1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Domus mp Immobiliare

    Domus mp Immobiliare Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vorrei conoscere il vostro parere a proposito di una situazione che si sta andando a determinare. Sto mediando un immobile sottoposto ad esecuzione e come prima cosa ho parlato con l’avvocato che cura gli interessi della parte creditrice che mi confermò la disponibilità a transare a patto che venissero soddisfatte le cifre ,gli interessi ,gli onorari etc. A questo punto ho proposto in vendita l’immobile e sono stati eseguiti svariati appuntamenti e ai clienti che volevano parlare con me per approfondire le possibilità di una compravendita oltre le informazioni usuali , non nascondevo il fatto che l’immobile fosse sottoposto ad esecuzione (autorizzazione del propietario)ma che vi era la volontà ,di chi ne aveva i poteri,di poter transare prima dell‘asta. Tra i vari contatti approfonditi ve ne sono stati alcuni che hanno eseguito sopralluoghi con loro tecnici sia nell’appartamento che sul tetto(l’immobile è parzialmente da riattare) hanno ritirato planimetrie ed anche uno studio con computo dei costi da me effettuato per una possibile ristrutturazione. Tra i vari contatti che hanno avuto seguito, uno è sfociato in una proposta non scritta ma effettuata davanti all’avvocato del propietario che si è attivato per cercare di riuscire a concludere, naturalmente con tutte le garanzie per l’acquirente. Essendo i tempi oltremodo stretti (data dell’asta pubblica) non so se riusciremo a concludere. Ho saputo però che questo cliente ha consegnato in tribunale la busta per partecipare anche all’asta come del resto molti che ho accompagnato ,e che hanno avuto oltre le planimetrie, tutti i ragguagli e le notizie riguardanti l’operazione. La mia domanda è : se una delle persone da me servite come vi ho detto (tutto dimostrabile con fogli di visita e dichiarazioni) dovesse aggiudicarsi l’immobile ho diritto alla provvigione ? Un cordiale saluto.
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Caso controverso: per me si. L'affare si conclude per effetto del tuo intervento: con firme di presa visione, testimonianza avvocato (se ce ne fosse bisogn) credo tu sia a posto.
     
  3. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    secondo me, no!
    Se avessi chiuso la trattativa, evitando l'asta, allora avresti diritto alla mediazione.
     
  4. Domus mp Immobiliare

    Domus mp Immobiliare Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per Antonio Troise . Non credi che comunque esista un nesso di cusualità tra il mio lavoro (visione , planimetrie , sovraluoghi, conoscenza dell'asta etc.) e l'acquisto seppure all'asta. Mario
     
  5. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ritengo, mio parere personale e può darsi che la legge ti permetterà di riscuotere, poco professionale chiedere la mediazione dopo che il cliente ha partecipato personalmente all'asta è ha pagato l'immobile in più rispetto alla prezzo pattuito durante la trattativa privata!
    Altro discorso era se chiudevi la trattativa prima dell'asta.
    Alta professionalità, cliente con sorriso a 32 denti, e mediazione super meritata.
     
  6. Domus mp Immobiliare

    Domus mp Immobiliare Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Sono daccordo solo se la legge non me lo concede. Non mi sento poco professionale con chi dopo aver usufruito del mio tempo,dei miei servizi, di documentazione ,di conoscenza dell'asta etc. , privatamente partecipi all'asta ( senza avermi mai fatto una proposta) e vincendola abbia "scroccato" notizia e lavoro . Credo che se questo avverrà cercherò di "inseguirlo" sperando di raggiungerlo sempre a patto che la legge me lo consenta. Ciao.
     
  7. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Hemmm, scusate se mi intrometto ma quì non si parla di professionalità o diritti inesistenti, alcuni di noi sono convinti che per meritare la provvigione debba esserci solamente una mediazione conclusa, a mio avviso invece, ogni lavoro va pagato e, ricordo a chi lo avesse scordato che quando ci siamo iscritti in questo benedetto "ruolo" degli agenti di affari abbiamo avuto anche la possibilità (per chi lo ha fatto) di iscriverci anche come "mandatari a titolo oneroso" che, in forza del mandato maturano il proprio diritto alla provvigione!;)
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :applauso::applauso::applauso::applauso::applauso:
     
  9. Lisio Alessandro

    Lisio Alessandro Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La legge dice che il mediatore è quella figura equidistante tra le parti che con il proprio intervento permette la chiusura dell'affare, quindi hai diritto alle provvigioni perchè grazie alla pubblicità, le informazioni, gli appuntamenti hai persso a chi si è presentato all'asta di poter acquistare un immoble, purtroppo non avendo una proposta scritta da nessuno si aggira la legge e fare causa se qualcuno non ti vuol pagare è una perdita di tempo e danaro :rabbia::triste: Per me le meriteresti e come le provvigioni per la legge italiana non saprei dirti bisogna pregare che la persona che se lo aggiudica sia riconoscente con te.:disappunto:
     
  10. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    La maniera più corretta per trattare gli immobili all'asta è quella di fare un contratto di mandato ed una procura speciale per partecipare a nome e per conto del mandante!
    Purtroppo, l'inghippo sta dietro l'angolo in quanto, prima di farsi dare un mandato dobbiamo per forza proporre l'immobile e dare tutte le informazioni! Tante volte, ricevute le info, perizie etc... il cliente dice che non gli interessa e grazie alle info che tu gli hai fornito partecipa all'asta per i fatti suoi!!!
     
  11. Feder79z

    Feder79z Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, posso chiedervi di arricchire la discussione rispondendo al mio quesito di privato cittadino?

    Abito in un piccolo paese e pertanto sono venuto a sapere che vi erano degli appartamenti inseriti in 2 palazzine che erano interessate da un fallimento di un’immobiliare.

    In questa palazzina vi sono diversi appartamenti non abitati, pertanto quando ho visto l’annuncio “vendesi”, ho deciso di contattare l’agenzia. Gli annunci parlavano di appartamenti in concordato preventivo e di appartamenti in vendita.

    A novembre 2013 vado a vedere l’appartamento e l’agente mi conferma che trattasi di appartamenti inseriti in un concordato preventivo. Inoltre mi da fantomatiche informazioni (posso fare l’offerta che voglio al curatore, il bando viene pubblicato e tempo un mese scatta l’asta, come se fosse una cosa veloce..). L’agente mi ha fatto firmare un foglio di visita all’uscita dell’appartamento


    Io mi informo e scopro che anche quegli appartamenti sono inseriti nel fallimento dell'immobiliare, ed ovviamente i ribassi sono limitati al 10/15%. La persona con cui ho parlato non mi è piaciuta per nulla per le false informazioni che mi ha dato. Decido di lasciar perdere. Tra l’altro quando gli ho chiesto, telefonicamente, l’importo della sua parcella, la risposta è stata “vediamo come va la trattativa….”

    Aggiungo che l'agente collabora con il curatore fallimentare.
    A maggio 2013 viene fatta la prima asta in cui viene venduto un appartamento.

    A fine novembre 2013, viene fatta una seconda asta, io faccio un’offerta direttamente al tribunale su un appartamento, sul quale, tra l’altro, è stata fatta un’offerta diretta al curatore.

    Mi aggiudico l’appartamento.

    L’agente immobiliare mi ha fatto scrivere dall’avvocato chiedendomi il 5% del prezzo base d’asta

    Premesso che ho intenzione di riconoscere una parcella perché comunque ha perso del tempo a farmi vedere l’appartamento, voi cosa ne pensate?

    In base alla vostra esperienza (e magari in base alla giurisprudenza) sussiste il diritto di mediazione?
     
  12. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ciao Feder,
    innanzi tutto mi complimento per come hai esposto i fatti e per la volontà di voler riconoscere la provvigione all'Agente Immobiliare.
    Premetto che, il lavoro dell'Agente non è soltanto quello di far vedere gli appartamenti ma, più nel concreto, l'Agente deve prendere informazioni dettagliate affinché l'Immobile sia vendibile e guidare i clienti alla definizione di un affare che sia conveniente per ambe due le parti. (Questo in parole molto semplici).
    Anche se il suo operato non è stato più richiesto dopo la visita, è comunque giusto che gli venga riconosciuta una provvigione e, a mio avviso, il è una provvigione normale.
    Ti faccio un esempio di un mio personale sbaglio da Agente Immobiliare:
    un cliente cercava un immobile con determinate caratteristiche, l'ho trovato ma all'asta, l'ho proposto al mio cliente che una volta ricevute le informazioni necessarie si è detto non interessato. A quel punto l'ho proposto ad un altro cliente che invece era interessato e decide di delegarmi all'acquisto tramite asta, peccato che alla gara d'asta mi sono trovato a concorrere con quel primo cliente che non era interessato ed io non ho potuto accontentare il mio secondo cliente, ho perso tempo, non ho guadagnato niente, ho perso 2 clienti (il primo perché era un bandito ed il secondo perché ha rinunciato all'acquisto). Il mio sbaglio? Non aver fatto firmare il foglio visita.
    Vedi, il nostro lavoro richiede tempo ed accuratezza, e se in certe fasi non ti vengono date tutte le informazioni è perché purtroppo la maggior parte delle volte i clienti si dileguano quando hanno avuto queste informazioni si dileguano per tentare poi l'acquisto diretto ed evitare di pagare il mediatore.
    E' per questo che vigiliamo su tutto e giriamo con l'avvocato nel taschino, anche se, prima di far scrivere avrei fatto personalmente una telefonata.

    * Comunque, tanto perché sia tangibile il rischio di chi vuol fare il furbo, l'immobile di cui sopra partiva da € 75.000 ed io, sapendo esattamente quanto potevano spendere dato che acquistavano con il ricavato di una precedente vendita, non ho mollato fino al raggiungimento delle loro possibilità, esattamente 151.000!!! Il mio secondo cliente aveva un budget più ristretto.
     
    Ultima modifica: 10 Febbraio 2014
  13. Feder79z

    Feder79z Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio per la risposta.
    Questa persona però è navigata nel settore aste e le informazioni che mi sono pervenute sono tutte pessime.
    Ci sono diversi società che fanno queste trattative, basta cercare in internet.
    Dopo il tuo errore, non ritieni che sia corretto informare prima il cliente e fargli firmare una sorta di contratto? Questa è la prassi corretta che fanno gli agenti che operano nel settore. Se il cliente firma gli fai vedere l'immobile, altrimenti niente.
    Patti chiari, amicizia lunga.
     
  14. Sergio Caruso

    Sergio Caruso Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Come ho già scritto, è stato un errore!!!
    Sulla fama dell'Agente Immobiliare non posso dire nulla, vero che anche nel settore esercitano personaggi poco raccomandabili, vero anche che per mala informazione l'Agente Immobiliare (in generale) negli ultimi anni viene additato come delinquente qualsiasi sia la sua religione. Pesa sempre bene le informazioni che ricevi, non sempre sono veritiere. Piuttosto, queste società che si occupano di vendite all'asta, in realtà cercano di operare nella compravendita immobiliare cercando (e purtroppo spesse volte riuscendo) di aggirare l'ostacolo dei requisiti e della fiscalità che competono ad un Agente Immobiliare.
     
  15. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Mi sfugge quale sarebbe la trattativa...:maligno:
    Comunque ammesso e non concesso che si possa parlare di nesso causale (visto che trattasi di asta) la provvigione secondo usi e consuetudini della camera di commercio di Bergamo (dovresti essere di Bergamo ) e' del 3% non del 5%.........:maligno:
    Fossi in te sentirei un legale a riguardo .....
     
    Ultima modifica: 11 Febbraio 2014
    A Rosa1968 e ludovica83 piace questo messaggio.
  16. Feder79z

    Feder79z Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    x Caruso:Ho compreso che è stato un errore, ma mi auguro che nel futuro tu utilizzi una prassi che tuteli te ed il tuo cliente.
    Questa persona invece si comporta così di proposito, il tutto è documentabile.
    X od1n0: sono già in ballo con il legale per rispondere alla richiesta (quindi ulteriori spese), ma mi sono reso conto che devo andare oltre perchè c'è poca giurisprudenza in materia specifica di vendite all'asta.
    Sn appena iscritto, appare la mia provenienza sul mio profilo?
     
  17. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    E l'avvocato cosa ti ha detto?
     
  18. Feder79z

    Feder79z Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Prima ha sostenuto la mia ragione. Ora dopo aver sentito l'altra legale, mi dice la loro linea ha un senso logico. Ovvero, segnalazione dell'affare= mediazione.
     
  19. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    cambia legale.....:)
    E comunque non e' giustificato il 5% a meno che tu non abbia firmato qualche documento dove ti accordavi in tal senso :)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina