1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. zigano

    zigano Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve. Mio padre mori' nel 1998 e mia madre nel gennaio del 2009. Nel dicembre del 2008 mia madre volle con un atto di donazione di mantenimento rogito regolarmente da un notaio darmi un piccolo terreno con annesso fabbricato ad uso deposito pervenutogli nel 1981 con atto di divisione della sua famiglia. A mie spese ho accatastato l'immobile in oggetto (€ 1500) come regolarmente pago tutte le tasse di proprietà. Il mio nucleo famigliare era composto da tre fratelli e due sorelle. Purtroppo uso il verbo era perchè mia sorella è deceduta lasciando marito e tre figlie. Ora avendo bisogno decido di vendere gli immobili della donazione al confinante stilando una scrittura privata per € 35.000. Apriti cielo !!! DONAZIONE IMPUGNATA da mio cognato e dalle tre figlie mentre i miei fratelli riconoscendo tutto quello che avevo fatto per nostra madre (tengo a precisare che conviveva con me dal 1999), vogliono rinunciare alla loro legittima con atto sottoscritto davanti al notaio. Preciso che mia madre morendo ha lasciato a tutti noi la casa composta da tre piani di cui uno venduto per €44.000 in attesa di regolarizzazione con atto notarile, uno in vendita mentre nel terzo ci abito io con la mia famiglia ma sempre in vendita per €30.000 cadauno. Adesso cortesemente vorrei sapere come si calcoleranno le quote spettanti a tutti noi non solo come percentuale ma anche in denaro.

    Ringrazio anticipatamente tutti Voi

    Saluti da Zigano
     
  2. Silano

    Silano Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Tua madre ha lasciato testamento? che vuol dire rinunziare alla legittima? ,i tuoi fratelli hanno figli?
    C'e' del confuso nella tua narrazione
     
  3. zigano

    zigano Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve. Forse non sono stata chiara nell'esporle il discorso. Ci riprovo. Mia madre, alla morte di mio padre nel 1998 venne ad abitare da me sino alla sua morte avvenuta nel gennaio del 2009. Sia mio padre che mia madre non lasciarono alcun testamento del loro patrimonio che era : casa di abitazione a tre piani di cui uno già venduto nel 2012 per € 44.000 ed in attesa di essere regolarizzato e un piccolo terreno agrario con locale ad uso deposito. Quindi, mentre la casa era di loro intera proprietà, il terreno e il locale era pervenuto a mia madre con atto di divisione della sua famiglia quindi penso ad un bene personale. Comunque, un mese prima della sua morte, volle donarmi con un atto di donazione di mantenimento rogito da notaio, il suo bene personale. Si pensava che questo fare non intaccasse tutto il bene patrimoniale. Il mio nucleo familiare era composto da tre fratelli e due sorelle di cui una è deceduta dodici anni fa lasciando marito e tre figli. Io avendo bisogno con scrittura privata, vendo al confinante il mio bene avuto in donazione per €35.000. La famiglia di mia sorella vuole impugnare questa donazione chiedendo la legittima mentre i miei tre fratelli riconoscendo tutto quello che avevo fatto a mie spese nei confronti di tutti, vogliono fare un atto di rinuncia per le loro quote spettanti redatto da notaio in modo che produca effetti anche ai loro discendenti ed intestandole a mio favore. Ora vorrei sapere, cortesemente, quanto spetterà a ciascuno di noi la vendita del piano della casa e quanto per il terreno con locale tenendo presente che io avrò quattro parti e l'impugnataria solo una. Vi Ringrazio anticipatamente.
     
  4. Silano

    Silano Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ma il notaio cosa ha detto?
     
  5. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Forse dò una risposta grossolana, ma ritengo si possa rispondere così:
    se la donazione viene contestata, il suo valore viene fatto rientrare nell'asse ereditario.Cioè se tu hai già percepito 35000€, questa quota verrà scalata dal resto spettante.
    La successione , in assenza di testamento, viene regolata secondo le quote stabilite per legge
    La casa di tre piani, se ho inteso bene, deve subire sue successioni:
    la metà del papà viene divisa tra la moglie (1/3) ed il resto (2/3) fra i 5 figli, i quali se non hanno espresso la rinuncia sono quindi già divenuti tutti proprietari di una quota (=1/15)
    Successivamente viene la successione della mamma: che lascia oltre ai suoi beni personali(terreno e casotto) , anche la sua quota della casa familiare (1/2+1/3) al 5 figli (o rispettivi eredi). La rinuncia dei fratelli va esaminata con più informazioni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina