1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. francyb

    francyb Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Buongiorno a tutti!

    E' possibile stipulare un contratto di locazione 3+2 quindi con canone concordato dove il locatore è un privato e il conduttore (che ne fa uso abitazione) è una Srl (il suo Legale Rappresentante)?
    All'Ade mi dicono che non ci sono problemi perchè è un normale contratto di locazione ad uso abitativo a canone concordato, però mi dicono che nell'accordo stipulato tra le associazioni, potrebbe esserci qualche norma che lo vieta. Ho provato a guardare l'accordo per il terriotrio di Firenze, ma non ho trovato alcuna norma che parla di questo. Qualcuno mi può aiutare? Grazie in anticipo
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se te lo ha detto l'Agenzia delle Entrate.... io non ne ho mai fatti a SRL. La locazione a persona giuridica che ne fa uso abitazione mi lascia sempre un pò perplesso.
    Pennylove conosce tutte qst cose a menadito ed è anche della tua zona.
    Se vede il 3d ti sarà maggiormente d'aiuto ;)
     
  3. francyb

    francyb Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Grazie mille Umberto!
     
  4. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino


    Ciao francy! :) Con colpevole ritardo (spero di non essere fuori tempo massimo) ti rispondo che né la legge (Dm 30 dicembre 2002) né l’ultimo accordo territoriale (sottoscritto il 18 maggio 2009) escludono la locazione a persone giuridiche, società commerciali o enti di fatto, in qualità di conduttori in un contratto art. 2, comma 3, legge n°431/1998. Se vedi la nota (1) dell’allegato A del citato DM, relativa ad entrambe le parti contrattuali (locatore e conduttore), infatti, puoi leggere:

    "Per le persone fisiche riportare nome, cognome, luogo e data di nascita, domicilio e codice fiscale. Per le persone giuridiche indicare ragione sociale, sede, codice fiscale, numero di iscrizione al Tribunale, partita IVA nonché nome e cognome, luogo e data di nascita del legale rappresentante.".

    E’ solo preclusa la possibilità di applicare, nel caso specifico, la cedolare secca.

    In alternativa, se la società intende prendere in locazione l’appartamento per metterlo a disposizione, in rotazione continuata, di propri dipendenti che lo utilizzano in modo occasionale e temporaneo, potresti stipulare un contratto ad uso foresteria (questa fattispecie è, però, esclusa dall’ambito di applicazione della legge n°431/1998 e trova la propria regolamentazione nel codice civile: questo tipo di contratto non ha limiti di durata o di canone). Anche in questo caso, la locazione ad un soggetto intestatario diverso dalla persona fisica esclude l’applicazione della cedolare secca.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  5. francyb

    francyb Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Grazie Pennylove, siamo in tempissimo
    e la tua risposta è stata molto utile!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina