• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

alicebrandel

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
salve a tutti . appena ho un giorno libero , vado al agenzia immobiliare che mi ha presentato un immobile del mio interesse . al telefono abbiamo deciso di fare una proposta di acquisto allegando un assegno , che io non ho per ciò dovrei passare in banca , io chiedo a voi , cosa dovrà essere scritto in questa proposta , oltre il prezzo che voglio acquistare. io voglio acquistare al prezzo di 96000+4% IVA (acquisto dal costruttore ) con un assegno di anticipo di 5000 € . cosa deve essere scritto , a cosa devo guardare , deve essere scritto nella proposta che il assegno , in casso di accetto va riscosso in rogito o come funziona ? datemi una mano , non voglio sbagliare. grazie in anticipo
 

TensioneLeone

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Una proposta d'acquisto prevede che vengano indicati : prezzo, pagamenti e condizioni.
Quanto paghi l'immobile , quali sono gli anticipi e quando devi rogitare
L'assegno che alleghi alla proposta è tenuto in deposito fiduciario dall'agente immobiliare che lo consegnerà al venditore , una volta che ti avrà notificato l'accettazione della proposta. L'importo di quell'assegno e tutti i versamenti successivi saranno imputati a titolo di Caparra Confirmatoria.
Nel caso di nuova costruzione possono esserci delle piccole differenze rispetto a quello che ti ho appena scritto ( gli anticipi possono essere indicati come acconto e non caparra , potresti iniziare a pagare sugli acconti anche l'IVA, ecc) ma ti consiglio di farteli dire direttamente da chi ti sta seguendo
 

josko

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Attenzione alla polizza fidejussoria.
 
Ultima modifica di un moderatore:

davideboschi

Membro Attivo
Privato Cittadino
assegno di anticipo di 5000 €
Anticipo o caparra confirmatoria?

La differenza sta in ciò che succede se uno dei due, per sua volontà o per impossibilità, si ritira dall'affare.

Nel caso in cui l'affare non si concluda, l'anticipo viene semplicemente restituito, indipendentemente da chi ha fatto saltare l'affare.
La caparra confirmatoria invece viene persa da quello dei due che fa saltare l'affare.
Se sei tu, non ti ridanno i soldi.
Se è il venditore, te li deve dare raddoppiati.

In altre parole, è una garanzia a tutela della conclusione dell'affare.
 

davideboschi

Membro Attivo
Privato Cittadino
cosa deve essere scritto , a cosa devo guardare
Se devi accendere un mutuo, ti conviene inserire una clausola sospensiva, che (se la proposta viene accettata) vincola l'efficacia del contratto all'erogazione del mutuo.
Perché se dipendi dalla banca, e questa non ti eroga il mutuo, l'affare salta per colpa tua, e perdi la caparra.
E nella clausola non mettere che il diniego della banca deve avvenire per iscritto. Quasi nessuna banca ti scrive che non ti danno il mutuo.

Se l'agente non vuole questa clausola, vuol dire che non ti tutela abbastanza.
 

alicebrandel

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Anticipo o caparra confirmatoria?

La differenza sta in ciò che succede se uno dei due, per sua volontà o per impossibilità, si ritira dall'affare.

Nel caso in cui l'affare non si concluda, l'anticipo viene semplicemente restituito, indipendentemente da chi ha fatto saltare l'affare.
La caparra confirmatoria invece viene persa da quello dei due che fa saltare l'affare.
Se sei tu, non ti ridanno i soldi.
Se è il venditore, te li deve dare raddoppiati.

In altre parole, è una garanzia a tutela della conclusione dell'affare.
anticipo o caparra ? questi termini sono nuovi per me , l'agente immobiliare , mi diceva al telefono di fare un assegno di 5000 euro come "interesse" (questa e la parola che a usato ) di comprare l'appartamento , dicendomi che il assegno non sarà cambiato e non perdo i soldi . queste sono state le sue parole
 

alicebrandel

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Se devi accendere un mutuo, ti conviene inserire una clausola sospensiva, che (se la proposta viene accettata) vincola l'efficacia del contratto all'erogazione del mutuo.
Perché se dipendi dalla banca, e questa non ti eroga il mutuo, l'affare salta per colpa tua, e perdi la caparra.
E nella clausola non mettere che il diniego della banca deve avvenire per iscritto. Quasi nessuna banca ti scrive che non ti danno il mutuo.

Se l'agente non vuole questa clausola, vuol dire che non ti tutela abbastanza.
si voglio accedere a un mutuo del 80% , quindi devo avere anche questa clausola , metti che neanche 80% la banca non mi accetta il mutuo , perdo magari i 5000 euro . giusto ?*
 

davideboschi

Membro Attivo
Privato Cittadino
cosa deve essere scritto , a cosa devo guardare
Se fai una ricerca per parole, riesci a passare almeno una settimana lavorativa su questo forum e dopo avrai un quadro abbastanza chiaro, sempre che ti siano chiari alcuni fondamentali concetti di diritto.
Le parole che ti suggerisco di cercare sono "proposta", "preliminare", "sospensiva", "caparra".
Purtroppo la funzione ricerca non accetta frasi intere, nemmeno tra virgolette.

Altrimenti meglio che ti fai aiutare da un avvocato, che sia però esperto del ramo immobiliare.
Ti costerà qualcosa, ma a fronte di 100mila euro che ti costa la casa, sono soldi bene spesi.
 

alicebrandel

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Se fai una ricerca per parole, riesci a passare almeno una settimana lavorativa su questo forum e dopo avrai un quadro abbastanza chiaro, sempre che ti siano chiari alcuni fondamentali concetti di diritto.
Le parole che ti suggerisco di cercare sono "proposta", "preliminare", "sospensiva", "caparra".
Purtroppo la funzione ricerca non accetta frasi intere, nemmeno tra virgolette.

Altrimenti meglio che ti fai aiutare da un avvocato, che sia però esperto del ramo immobiliare.
Ti costerà qualcosa, ma a fronte di 100mila euro che ti costa la casa, sono soldi bene spesi.
grazie del consiglio . farro le ricerche
 

davideboschi

Membro Attivo
Privato Cittadino
questi termini sono nuovi per me , l'agente immobiliare , mi diceva al telefono di fare un assegno di 5000 euro come "interesse" (questa e la parola che a usato ) di comprare l'appartamento , dicendomi che il assegno non sarà cambiato e non perdo i soldi . queste sono state le sue parole
Se questi sono termini nuovi per te, vedo duro il poter gestire la compravendita da sola.
Se poi l'agente ti ha detto che l'assegno è solo per interesse, mi pare un bel volpone. L'assegno non è per interesse, o è anticipo o caparra. Puoi darlo come anticipo, e farlo diventare caparra dopo, con una comunicazione scritta (accettata dal venditore). Ma questa dell'interesse mi pare un bel modo di lasciare l'ambiguità e se lo fa non è certo nel tuo interesse.

Tieni presente che in genere l'agente tende (chi più, chi meno) a tutelare di più il venditore, soprattutto se è un costruttore, perché è quello che gli procura il materiale da mettere in vendita. Rovinare il rapporto con un costruttore è una quantità di vendite perse, Mentre perdere un compratore equivale a rimandare una vendita (non perderla), e solo una.

Ribadisco il suggerimento di avvalerti di un avvocato che opera nel settore.
In definitiva, la casa ti costa 96 mila, più l'arredo, il notaio, le tasse, gli allacci.
L'avvocato ti costerà massimo 100 euro per leggere la proposta formulata sul modulo dell'agente, ne vorrà 500 per riformulare le clausole in modo che tu sia tutelata; comprendendo un po' di discussione e di trattativa arriveremo a 1000 - 2000.

Considera che sei pronta a darne 4mila all'agente, che (giustamente) te li chiede per fare, di fatto, l'interesse suo,

Non vuoi mettere in budget una cifra per l'avvocato, che tutela te da tutte le grane ben più costose in cui rischi di incappare?
 

alicebrandel

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Se questi sono termini nuovi per te, vedo duro il poter gestire la compravendita da sola.
Se poi l'agente ti ha detto che l'assegno è solo per interesse, mi pare un bel volpone. L'assegno non è per interesse, o è anticipo o caparra. Puoi darlo come anticipo, e farlo diventare caparra dopo, con una comunicazione scritta (accettata dal venditore). Ma questa dell'interesse mi pare un bel modo di lasciare l'ambiguità e se lo fa non è certo nel tuo interesse.

Tieni presente che in genere l'agente tende (chi più, chi meno) a tutelare di più il venditore, soprattutto se è un costruttore, perché è quello che gli procura il materiale da mettere in vendita. Rovinare il rapporto con un costruttore è una quantità di vendite perse, Mentre perdere un compratore equivale a rimandare una vendita (non perderla), e solo una.

Ribadisco il suggerimento di avvalerti di un avvocato che opera nel settore.
In definitiva, la casa ti costa 96 mila, più l'arredo, il notaio, le tasse, gli allacci.
L'avvocato ti costerà massimo 100 euro per leggere la proposta formulata sul modulo dell'agente, ne vorrà 500 per riformulare le clausole in modo che tu sia tutelata; comprendendo un po' di discussione e di trattativa arriveremo a 1000 - 2000.

Considera che sei pronta a darne 4mila all'agente, che (giustamente) te li chiede per fare, di fatto, l'interesse suo,

Non vuoi mettere in budget una cifra per l'avvocato, che tutela te da tutte le grane ben più costose in cui rischi di incappare?
grazie mille . andrò a fare una discussione con lui, vedo quali termini usa , dopo di che andrò da un avvocato . ho uno già in mente . comunque questo agente non mi inspirava molto , per questo ho fatto delle domande, ma e lui che mi ha fatto vedere l'appartamento , per ciò devo andare avanti cosi .
ma il massimo per legge quanto si prende l'agente immobiliare ? avevo "sentito" e letto su internet , che il massimo che si può prendere e il 3 % del prezzo del compro vendita !!3%da me e 3% dal venditore , o 1,5% da me e 1,5% dal venditore?
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
A te può chiedere, come ha fatto, il 3%, indipendentemente da quanto chiede al venditore.
Però puoi provare a trattare.
Anch’io ti suggerisco di farti aiutare per la proposta, visto che si ha l’impressione che l’agente non ti voglia spiegare con attenzione i giusti passaggi.
 

josko

Membro Attivo
Agente Immobiliare
che significa ?!
L’art. 4 D.lgs. 122/05 – gli elementi della fattispecie.
L’art. 4 stabilisce che “Il costruttore è obbligato a contrarre ed a consegnare all’acquirente all’atto del trasferimento della proprietà una polizza assicurativa indennitaria decennale a beneficio dell’acquirente e con effetto dalla data di ultimazione dei lavori a copertura dei danni materiali e diretti all’immobile, compresi i danni ai terzi, cui sia tenuto ai sensi dell’articolo 1669 del codice civile, derivanti da rovina totale o parziale oppure da gravi difetti costruttivi delle opere, per vizio del suolo o per difetto della costruzione, e comunque manifestatisi successivamente alla stipula del contratto definitivo di compravendita o di assegnazione.”.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto