1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. danda2001

    danda2001 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera e complimenti per l'ottimo lavoro. Vengo alla domanda scusandomi se è già stata posta ma è la prima volta che posto.
    Ho un contratto 3+2 in scadenza. La proprietaria, tramite il suo amministratore (ha diversi immobili che non gestisce personalmente), mi ha inviato una lettera di disdetta circa 8 mesi prima della scadenza. Ho telefonato all'amministratore chiedendo chiarimenti (abito in quella casa già da molti anni ed il rinnovo del contratto è sempre stato fatto a cifre maggiorate). L'amministratore mi dice che, stante la situazione di calo degli affitti,non verrà richiesto un aumento di canone e che il contratto continuerà ad essere valido con proroghe biennali.
    Ho chiesto di rifare un nuovo contratto 3+2 o 4+4 ma mi è stato risposto che alla proprietaria non conviene impegnarsi per tempi lunghi dal momento che il mercato potrebbe riprendersi tra poco e quindi esigere cifre maggiori.
    Volevo chiedervi:
    -che validità può avere un contratto quando è stata già mandata la disdetta?
    - può la proprietaria, dopo 2-3- mesi dalla scadenza intimarmi di lasciare l'appartamento?
    Grazie per l'attenzione e le eventuali risposte
     
  2. mf.gestimm

    mf.gestimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non capisco perchè ti ha mandato la disdetta se intende fare una proroga e senza aumenti...
    Comunque, se siete tutti d'accordo fate una scrittura privata nella quale "annullate la disdetta"
    in questo modo il contratto si rinnoverà a scadenza alle medesime condizioni.
    La proprietaria può intimarti di lasciare l'appartamento se non fate quanto sopra, sennò no.
    Il contratto sarà rinnovato.
     
  3. Sep

    Sep Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se non ho male interpretato la domanda, mi sembra che il Proprietario intenda chiudere il contratto 3+2 e farne un altro con scadenza due anni. Se è così il contratto è irregolare e automaticamente diventa un 4+4. Mi sembra che l'amministratore sia poco accorto! Non capisco, però, il senso delle ultime due domande citate sopra, perchè se la disdetta, come dici, è stata inviata 8 mesi prima della scadenza non annuale, bensì del contratto, questa e valida.
     
    A ettore di piazza piace questo elemento.
  4. danda2001

    danda2001 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie delle risposte.
    Mi spiego meglio: il contratto scadrà a maggio 2010 ed io ho già ricevuto la disdetta. Secondo l'amministratore questo è stato un atto dovuto e pressochè automatico in quanto i beni della mia proprietaria amministrati sono molti e questa è la prassi che viene seguita.
    L'amministratore mi dice che non farà un nuovo contratto dal momento che non ci saranno aumenti di canone ma che il mio contratto si rinnoverà automaticamente di biennalità in biennalità dal momento che non sarà iniziata una procedura di sfratto. Tutto questo a voce telefonicamente ... da qui le mie perplessità e le domande.
     
  5. Stefanya

    Stefanya Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Di seguito le nostre risposte:

    che validità può avere un contratto quando è stata già mandata la disdetta?
    Nel momento in cui il proprietario dà disdetta alla seconda scadenza (in questo caso 5 anni) entro il termine (solitamente di sei mesi, per cui otto mesi vanno bene) il contratto si intende concluso e quindi l’inquilino deve lasciare l’immobile.

    può la proprietaria, dopo 2-3- mesi dalla scadenza intimarmi di lasciare l'appartamento?
    Nel momento in cui il contratto viene rinnovato, automaticamente se non vi è disdetta prima della scadenza, il proprietario deve aspettare il nuovo termine per poter inviare disdetta sempre con sei mesi di preavviso.
     
  6. Sep

    Sep Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    1) Intanto non hai ancora precisato a maggio 2010 ( quindi già scaduto ! ) erano i primi 3 anni oppure già i secondi
    2) Essendo già qualche mese dopo maggio il contratto è stato rinnovato o, almeno, è stata pagata l'imposta di registro come proproga ?
    3) Se alla seconda domanda la risposta è affermativa, il contratto si rinnova di altri tre anni. Se è negativa occupi un alloggio senza averne titolo e quindi sei passibile di sfratto.
    4) In tutti i casi NON esiste rinnovo biennale.
     
    A ettore di piazza piace questo elemento.
  7. ettore di piazza

    ettore di piazza Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Il contratto di locazione 3+2 presuppone che alla scadenza del 5° anno , quindi dopo il biennio, il contratto se non viene data disdetta, si rinnova automaticamente 3+2 e cosi di seguito. Di fatto dopo il primo triennio il contratto non si proroga +2 +2 ecc. ma ricomincia 3+2.
     
  8. danda2001

    danda2001 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie delle risposte. Capisco di non essere stata chiara finora.
    Per un errore di battitura è uscito maggio 2010 invece di 2011; ho cercato di correggere ma evidentemente non ci sono riuscita. Quindi il contratto scadrà tra 6 mesi e la scadenza sarà dopo i cinque anni.
    Il contratto non verrà rinnovato in forma scritta ma secondo l'amministratore sarà prorogato automaticamente di due anni in due anni. Forse intendeva, come mi hai spiegato, che pagando l'imposta di registro annuale questa annulla in qualche maniera la disdetta. Grazie ancora della gentilezza e della pazienza
     
  9. Sep

    Sep Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Dopo i cinque anni, anche se la legge non è chiarissima in proposito, si rinnovano solo ed esclusivamente per la durata di 3,4,5,6 anni e non più 2. Deve comunque ritenersi che il tacito rinnovo sia di 3,4,5,6 anni ( e non di 3,4,5,6 anni più 2 ) sia per la letterale ragione ( diniego di rinnovazione " alla prima scadenza " ) già evidenziata per i contratti cosidetti liberi, sia perchè la norma ( quanto all'appendice dei 2 anni ) stabilisce che il contratto " è prorogato di diritto " e la proroga è di se stessa istituo eccezionale.

    Aggiunto dopo 14 minuti :

    Ribadisco che se l'Amministratore alla fine del contratto procede al pagamento dell'imposta di registro con la dicitura PROROGA ( e non può essere altrimenti perchè non può essere un RINNOVO !!! ) il contratto si proroga AUTOMATICAMENTE di tre anni, checchè ne dica l'Amministratore. NON ESISTONO PROROGHE BIENNALI.
     
  10. danda2001

    danda2001 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Adesso mi è chiaro. Buona serata e grazie ancora
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina