...
     
  10. Francesco Talotta

    Francesco Talotta Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    scadenza proposta il 19/03
    il 20 mi vengono in ufficio i venditore e la firmiamo cose se l'avrebberono firmata il 19 per rimanere nei tempi.
    quindi mi ritrovo il 20/03 ad avere in mano una proposta firmata il 19/03 ma a non aver inviato il telegramma. il telegramma è stato inviato il 20/03 il giorno dopo la scadenza della proposta.
    ho inviato l'accettazione con un giorno di ritardo alla scadenza della proposta
     
  11. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Ha ragione, sei fuori tempo massimo.......... manda indietro l' assegno...........

    Smoker
     
  12. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Riassumendo i fatti:
    - proposta per acquisto immobile con scadenza il 19.03.2013;
    - il venditore accetta la proposta apponendo la firma e data l'accettazione al 19.03.2013;
    - l'agente immobiliare consegna l'assegno, ricevuto in deposito fiduciario, al venditore contestualmente alla firma di accettazione;
    - l'agente immobiliare comunica con telegramma il giorno 20.03.2013 l'accettazione della proposta all'acquirente;
    - l'acquirente il giorno 21.03.2013 rinuncia, a mezzo telegramma, all'acquisto significando che il termine per l'accettazione era scaduto il 19.03.2013, chiedendo, nel contempo la restituzione dell'assegno lasciato in deposito fiduciario.

    Risulta che la proprietà ha firmato l'accettazione nei termini richiesti dal proponente in data 19.03.2013 e che l'agente immobiliare ha comunicato l'avvenuta accettazione in data 20.03.2013.
    Fatto grave e fatto ancora più grave, pienamente concordando con Marcellogall, l'aver consegnato l'assegno al venditore prima che il proponente avesse avuto notizia dell'accettazione da parte del venditore.

    I risvolti:
    - l'agente immobiliare risponderà in solido dell'assegno ricevuto in deposito fiduciario dal proponente e potrebbe essere chiamato a rispondere dei danni che il venditore lamenterà a causa della mancata vendita.
     
    A Sim piace questo elemento.
  13. Francesco Talotta

    Francesco Talotta Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Riconsegnato l'assegno, l'ecceso di zelo e le parole confortanti di quel cornuto del compratore mi hanno fatto commettere sto erroraccio! Meno male che mi hanno ridato l'assegno e firmato la manleva.
    Esperienze di vita
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina