1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. roby8116

    roby8116 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,
    non so se sono nella sezione giusta

    Ho ristrutturato casa e finalmente posso entrare dopo tanti lavori.
    Ho notato pero' che si forma la condenza su un angolo del bagno sulle piastrelle!
    Non riesco a capire dove sia il problema e come risolverlo

    Ho ristrutturato completamente il bagno (tubi, piastrelle, sanitari.....) e anche i serramenti.
    Unica cosa che posso aggiungere è che proprio dietro quella fila di piastrelle passa il tubo dello scarico (mio e mi sa anche della gronda del tetto)

    Che posso fare per evitare la condensa che si forma tutti questi giorni?
     
  2. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    È un problema di ponte termico e condensa.
    In poche parole il nuovo infisso chiude molto bene e non permette un minimo di ricambio d'aria che abbassa la percentuale di umidità relativa nell'ambiente, evidentemente in quel punto le piastrelle sono più fredde e l'umidita dell'aria condensa lì.
    Il tubo dello scarico non è stato foderato con dell'isolante? È buona norma farlo se non altro per evitare di sentire il rumore.
    A lavori finiti sulle piastrelle c'è poco che tu possa fare, se non aprire la finestra x diminuire l'umidità.
     
  3. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Problema tipico di chi sostituisce gli infissi senza pensare minimamente a cosa va incontro.
    Si installano infissi ultraperformanti in case vecchie e muri non isolanti e ci si ritrova con la muffa dappertutto perche' le finestre che avrebbero dovuto disperdere o condensare l'umidita' non lo fanno piu'.
    Prima di installare gli infissi bisognerebbe fare una analisi da parte di un termotecnico per verificare che le pareti "sopportino" un tale infisso. A volte e' meglio paradossalmente metterne di meno performanti ma assicurarsi che il nuovo punto di condensa non sia il muro!!!
    Solo che sia chi compra che chi vende (per motivi diversi) pensa che "piu' isolante e' sempre meglio a prescindere".
     
    A Tobia, Bagudi, cafelab e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  4. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Senza contare il fatto che senza far respirare la casa, l'inquinamento domestico sale in modo drastico.
     
    A cafelab piace questo elemento.
  5. roby8116

    roby8116 Membro Junior

    Privato Cittadino
    @Wile
    Io,di sicuro, non essendo un serramentista non sono a conoscenza di tutti gli pro/contro di una finestra rispetto ad un'altra. Mi sono fidato e appoggiato ad una persona competente e non sono stato a scegliere un serramento top della gamma ma uno che rispecchiava quello che cercavo (buona termicità/prezzo/possibilità di detrazione)

    Ovvio che se dovessi farlo/consigliarlo a qualcuno, esporrei questo "problema" della possibile condensa

    Mi sono appoggiato a questo sito proprio per chiedere un "tamponamento" al problema che si è riscontrato. Ora non mi metto a cestinare la finestra per metterne su un'altra "old" perchè quella che ora ho è troppo performante.
    Cercavo un rimedio migliore, magari aprire una specie di bocchetta/presa d'aria come si fa in cucina per il gas
    Ripeto: chiedo perchè non sono competente

    Ovvio che la casa è vecchia e certi "isolamenti" non ho potuto farli per questioni finanziarie....Magari unfuturo potrei intervenire
     
  6. marco tartari

    marco tartari Membro Attivo

    Altro Professionista
    E' possibile che si tratti di un muro perimetrale con una trasmittanza alta, potresti agire isolando dall' esterno
    con un cappotto termico, anche solo localizzato in quel punto.
     
  7. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Rimedio economico : puoi provare con sali igroscopici. Ti compri le vaschette di condensazione di airmax e poi invece di usare i loro puoi prendere un sacco di nacl (di solito lo trovi in agraria) ad un prezzo decisamente inferiore. Non aspettarti miracoli se l'ambiente e' eccessivamente umido pero' qualcosa fa,
     
  8. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Qui installano la ventilazione meccanizzata....
    Oppure se hai la tapparella, fai un buco che da sul cassonetto e ci installi una ventolina temporizzata che aspira ed evita questo problema.
    Meglio ancora se hai l'uscita sul tetto, perché cmq se la fai sul cassonetto, vedrai volte la condensa sul vetro esterno della finestra.
     
  9. marco tartari

    marco tartari Membro Attivo

    Altro Professionista

    Può essere una soluzione di accomodi, ma allora conviene un deumidificatore
     
  10. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Il problema del deumidificatore e' il consumo di corrente :) Per questo ho specificato economica :)
     
  11. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Il deumidificatore ciuccia tanta corrente :confuso: I sali se prendi il saccone da 25kg sono meno di 10€ (se non stai sulle note marche da supermercato)... e non fa rumore...
     
  12. roby8116

    roby8116 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Bene dai....quindi riassumendo è che non c'è riciclo d'aria
    Ho provato anche lasciar semiaperta la finesta (a bascola o metà anta aperta) ma non mi sembra sia migliorata.
    Già ieri, che non pioveva fuori, non mi ha fatto nessuna condensa!
     
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    tutto vogliono isolare ermeticamente i locali per risparmiare sul riscaldamento, e questo può star bene nei locali come camere e salotti ma nei bagni e cucine i muri devono traspirare, come usavamo con calce e stabilitura, ora si usa di tutto e un po e queste sono le conseguenze
     
  14. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    I muri non traspirano, mai, non traspiravano una volta e non lo fanno sicuramente adesso.
    Quello che possono fare al massimo e' asorbire l'umidita' ambiente quando in eccesso e restituirla quando diminuisce. Se l'ambiente rimane in saturazione allora si saturano anche le pareti e i rivestimenti (anche se garantiti "traspiranti") e condenseranno.
    Le pareti, gli intonaci e le vernici che si dice "lasciano passare l'umidita' all'esterno" sono una falsita'. Quel che e' fuori e' fuori e quel che e' dentro e' dentro, come giusto che sia. Non e' possibile (e non e' neppure auspicabile) che l'umidita' interna attraversi tutta la muratura fino a fuori. Prima di tutto perche' prima o poi si trova un punto di condensa (secondo il diagramma di Glaser) e se questo e' all'interno dei muri sono problemi, gravi. Se poi esiste un pacchetto isolante e arriva ai pannelli questi si imbibiscono e cessano di funzionare (tanto peggio se e' lana di roccia che si ammassa in modo definitivo), per questo motivo dalla parte interna si inserisce una barriera vapore.
    Nei sottotetti si riesce a "lavorare" meglio grazie alla ventilazione e si mettono dele membrane semipermeabili (freno vapore) a senso unico che permettono la diffusione dell'umidita' all'esterno in modo controllato se il pacchetto isolante lo permette (dev'essere preferibilmente in fibra di legno), ma molte volte cio' non si fa e si mette una bella barriera vapore che risolve i problemi di eventuali ristagni nei pannelli.
    L'unico modo per risolvere i problemi di umidita' e condensa, assieme a un buon pacchetto isolante, rimane solo ed esclusivamente l'adeguata ventilazione.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  15. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino

    C'è una malta utilizzata anche nelle belle arti... per risanare che ha un costo non indifferente... funziona anche su chi hai le fondamenta in ammollo (casa sulla riva)... e dove tutti gli altri interventi hanno fallito...
     
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Wile, come mai hai miei tempi quando facevo la professione di geom. nei bagni e cucine si metteva l'intonaco al civile e negli altri si rasava con il gesso?
    seguite i vecchi consigli fate respirare e areare i locali, come pure gli infissi in legno altrimenti non ne venite a capo
     
  17. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Aggiungo un'ultima cosa.
    Sempre piu' spesso invece di usare le vernici "traspiranti" si usano, giustamente, vernici lavabili e semilavabili (con o senza finitura opaca a imitare le tempere). I vantaggi sono evidenti: pulizia e facilita' di manutenzione. La mancanza di "traspirabilita'" che molti paventano e' invece un vantaggio, perche' ci avverte subito quando il locale e' in condizioni di insalubrita' e non permette all'umidita' di andare oltre ammalorando intonaci e rasature (per una scagliola l'umidita' e' la sua morte). L'unico uso che si puo' fare di intonaci e vernici permeabili diffusivi e' il risanamento di muri ammalorati o che "pescano" umidita' dal terreno. In tal modo tali vernici "asciugano" i muri portando all'interno dell'ambiente l'umidita' risanandoli ed evitandone il deterioramento, a patto che in questi ambienti ci sia una abbondante ventilazione per portare fuori l'umidita' interna.
     
  18. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Come spiegato, perche' il gesso assorbe l'umidita' e non fa comparire immediatamente le fastidiose gocce di condensa, ma questa umidita' non viene ASSOLUTAMENTE portata all'esterno ma riceduta all'ambiente appena la tensione di vapore lo permette. Se l'ambiente e' scarsamente ventilato, una volta saturato il gesso non puo' far altro che condensare e diventare terreno di coltura delle muffe. Se l'umidita' raggiunge i muri e passa attraverso i mattoni e' un DISASTRO per la struttura. Per questo si usano intonaci e malte diffusive, per portare l'umidita' fuori dai muri (all'interno o all'esterno) e MAI viceversa.

    EDIT: ho guardato e ho dato una spiegazione che sembra non pertinenete a quanto affermato. comunque secondo me e' piu' per questioni di estetica e non di trasmissione dell'umidita'. Diciamo che si presume un bagno e una cucina siano piu' ventilati di un salotto o una camera da letto e quindi i problemi di condensa si hanno in queste ultime.
     
    Ultima modifica: 22 Gennaio 2014
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  19. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    se il problema è nei locali da me citati vale quanto sopra già evidenziato (ARIEGGIARE) e aprire le finestre, tenere la temperatura ambiente non superiore ai 18 gradi, vedrai che il problema si risolve
     
    A Wile piace questo elemento.
  20. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non c'e' alcun dubbio:stretta_di_mano:
    Ma non diciamo che i muri "traspirano" e "lasciano andare fuori l'umidita'", perche' cosi' non e'.:fiore:
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina