1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. svankmajer

    svankmajer Membro Junior

    Privato Cittadino
    Vorrei ristrutturare un appartamento, con interventi sia a livello di muratura (rifacimento bagni) che di serramenti (sostituzioni finestre e porta blindata). Mi domandavo se per poter godere della detrazione per questi lavori sia obbligatorio presentare una DIA (che io di mio non presenterei, visto che non devo spostare muri o cose simili...)
    Grazie in anticipo a tutti.
     
  2. archandrew

    archandrew Membro Attivo

    Altro Professionista
    I lavori che permettono di accedere alle detrazioni devono ricadere in manutenzione straordinaria. Per questo deve consegnare una "comunicazione inizio lavori asseverata CILA" al proprio comune.
    I lavori ricadenti in manutenzione ordinaria possono essere detratti solo se relativi a delle parti comuni dell'edificio residenziale.

    Arch. Andrea Denza
     
    A svankmajer e cafelab piace questo messaggio.
  3. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Invece per le detrazioni di risparmio energetico, quale sostituzione di infissi, caldaia, porta blindata, termoarredi ecc
    si può accedere alla detrazione 55% anche se si configurano come manutenzione ordinaria.

    ti segnalo la guida ufficiale dell'ag delle entrate:
    http://www.cafelab.it/docs/risparmio_energetico_guida_2011.pdf
     
    A m.barelli, Bagudi, Sim e 1 altro utente piace questo messaggio.
  4. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Domandina attinente, se è una società proprietaria di un immobile che effettua lavori di ordinaria manutenzione, nello specifico sostituzione serramenti, può usufruire delle detrazioni? Ho dei pareri discordanti in merito.
     
  5. archandrew

    archandrew Membro Attivo

    Altro Professionista
    Si può accedere alle detrazioni in manutenzione ordinaria se si richiede la detrazione per "risparmio energetico" (ex 55%) ma non per "ristrutturazione edilizia" (ex 36%).

    Attualmente l'aliquota che prima era rispettivamente del 55% e del 36% ora è stata equiparata per entrambe le detrazioni al 50%.

    Non ho mai letto qualcosa che escludesse questa possibilità.

    Ecco la guida per ristrutturazione edilizia (il Ministero ancora non ha aggiornato l'aliquota al 50% e il limite a 96000euro)
     
    A Alessandro Frisoli piace questo elemento.
  6. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
  7. svankmajer

    svankmajer Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ma già ora sono equiparate?
    Avevo letto che in realtà fino al 31 dicembre 2012 quella del 55% restava tale, e poi solo dal 1 gennaio 2013 e fino a giugno 2013 sarebbero state equiparate al 50%. Ho capito male? Non che faccia enorme differenza, ma giusto per saperlo...
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  8. mf.gestimm

    mf.gestimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sul sole 24 ore c'era un articolo settimana scorsa che diceva che basta il bonifico per la detrazione al 50%, non parlava di "comunicazione inizio lavori asseverata CILA" al proprio comune... archandrew hai un consiglio?
     
  9. m.barelli

    m.barelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    Pur volendo evitare disquisizioni eccessivamente teoriche per le quali comunque non avrei tempo, a queste interessanti considerazioni volevo aggiungere che

    - per la manutenzione straordinaria è prevista anche la Scia Segnalazione certificata di inizio attività che per certi aspetti almeno a me sembra essere formalmente più specifica per la manutenzione straordinaria e quindi più abilitante alla detrazione rispetto alla CILA.
    - le spese per l'istruttoria sono detraibili anch'esse
    - c'è una differenza di onerosità di procedura e di documentazione fra la detrazione per manutenzione straordinaria (ex 36%) e quella per il contenimento dei consumi energetici (ex 55%)
    - varrebbe la pena quindi valutare se l'intervento possa essere in qualche modo ricompreso nella manutenzione straordinaria (ex 36%) e connessa (solo se in modo consequenziale) manutenzione ordinaria.

    Un saluto
     
  10. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Tante risposte, tanti pareri... tante situazioni simili ma non uguali. Aggiungo anche la mia:

    1) Farei un distinguo tra condizioni necessarie e sufficienti per avere le detrazioni, e gli strumenti abilitativi per fare interventi edilizi. Un conto è l'agevolazione fiscale, un conto le opere e le relative procedure di comunicazione/autorizzazione ai lavori.
    Questi ultimi dipendono dalla L380, e dalle specifiche norme comunali in tema di lavori edili/urbanistica (per certi lavori basta la CIL Comunic. inizio lavori, per altre la DIA o SCIA (asseverata da un tecnico ecc) Per la detrazione viene richiesto il documento autorizzativo (ma solo se è previsto per quei lavori) Non so se ho reso l'idea: non è la detrazione a far si che sia più complesso l'iter autorizzativo. Quello rimane uguale: e la ditrazione si perderebbe se i lavori fossero stati eseguiti non in conformità alle regole, ad esempio senza autorizzazione quando necessita.

    2) Alla domanda di Frisoli:
    Rispondo per quanto è capitato a me:
    a) Se si intende la detrazione ex 55% per risparmio energetico, in questo caso una società semplice, proprietaria di immobili dati in locazione, non può godere della detrazione poiche la locazione è lo scopo della società: gli immobili non sono strumentali all'attività della società. (es. la FIAT se ristruttura un suo capannone dove fa le lavorazioni, ne usufruirebbe)

    b) Questa limitazione alle società, NON ESISTE invece per la pratica del 36%: esse hanno le stesse agevolazioni dei proprietari persone fisiche.

    Credo che la domanda riguardasse proprio l'ex 36%: qui la guida è abbastanza sibillina, ma sarei quasi certo di averne inteso il senso.
    Fa nella tabella finale l'esempio tra opere condominiali e opere private.
    In ambito condominiale (parti comuni) la manutenzione ordinaria è compresa, incluso il semplice rimpiazzo degli infissi, di identica tipologia.

    In ambito privato, sono agevolati solo gli interventi seguenti:
    Io ho cambiato gli infissi esterni, l'immobile era intestato ad una s.s., ed ho inoltrato la domanda per il 36%, con la seguente motivazione: sostituzione di serrramenti esterni con caratteristiche diverse per risparmio energetico.

    p.s.: anche la pratica 36% comprende interventi rientranti sotto il profilo del risparmio energetico: ma non sono richiesti gli stessi obiettivi.
    Esempio: per godere della 55% per nuovi serramenti è richiesta una trasmittanza inferiore ad 1,8 W/mq °K (Zona clim. E), che è un valore inferiore allo standar edilizio attuale: per la 36 % è sufficiente il valore standard richiesto oggi per le nuove installazioni e costruzioni. (non ricordo più se nella mia zona fosse 2 o 2,2 W/mq °K)

    Spero di essere stato sufficientemente chiaro: la norma presenta tecnicismi legali, fiscali, e tecnici abbastanza delicati; non mi sorprende che le interpretazioni, a volte parziali, finiscano per essere discordanti.
     
    A Bagudi, svankmajer e Alessandro Frisoli piace questo elemento.
  11. svankmajer

    svankmajer Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio intanto per la precisione e l'accuratezza del tuo intervento.

    Approfitto per chiederti chiarimenti ulteriori sul punto 1 della tua risposta: ho capito il meccanismo per il quale non è la detrazione a richiedere certificazione, ma il lavoro di ristrutturazione in sé; mi domando dunque: per rientrare nella categoria della "ristrutturazione straordinaria" che penso sia il requisito necessario per godere della detrazione 50%, ci sono alcune certificazioni imprescindibili? (Ad esempio, certificazioni che attestano la "straordinarietà" della ristrutturazione?)

    Altra domanda: leggevo che mentre per la vecchia detrazione 36% si faceva distinzione tra materiali e manodopera, ora - se ho capito bene - in quella al 50% non si fa più questa distinzione.
    Ma questo significa dunque che, ad esempio, se io faccio fare a un'impresa un intervento di ristrutturazione straordinaria che viene fatturata 80.000 euro, e questi 80.000 comprendono sia materiali che manodopera, potrei detrarre in dieci anni il 50% di tutto, quindi 40.000 euro?
     
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Mi sembrava di aver risposto con una articolata risposta, ma è sparito tutto: ho sbagliato manovra, cancellando invece di inviare o il sito mi ha fatto uno scherzo.
    Quando ho tempo proverò a riprenderla
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    La faccio breve:
    D2) la evidenza in fattura della quota manodopera è stata soppressa. Se rientri nel massimale detrai tutto l'ammontare ammesso.
    d1) Non c'è un modulo per certificare una cosa o l'altra. Il ragionamento è simile a quanto dicevo nella prima risposta.

    I lavori interni semplici non richiedono autorizzazione, magari una semplice comunicazione si, ma sono quelli classificati come manutenzione ordinaria.

    Lavori più sostanziosi, comportano una comunicazione di un tecnico, che tra l'altro dichiara che vengono rispettati gli std edilizi, le norme acustiche, energetiche ecc: questi lavori in genere vengono indicati tra le manutenzioni straordinarie, e questo comportano un iter autorizzativo, semplice se il tecnico fa le cose per bene e presenta tutte le documentazioni richieste.

    La guida di AdE gia precedentemente citata fa poi una serie di esempi, che ti dovrebbero chiarire in che situazione ti trovi.

    A mio parere (parere) il tuo rientra completamente nelle spese per ristrutturazione edilizia, nella fattispecie il bagno anche se fosse manutenz ordinaria, perchè compreso nell'elenco della guida, i serramenti, perchè è facile farli rientrare come manut straord a fini risparmio energetico.

    Il tutto lo farei facendo presentare almeno una comunicazione inizio lavori da un tecnico, che lo descriva comunque come intervento di tipo b) rispetto all'art 3 della L 380/2001, ma rientrante tra gli interventi di edilizia libera (art. 6 della medesima legge) : è quello che mi hanno fatto fare recentemente, per una situazione analoga (ho anche rifatto i pavimenti). La data di inizio coincide in questi casi con la data di presentazione dell'ultima documentazione richiesta dal comune.
     
    A svankmajer piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina