1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gfucka

    gfucka Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao,
    vengo subito al dunque spiegandovi il mio problema.
    I miei genitori hanno due case e vogliono donarle a noi 2 figli. Sulla casa che verrà donata a me dovrei fare delle ristrutturazioni e quindi vorrei richiedere un mutuo. La casa che sarà a me donata è stata a sua volta donata a mia madre da sua madre. Ho fatto fare delle valutazioni dalle banche e mi hanno detto che il mutuo non possono concedermelo perchè non riescono ad ipotecare la casa dato che non sono ancora passati 10 anni dalla morte di mia nonna che ha donato la casa a mia madre. Sto quindi cercando un modo per riuscire ad avere comunque il mutuo e per questo chiedo il vostro aiuto.
    Quello che mi è venuto in mente è questo:
    Se i mia madre mi dona la casa per i 3/4 e per il resto invece facciamo una vendita parliamo di circa 70 mila euro per il terzo che dovrei acquistare. In questo modo la banca riuscirebbe ad ipotecare la casa ed a concedermi il mutuo?? Oppure risulterebbe comunque donata??
    Grazie mille Aspetto vostre risposte...
     
  2. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    l'immobile proviene in ogni caso per intero da donazione (nonna-mamma). Il risultato non cambia e tralaltro a donazione aggiungi un'altra donazione per i tre quarti. Impossibile.
     
  3. gfucka

    gfucka Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ok, e se invece mia madre mi vende l'immobile ossia facciamo un atto di vendita? In questo modo potrei chiedere un mutuo per acquisto? Può decidere mia madre a quale importo venderlo o deve attenersi alla valutazione fatta dal perito? Ad esempio se il perito valuta la casa 200.000 € lei può decidere di vendermelo a 70.000?
    Grazie.
     
  4. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    No perché la provenienza é sempre la donazione nonna mamma. Bisogna fare un atto di retrocessione dalla donazione e poi una vendita da tua nonna a te.
     
  5. gfucka

    gfucka Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma mia nonna è morta. Perdonami ma quindi mia madre non può decidere di vendere quell'immobile perchè gli è stato donato??? Non potrà mai venderlo???
     
  6. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Perdonami... dunque se é morta siamo nel classico caso di immobile donato. Le banche purtroppo sono restie a concedere mutui per tali tipologie di beni quindi dovrai trovare l'istituto di credito che ti concede un mutuo. Ese a sua volta avverrà una donazione tra te e tua madre un domani anche tu avrai problemi a vendere cento'anni or sono alla morte di tua madre. Quindi valuta. Soluzione sarebbe vendita nuda proprietà a te e usufrutto a tua madre. Cosi potrai effettuare la vendita ad un prezzo di gran lunga minore. Ma resta il problema del titolo donativo di provenienza per il mutuo che ti interessa
     
  7. gfucka

    gfucka Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ok, perdonami ma vorrei capire meglio.
    Perchè mia madre dovrebbe vendermi soltanto la nuda proprietà? Non può vendermi tutta la casa al prezzo che decide lei??? E una volta diventata di mia proprietà la casa perchè la banca dovrebbe avere problema a fare l'ipoteca?? Se è mia e io firmo l'atto di ipoteca con la banca quest'ultima non dovrebbe avere problemi a ipotecarmela o sbaglio?
     
  8. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Per via del prezzo minore. Di gran lunga minore che puoi mettere in atto e di cui dovrai dimostrare il pagamento ovviamente.la vendita tra parenti specialmente tra genitori figli non viene vista di buon occhio in quanto puó sembrare una vendita simulata. Infatti i notai in tali casi fanno intervenire i due testimoni. (Cosi qualora fosse dimostrato l'intento Donativo l'atto produrrebbe gli effetti di una donazione). Per la tua seconda domanda ti ho scritto più volte che il problema é il titolo di provenienza di tua madre. Infatti non essendo trascorsi ancora dieci anni dalla morte di tua nonna la legge presume che in tale lasso di tempo potrebberopspuntare fuori ulteriori eredi e attraverso l'esperimento vittorioso dell'azione di riduzione il terzo acquirente potrebbe vedersi espropriato il bene attraverso l'azione di restituzione. Per questo la banca non ci sta. Capito adesso?
     
  9. gfucka

    gfucka Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Capito grazie mille.
    Quindi non ho modo di riuscire a chiedere un mutuo per questa casa!?
    E se i fratelli e sorelle di mia madre firmassero un atto di rinuncia rispetto all'immobile in questione?? Da un notaio facciamo un atto in cui loro rinunciano a questo immobile in quanto hanno già percepito la loro parte di donazione da parte dei miei nonni.
     
  10. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Il problema sono possibili eredi che potrebbero saltare fuori. Persone sconosciute che nel 90% dei casi non esistono. Comunque prova a chiedere ad altre banche.
     
  11. gfucka

    gfucka Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ok grazie mille per le info
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina