1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cuba49

    cuba49 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Vorrei il vostro aiuto per capire come essere in regola nei confronti di un possibile compratore della mia casa, una villetta (categoria catastale A7) costruita in cooperativa e poi assegnata con atto notarile ai singoli proprietari nel 1982. Mi riferisco alle certificazioni per gli impianti. Inoltre siamo ancora in attesa del certificato di agibilità, anche se dopo lunga trattativa con il comune siamo arrivati ad un accordo di tipo "monetario" per compensare gli spazi verdi non rispettati. Negli anni scorsi alcune villette sono state vendute pur in assenza di tale certificato, ma la mia banca mi dice che tra i documenti per ottenere il mutuo ci vuole il certificato di agibilità il che renderebbe poco commerciabile la mia casa. Vi ringrazio dell'attenzione.
    margherita
     
  2. Lucio1983

    Lucio1983 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    in genere se non ci sono le certificazioni dei primi impianti, non può esserci l'agibilità. Infatti per avere il certificato di agibilità, il Comune richiede: pagamento di oneri, accatastamento, il fine lavori, le certificazioni degli impianti elettrici, idraulici, messa a terra e antenne, relazione per le strutture.


    Le parti possono accordarsi di effettuare la compravendita in assenza della dichiarazione di agibilità ma, questo vuol dire che quell'immobile dovrà esser reso agibile con degli interventi da parte della parte acquirente. In teoria, nessuno potrebbe abitare un immobile senza agibilità!


    Se l'immobile è degli anni '80, si prevede che per presentare la domanda di agibilità in futuro, si debbano fare degli interventi di ripristino e messa a norma sugli impianti, per prevedere delle dichiarazioni degli impianti valevoli.

    Tutto questo può dar luogo ad un deprezzamento dell'immobile.
    Non credo che molte persone comprerebero un immobile che da molti anni è inserito in una pratica per l'agibilità "problematica" del comune , almeno se ne sono stati correttamente informati.
     
  3. gigizzo

    gigizzo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Confermo quanto sopra anche se dipende dalla Banca. A Roma e non solo vi sono migliaia di immobili privi del certificato di abitabilità e/o agibilità che sono costantemente compravenduti senza particolari problemi. Quando una Banca si rifiuta (giustamente) di non concedere il mutuo, basta cambiare Banca con una meno fiscale e voilà il gioco è fatto. Siamo in Italia dove è possibile tutto e il contrario di tutto. Ciao Gigizzo
     
  4. cuba49

    cuba49 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Purtroppo non posso risolvere il problema dell'agibilità da sola, così mi hanno detto dall'Ufficio tecnico del Comune, perchè il problema attiene le parti comuni; spero di riuscire a convincere i miei condomini. Mi chiedevo però se basta un certificato di conformità in relazione agli impianti elettrico e idraulico, così come mi sembra di aver letto sul Forum. Per la certificazione energetica ho già dato incarico ad un "esperto" della materia.
    margherita
     
  5. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Cuba, se il problema dell'agibilità mancante riguarda le parti comuni puoi richiedere, tramite il tuo tecnico, un'agibilità parziale relativamente alla tua singola unità.

    Presumo che la mancata concessione dell'agibilità sia attribuile al fatto del mancato rispetto del verde e della successiva monetizzazione dello stesso. Una volta pagati quegli oneri il Comune concederà l'agibilità Giusto?

    Se il problema è solo quello e l'iter è già in corso, non credo troverai difficoltà ad ottenere una agibilità parziale. Poi attenzione ogni comune ha il suo modo di operare
     
  6. fa.marti

    fa.marti Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nel Comune di Roma si vende di tutto e di più ma a volte come dite bene, se andate a chiedere un mutuo, potrebbe capitarvi un perito scrupoloso che obietta su tutto e misura di tutto.......altre volte si sorvola su tutto e tutti....questione dunque di fortuna e non di leggi!!!
     
  7. Travis

    Travis Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Certo che leggendo tutti i vostri messaggi ci si rende conto di quante "magagne" ci siano sotto quasi tutte le compravendite immobiliari, incredibile davvero....sono daccordo sul fatto che siamo sommersi di leggi ma che queste trovano, spesso, cattiva applicazione
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina