1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gianfrancodbr

    gianfrancodbr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, sono nuovo del forum e avrei un problema da esporvi:
    nel '98 ho ricevuto in donazione un appartamento in un fabbricato costruito negli anni '60-'70, subito dopo l'acquisto la porta di ingresso all'appartamento venne spostata di 1 o 2 metri, ora ho deciso di metterlo in vendita e l'acquirente mi ha chiesto la piantina catastale nella quale non risulta questo spostamento.
    1) l'aggiornamento della piantina è necessario o posso venderlo tranquillamente senza incorrere in problemi futuri?
    2) se non aggiorno e nel rogito o in scrittura privata inserisco una clausola in cui l'acquirente dichiara di comprare l'immobile "NELLO STATO DI FATTO E DI DIRITTO IN CUI SI TROVA, ACCETTANDO QUINDI LA CASA COSì COM'E' CON LE SUE ATTUALI DOTAZIONI. L'ACQUIRENTE DICHIARA, INOLTRE, A NON ESERCITARE ALCUN DIRITTO DI RIVALSA FUTURA NEI CONFRONTI DEL VENDITORE". posso stare tranquillo x il futuro?
    3) se nel rogito faccio aggiungere che l'aggiornamento della pintina catastale sarà a carico dell'acquirente?

    Ringrazio tutti anticipatamente e spero in risposte esaudienti.
    un saluto a tutti Gianfranco:stretta_di_mano:
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    1) l'aggiornamento della piantina è necessario o posso venderlo tranquillamente senza incorrere in problemi futuri?
    Non è indispensabile l'aggiornamento della planiemtria catastale (anche se necessario) ma aggiornare il progetto depositato in Comune

    2) se non aggiorno e nel rogito o in scrittura privata inserisco una clausola in cui l'acquirente dichiara di comprare l'immobile "NELLO STATO DI FATTO E DI DIRITTO IN CUI SI TROVA, ACCETTANDO QUINDI LA CASA COSì COM'E' CON LE SUE ATTUALI DOTAZIONI. L'ACQUIRENTE DICHIARA, INOLTRE, A NON ESERCITARE ALCUN DIRITTO DI RIVALSA FUTURA NEI CONFRONTI DEL VENDITORE". posso stare tranquillo x il futuro?
    Non puoi stare tranquillo perché nel momento in cui il tuo acquirente andrà (ad esempio) a chiedere un mutuo il perito potrebbe ravvisare l'irregolarità e non te la passeresti bene.

    3) se nel rogito faccio aggiungere che l'aggiornamento della piantina catastale sarà a carico dell'acquirente?
    Come detto sopra il problema non è il catasto quanto l'urbanistica.

    Considera che una sanatoria di questo tipo costa (più o meno) 2500 € che sono tanti ma allo stesso tempo sono pochi in una vendita che prevede il passaggio di varie decine di migliaia di €; meglio stare tranquilli, no? ;)
    L'unico caso in cui potresti vendere così com'è è quello in cui il tuo appartamento sia da ristrutturare; allora puoi chiedere all'acquirente che inserisca lo spostamento della porta nella DIA della ristrutturazione.
     
  3. gianfrancodbr

    gianfrancodbr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie Roberto x le risposte, mi sono stae molto utili :ok:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina