1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rosellina88

    rosellina88 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Buongiorno a tutti,
    devo fare un contratto di locazione per tutta la stagione estiva di una casa al mare. Periodo 3 mesi (da metà giugno a metà settembre). Quale tipo di contratto devo fare?! Quello a uso turistico di case per le vacanze disciplinato dall'art 1 c.2 lett c ha durata massima 30 giorni?!?! quindi devo ricorrere a quello transitorio normale che prevede la durata da 1 mese a 18 mesi?!?! e poi un'ultima cosa: è obbligatorio l'ape anche per questi contratti?!?! Ringrazio quanti di voi mi prenderanno parte alla discussione.
     
  2. Taraka

    Taraka Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    I contratti di locazione ad uso turistico non sono regolati dalla 431/98 ma dalle disposizioni del solo c.c. (Art. 1571 e seguenti).
    Puó essere dunque stipulato un contratto completamente libero.
    Metto in evidenza il fatto che, per locazioni superiori a 30 gg, il contratto deve essere regolarmente registrato.
    Quanto all'APE, il decreto 63/2013 non fa alcuna differenza circa il diverso uso a cui è adibito l'immobile.
    È dunque documento necessario.
     
    A CheCasa! piace questo elemento.
  3. rosellina88

    rosellina88 Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    grazie mille per la risposta ma quindi quale tipo di contratto devo usare?!?! ne hai per caso uno da darmi per vedere?!? grazie
     
  4. Taraka

    Taraka Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Se ricerca sul web, troverà diversi modelli.

    Importante è che nel contratto si regoli la durata della locazione, la disdetta del contratto, l'entità del canone e delle spese accessorie nonché del deposito cauzionale, l'utilizzo di spazi accessori, se esistenti (quali la cantina, l'autorimessa, il posto macchina ecc.).
    Inoltre è necessario che il conduttore dichiari specificamente il motivo turistico e la sua stabile residenza.
     
    A CheCasa! piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina