1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. andreafa

    andreafa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mio padre, mia sorella ed io abbiamo una casa in montagna così suddivisa: mio padre 4/6, io e mia sorella 1/6 ciascuno.

    Mio padre ha aiutato mia sorella economicamente negli anni prima con l'acquisto della casa e poi per avviare un'attività attraverso dei bonifici dal conto cointestato con mia madre.

    Mi è sempre stato assicurato che sarei stato ricompensato in egual misura e l'unico sistema possibile, proprio in base al valore delle quote dell'immobile in oggetto e al totale degli aiuti economici, è la cessione a me di questa casa (non come prima casa!) nella misura dei 5/6.

    Naturalmente vorremmo pagare il meno possibile di tassazione e staremmo pensando alla donazione.

    Un amico avvocato, però, mi ha fatto presente che la donazione è impugnabile per 10 anni dopo la morte del donante o per 20 anni dopo la data della donazione stessa da parte degli eredi.

    In questo caso, tralasciando mia madre, l'unico erede che potrebbe impugnare la donazione sarebbe mia sorella, anch'ella donante a me della sua quota.

    La domanda è quindi semplice, pur comparendo nell'atto di donazione a mio favore per la sua quota, avrebbe in ogni caso il legittimo diritto di far rientrare la quota donata da mio padre nell'asse ereditario?

    Potrei evitare qualsiasi impugnazione facendo donare da mio padre la sua quota di 4/6 a me e mia sorella e, contemporaneamente e nello stesso atto, farmi donare da mia sorella i suoi 3/6 facendomi diventare l'unico proprietario?

    Ci potrebbero essere altre soluzioni sicure ed altrettanto economiche?

    Grazie!
     
  2. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Una donazione già è una bella gatta da pelare....vuoi farne addirittura due! Il massimo che si può fare oggi è donazione quote e rinuncia all' opposizione da parte di tua sorella per i 4/6. Alla morte di vostro padre ci sarebbe come erede anche la mamma che immagino rinunci all'eredità.
    In ogni caso tutto ciò che tuo padre ha dato in vita a tua sorella è soggetto a collazione ex 741 cc in questo specifico caso.
     
  3. andreafa

    andreafa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ma la rinuncia di mia sorella per i 4/6 si potrebbe eventualmente fare solo alla morte di mio padre, non se ancora in vita.
    La donazione di mio padre a me e mia sorella e contestualmente quella di mia sorella a me nello stesso atto, è possibile?
    Immagino, però, che in un altro atto distinto ma stipulato contestualmente questo sia in ogni caso possibile, o no?
     
  4. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    La rinuncia all'opposizione ex563 comma 4 la puoi fare solo in vita e serve a sospendere il ventennio per un eventuale azione si restituZione nei confronti degli aventi causa.

    La donazione di quote si fa in un unico atto. Così come contestuale sarà la rinuncia di cui sopra.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina