1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. frutta

    frutta Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, ho un quesito.
    un mio amico rischia il pignolamento della casa in quanto la sua attività sta andando male e non riesce più a pagare i debiti.
    La casa è intestata a lui, anche il mutuo. Ci vive con moglie e figlio.
    Nel caso continuasse a pagare il mutuo può donare la casa alla moglie senza fare un atto di vendita?
    Correrebbe ancora rischi pur tenendo il mutuo intestato a lui e pagandolo puntualmente.^?
    In alternativa come può fare per salvare la casa.
    Grazie per i vostri preziosi consigli.
    Giulia
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Donare la casa alla moglie in un momento di difficoltà economica dimostrabile è un movimento palesemente elusivo che non servirebbe....
     
    A frutta piace questo elemento.
  3. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    vendere e subito, prima del pignoramento.
     
    A frutta piace questo elemento.
  4. robertobosco

    robertobosco Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Il consiglio di Troise è l'unico ragionevolmente percorribile con la massima speditezza.
     
    A frutta piace questo elemento.
  5. dragonero

    dragonero Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Fondo patrimoniale ( sempre che sia ancora possibile) e la casa diventa non ipotecabile.
     
    A frutta piace questo elemento.
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Fatta da una persona che non riesce piu a pagare debiti è un'operazione non piu possibile.
     
    A frutta piace questo elemento.
  7. dragonero

    dragonero Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Alla stregua del principio giurisprudenziale testè enucleato, non potrebbero, ad esempio, ritenersi contratti per "scopi estranei" i debiti inerenti l'attività di lavoro autonomo di un coniuge, allorquando da tale attività la famiglia tragga i mezzi di mantenimento.
    Hai ragione
    Grazie
     
    A frutta piace questo elemento.
  8. fp61

    fp61 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Consiglio: andare dal notaio e cedere in usufrutto perpetuo l'immobile al figlio e/o alla moglie. Si otterrebbe così che l'immobile anche se pignorato ed in seguito messo in vendita all'asta....non avrà quasi alcun interesse economico per nessuno, il bene infatti anche se la proprietà può "traslare" non avrà quasi nessuna valenza economico/commerciale per colui che eventualmente lo acquistasse. L'usufruttuario infatti potrà abitarci, darlo in locazione a terzi e goderne il canone d'affitto, darlo in comodato gratuito ecc. ecc.
    ciao
    fp61
     
    A frutta e romagraf piace questo messaggio.
  9. dragonero

    dragonero Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusate ma al posto di darlo in usufrutto perpetuo, non sarebbe meglio venderlo ad uno o più famigliari in nuda proprietà?
    Se l'immobile non produce reddito (inquilino) come farebbero a pignorarlo visto che non risulta più di sua proprietà?
    Al decesso dell'usufruttuario, ci auguriamo il più tardi possibile, i proprietari tolgono l'usufrutto e rinunciano, con atto in tribunale all'eredità.
     
    A frutta piace questo elemento.
  10. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    L'unica strada percorribile è quella suggerita da Troise.
    Vendere subito (o anche svendere) a terzi estranei al nucleo familiare.
    Tutte le altre ipotesi sono vulnerabili con azioni revocatorie.
     
    A frutta piace questo elemento.
  11. frutta

    frutta Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti per le risposte dettagliate, ho ancora le idee un po' confuse ma probabilmente la soluzione migliore per lui sarebbe vendere a terzi..
    grazie ancora.
    buona serata.
    Giulia
     
  12. MassimoF

    MassimoF Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vendere subito (o anche svendere) a terzi estranei al nucleo familiare.
    Tutte le altre ipotesi sono vulnerabili con azioni revocatorie.[/QUOTE]

    Ma siamo anche sicuri che basterebbe una unica vendita? o è meglio vendere e rivendere ulteriormente una seconda volta?..
    Grazie ma ho sentito, che qualcuno fa così. Vende 2 volte.
     
  13. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, per essere sicuri che il bene rimanga in famiglia si eseguono le due vendite.
    La prima ad un terzo.
    Poi il terzo lo vende ad un famigliare ed il bene è salvo (salvo che il "famigliare" non freghi tutti).
    E' una tecnica abbastanza diffusa e quasi inattacabile.
    Per completezza di informazione, ma non è che al tuo amico sia già giunta qualche ingiunzione o diffida?
    E' importante perchè vanifica tutti i precedenti espedienti.
     
  14. romagraf

    romagraf Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve......... ma non si parla di "retroattività " ??? nel caso si venda e dopo 1 o 2 anni escano fuori problemi ?
     
  15. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si parla anche della buona fede dell'acquirente che era all'oscuro di eventuali problemi del venditore.
    Ma con due passaggi sei in una botte di ferro.
     
  16. MikyBM

    MikyBM Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve. Nel caso la casa fosse in attesa della perizia tecnica per valutazione e messa all'asta, si può ancora vendere l'immobile ad un terzo? se si, ce un valore minimo da rispettare? :basito:
     
  17. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In una fase del genere la vendita subirebbe una revocatoria.
    Anche perchè la perizia avviene a seguito di un iter pregiudizievole già iscritto in conservatoria e pertanto nessun notaio rogiterebbe.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina