1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sarda81

    sarda81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno, ho un dubbio sulla proprietà o meno di un giardinetto assegnato ad un appartamento in città!!
    allora la situazione e la seguente:
    L appartamento si trova in un piccolo condominio che ha un area esterna condominiale e una parte in cui vi sono dei giardini ( 1 per ogni immobile e che misurano circa 22 mq ciascuno)di proprietà esclusiva per ogni appartamento , ogni porzione di giardino e recintata...
    nel primo atto di acquisto dell appartamento in questione vi è citato il giardino di proprietà esclusiva con la relativa metratura, mentre nell atto successivo ( ovvero quello dell attuale proprietario) non è citato il giardino, il proprietario attuale afferma che è di sua proprietà e l ha sempre utilizzato dal giorno dell acquisto ad oggi,
    nella planimetria catastale dell appartamento non è presente il giardino... però nell atto precedente non sono citati i dati catastali del giardino ma solo queli dell appartamento...
    ora il mio dubbio e questo:
    In caso di vendita dell immobile, la porzione di giardino in teoria non fa parte della vendita in quanto purtroppo non è citata nell ultimo atto di acquisto...
    Ma se risulta nell atto di acquisto del precedente proprietario originariamente era di quell appartamento..
    Pertanto potrebbe essere stata una svista del notaio non averlo citato nel nuovo atto di compravendita, ( in quanto il proprietario non si era mai accorto che non fosse citato nell atto e afferma che sia suo e che l ha sempre utilizzato) quindi è pisdibile che si possa fare una retifica dal notaio per inserire nell atto di acquisto il giardino di pertinenza?? Eventualmente inserendo lo anche in planimetria e accatastandolo come pertinenza dell immobile
    ( visto che ora in planimetria non risulta?)
    o eventualmente conviene rintracciare il precedente proprietario (al quale potrebbe essere ancora intestato il giardinetto ) per vendere al nuovo proprietario, o direttamente all acquirente il giardino in questione??
    spero di essermi spiegata bene...
    e vi ringrazio se saprete darmi dei consigli....
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Visto che si tratta di proprietà esclusiva, vedi di procedere in questo modo:
    1- richiedi all'agenzia del territorio l'elaborato planimetrico e elenco subalterni;
    2- procedi a vedere se titoli antecedenti quello che recita la titolarità del giardino fanno lo stesso.

    Se tutto coincide,con tali titoli recati dal notaio che ha redatto il titolo nel quale non è citato e vedi di fare rettificare il rogito o ti dirà il perchè della mancata trascrizione di questa titolarità.

    Eventualmente facci sapere ciao salves
     
    A Maurizio Zucchetti piace questo elemento.
  3. sarda81

    sarda81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    grazie salves, proverò a richiedere l elaborato planimetrico e i subalterni, per quanto riguarda gli atti di provenienza proverò a controllare ma credo che non ci siano altri atti precedenti a questi perché mi pare che questo e il 2 proprietario dell immobile da quando è stato edificato..
    Ti farò sapere appena ho più notizie...
     
  4. Francesco70p

    Francesco70p Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Il mio modesto parere è che il giardino sia tuo per il semplice fatto che era presente nell'atto precedente. Dovresti avere sul nuovo atto una dicitura che dice che hai comprato l'appartamento con tutte le sue pertinentze, il giardino appunto è una pertinenza documentata nell'atto precedente e potrai sempre far valere l'atto precedente in caso di controversie.

    Diverso è il discorso catastale, che sarebbe dovuto essere regolare al momento dell'acquisto. Ora temo che devi farti carico della regolarizzazione catastale e spesso non è così semplice. Se hai buoni rapporti con i vicini inizierei col sondare la loro situazione. E' probabile che sia irregolare per tutti ed il primo che rivenderà casa ad acquirente attento, sarà costretto a regolarizzare.
    In teoria potresti subire un accertamento catastale, magari in previsione di farci pagare l'IMU anche sui giardini ... al momento non cambia il valore catastale se si ha un giardino, mi sembra ?!
    Informati prima di tutto su questo, magari il notaio per evitare scocciature e ritardi nella comravendita ha omesso volontariamente il giardino perchè in "teoria" non cambia nulla, in pratica ti costerà a te metterlo a posto dopo, quando era un obbligo del venditore.

    Un saluto,
    Francesco
     
    A H&F piace questo elemento.
  5. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    L'ipotesi scritta da Francesco70p può essere uno dei casi che potresti riscontrare, con la differenza che se il giardino viene inserito come accessorio aumenta la rendita a differenza di come penso sia adesso e cioè come corte esclusiva del sub dell'appartamento.

    Verifica in riferimento a quanto adesso ipotizzato.

    Ciao salves
     
  6. sarda81

    sarda81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie Francesco ho notato eh nel progetto dell immobile e evidenziato anche il giardino e tutti gli altri degli altri condomini... Che sono anche numerati..
    Domani mi recherò dal notaio che ha rogitato l ultimo atto per vedere cosa ne pensa... È se mi sa aiutare a capire la situazione...
    vi farò sapere....
     
    A H&F piace questo elemento.
  7. sarda81

    sarda81 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti, alla fine ho parlato con il notaio che ha redatto l ultimo atto notarile.. E dice che il giardino anche se non è citato, e compreso nella proprietà in quanto nel precedente atto risulta e quindi con la dicitura del successivo atto ' l immobile viene alienato con tutte le pertinenze ' si sta trasferendo anche il giardino,
    in quanto il giardino e una proprietà indivisa condominiale della quale ogni condominob ha una porzione di proprietà piena ed esclusiva ma non è frazionata, e non ha dati catastali a se!! anche se da oltre 40 anni tutti iconfini hanno usufruito solo ed esclusivamente della loro porzione di giardino!
    Comunque all acquirente ciò non interessa, in quanto richiede almeno che gli sua trasferita la proprietà del giardino anche se proprieta indivisa ( cosi sarebbe proprietario in quota pari agli altri condomini)
    il problema e che invece il notaio dell acquirente dice che per trasferire anche il giardino bisogna fare un integrazione dell atto notarile inserendo la dicitura del giardino presente nel primo atto di compravendita! Bene...mi sa che bisognerà per forza fare l integrazione... è soprattutto pagarla!!!
    Grazie a tutti per vostri consigli !!!
     
    A H&F piace questo elemento.
  8. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Cosa alquanto presumo inesatta, un'area condominiale indivisa ha una sua identità catastale ed ha un foglio una particella ed un sub e viene annotata tra i beni comuni non censibili ai sub degli appartamenti ai quali è stato assegnato la porzione di giardino.

    Questo lo puoi vedere come ho suggerito prima richiedendo l'elaborato planimetrico ed elenco subalterni.

    Ciao salves
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina