1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gtamigi

    gtamigi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, avrei bisogno di alcuni chiarimenti in merito al decreto in oggetto; in sostanza cercando casa mi sono imbattuto in una società cooperativa/costruttore che mi ha proposto l'acquisto di un bilocale utilizzando il decreto sblocca Italia, informandomi in rete ho visto però che le agevolazioni (una detrazione IRPEF del 20%) spettano esclusivamente a chi acquista per affittare entro 6 mesi dall'acquisto a canone concordato per almeno 8 anni.

    La domanda adesso è: Nel mio caso che acquisto per andarci a vivere (dopo anni di sacrifici e di affitti), se non metto l'immobile in locazione a cosa posso andare in contro? Non avrò la detrazione sulla mia dichiarazione dei redditi oppure potrei andare in contro al ulteriori sanzioni?
    Ho provato a leggere tutto il decreto ma non ci sono riferimenti al fatto di un eventuali acquisto senza poi mettere in lcoazione l'immobile.
     
  2. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    starei alla larga dai costruttori a prescindere, in questo periodo...
     
    A specialist piace questo elemento.
  3. gtamigi

    gtamigi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Spiegati meglio
     
  4. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E' ossessionato dai costruttori non farci caso
    ha la "fobia del Carlino"
    è una patologia purtroppo degenerativa e difficilmente risolvibile
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Immagino ti toglieranno le agevolazioni.

    D'altra parte, è anche ovvio...
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  6. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ovviamente le detrazioni sono successive all'acquisto. In questo caso dipendente dal comportamento medesimo dell'acquirente (che se loca l'immobile a canone calmierato per almeno 8 anni può godere della detrazione).

    Nel tuo caso quindi direi di escludere questa possibilità che il costruttore può farti presente così come molti, dalle mie parti, pubblicizzano i fondi regionali per le giovani coppie di € 25.000,00 (magari omettendo l'entità del fondo e quindi l'esigua entità dei possibili beneficiari).

    Quello che potrebbe essere più probabile:
    - il recupero del 50% dell'IVA se l'immobile è almeno in classe B
    - il recupero del 50% dei costi di costruzione del garage
     
    A ab.qualcosa e Bagudi piace questo messaggio.
  7. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Fossi in te eviterei, piuttosto comprati un appartamento a condizioni normali cercando di "tirare" il più possibile sul prezzo.
     
    A gmp piace questo elemento.
  8. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E' già attiva e funzionale si?
     
  9. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sì, assolutamente.
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  10. gtamigi

    gtamigi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per i consigli ma alla fine della fiera nessuno sa realmente a cosa si va in contro oltre alla perdita delle detrazioni?
     
  11. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    sono tutti a rischio fallimento, o quasi, difficile comunque essere certi dei tempi di consegna e della solidità, salvo eventuali costose e comunque fallibili ricerche sulla loro situazione.
    Anche le fideiussioni lasciano un po' il tempo che trovano, per via della riscossione non automatica.
    Tra l'altro le imminenti nuove norme sulle sofferenze bancarie possono accendere vampate di fallimenti a catena nei prossimi mesi.
    Mi orienterei su case vendute da privati.
     
    A specialist piace questo elemento.
  12. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    dai non diciamo sciocchezze.....

    provvedimento fresco fresco, la tua è una domanda alla quale forse nemmeno 'loro' ti saprebbero rispondere.
    Vado x logica: quand chiedi un'agevolazione e non rispetti le modalità, mandano il recupero in misura piena oltre a sanzioni (30%) ed interessi legali
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  13. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    ma se il forum è pieno di piangine di gente che non sa come recuperare i soldi del preliminare...
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    mah... hai un concetto di pieno che è discutibile. Ci sono anche tanti privati che si lamentano degli AI, ma ce ne sono tantissimi altri ai quali tutto è andato bene e non lo vengono a scrivere sul forum xchè hanno chiuso positivamente un'esperienza e pensano ad altro. Che i costruttori siano tutti a rischio fallimento è una tua (discutibile) opinione che rispettiamo, ma conoscendo il tuo catastrofismo non credo sia molto attendibile.

    vedi mio post 12 (prima parte) ;)
     
  15. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    certamente con "tutti" esagero, è un'iperbole, ma è un rischio da non sottovalutare, tutta la menata delle bad bank sta per dare il via alle danze e si impenneranno le procedure, nel giro di pochi mesi.
     
  16. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    oh bene, chi non ti conosce non lo puo dare x scontato e siccome leggono in tanti è meglio specificare ;)

    quindi?
     
    A gmp piace questo elemento.
  17. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    direi due soluzioni:
    a - andare direttamente al rogito senza versare anticipi e tenendo anche in considerazione che sia finita l'edificazione dell'intero complesso oltre che quella del singolo appartamento, per non trovarsi un domani con vialetti sterrati e impianti comuni non funzionanti. Occhio anche che le vendite siano state abbondanti e a non essere tra i pochi abitanti del condominio, per non doversi dividere in 3 le spese condominiali previste per 150.
    b - rivolgersi al mercato dell'usato, che anche considerando i costi di ristrutturazione, resta più conveniente. Ci sono ancora le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni tra l'altro.
     
    Ultima modifica: 18 Febbraio 2016
  18. Andrea Russo

    Andrea Russo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Tutta gente che con leggerezza non ha fatto trascrivere il preliminare. Se usi le dovute precauzioni anche l'acquisto da costruttore può essere sicuro...
     
  19. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    chiaramente trascrivere aiuta, recuperare il denaro però in caso di fallimento non è comunque rapido od esente da spese, in coda coi creditori, media 8 anni... purtroppo in italia l'unico modo di non penare è non dover ricorrere alla giustizia (il che ribadiamo senza trascrizione è proprio impossibile)
     
  20. LAURA.CIR

    LAURA.CIR Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Le agevolazioni fiscali per chi compra una casa in classe A o B per abitarci o per affittarla

    Chi decide di comprare una casa energeticamente efficiente nel 2016 può godere di alcune agevolazioni pensate per la ripresa del mercato immobiliare.

    Nel 2016 infatti si può usufruire delle misure previste dalle Legge di Stabilità 2016, che ha introdotto un sconto IRPEF per chi compra una casa in classe A o B dal costruttore, e di quelle previste dal Decreto Sblocca Italia, che prevede uno sconto IRPEF per chi acquista o realizza un alloggio energeticamente efficiente e lo affitta a canone concordato.
    Sconto IRPEF per chi compra una casa in classe A o B dal costruttore

    La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto una detrazione IRPEF pari al 50% dell’IVA pagata per chi acquista nel 2016, direttamente dal costruttore, una casa, nuova o ristrutturata, in classe energetica A o B.

    Per ottenere il bonus è quindi necessario rispettare alcuni punti:
    - acquisto effettuato entro il 31 dicembre 2016;
    - acquisito di unità immobiliari ad uso residenziale in classe energetica A o B;
    - cessione effettuata dall’impresa costruttrice.

    La legge non pone limiti particolari, di conseguenza la misura può essere sfruttata sia per la prima che per la seconda casa (anche se l’aliquota IVA applicata in questo caso varierà dal 4% al 10%).

    Acquistando, per esempio, un’abitazione da destinare a prima casa che costa 100 mila euro, l’IVA al 4% ammonterà a 4 mila euro. Lo sconto IRPEF per l’acquirente sarà pari a 2 mila euro, cioè la metà dell’IVA versata. Il rimborso avverrà in dieci anni con rate di pari importo.

    Se, invece, l’abitazione che costa 100 mila euro non deve essere utilizzata come prima casa, l’IVA ammonterà al 10%, quindi si dovranno versare 10 mila euro. In questo caso, l’acquirente potrà usufruire di uno sconto IRPEF pari a 5 mila euro.
    Bonus 20% per chi compra casa per affittarla

    Dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017 si può inoltre usufruire delle misure previste dal DM 8 settembre 2015, che attua le misure previste dal Decreto Sblocca Italia, per chi acquista o realizza un alloggio energeticamente efficiente da affittare a canone concordato.

    È prevista una deduzione IRPEF pari al 20% del prezzo di acquisto di un alloggio, in classe energetica A o B, da destinare alla locazione a canone concordato per un periodo non inferiore a otto anni.

    La deduzione non può superare i 60 mila euro. Per poter accedere all’agevolazione, l’affitto a canone concordato deve avvenire entro sei mesi dall'acquisto.

    Per beneficiare dell'agevolazione è necessario acquistare un immobile da un’impresa di costruzione o di ristrutturazione o, ancora, da una cooperativa edilizia. Inoltre beneficiano del bonus gli acquisti fino a 300 mila euro effettuati dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017.

    In questo caso però l’immobile deve avere una destinazione residenziale non di lusso: non può quindi essere accatastato nelle categorie A/1, A/8 e A/9.

    Il locatore e il locatario non possono essere parenti entro il primo grado. Questo significa che non ha diritto alla deduzione del 20% un padre che acquista una casa e la affitta a canone concordato al figlio.

    Usufruisce dell’agevolazione anche chi, invece di acquistare l’immobile, lo realizza su un’area edificabile di sua proprietà. In questo caso i sei mesi entro cui procedere all'affitto a canone concordato decorrono dal rilascio dell’agibilità o dal momento in cui si è formato il silenzio assenso. Restano invariate tutte le altre condizioni, cioè zona di costruzione, destinazione dell’alloggio e caratteristiche costruttive.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina