1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Vi chiedo un parere, se secondo Voi posso ancora richiedere la provvigione in merito ai fatti che vi descrivo:
    Nel 2009 faccio visionare ad un cliente un Terreno in parte agricolo e in parte boschivo sulle colline Pistoiesi. Nei giorni seguenti segue visita del tecnico di parte e consegna di tutta la documentazione in nostro possesso……….poi relativa proposta di Acquisto/preliminare regolarmente accettata dal Venditore.
    Poche settimane dopo l’acquirente comincia a manifestare dei dubbi sull’acquisto e comunica al Venditore, tramite il suo tecnico che la superfice agricola è inferiore a quanto lui pensava, che il terreno è attraversato da una strada che nella realtà ha una forma diversa di quella riportata in mappa…..e altre ca….ate !! il tutto si conclude con la richiesta di risoluzione della proposta/preliminare con la richiesta di restituzione delle somme versate e addirittura la richiesta di a 2.000 € per il saldo della notula del SUO geometra che ha fatto le verifiche sul terreno.
    Il Venditore ovviamente si rifiuta e l’acquirente fa causa !!.....seguono convocazione dal Giudice, testimonianze nostre ecc………….. a Gennaio 2014 arriva la sentenza che dà ragione al Venditore con la Risoluzione per inadempimento dell’acquirente del preliminare, rigetto delle richieste dell’Acquirente e condanna di questo di tutte le spese !!
    Oggi ho ripreso il terreno in Vendita, ovviamente nel 2009 l’acquirente non volle pagarci e quindi vi chiedo: Vista la sentenza favorevole e ma visto anche che sono passati 5 anni dai fatti……..ho ancora diritto alla provvigione dall'acquirente ??
     
    A Sim piace questo elemento.
  2. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Beh, direi che vista la sentenza che sottintende la conclusione dell'affare direi proprio di inviare il tuo onorario all'acquirente. Il suo avvocato gli dirà di pagare.
     
  3. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Il dubbio è: sono passati i fatitici 12 mesi entro quali far valere il diritto alla provvigione e quini non ne ho più diritto ??...oppure la causa in essere ha di fatto tenuto in piedi il diritto alla provvigione ??
     
  4. sfn

    sfn Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    direi di si..
    io credo che hai tempo un anno da quando il giudice ha confermato la validità...
    poi se ne vale la pena non lo so..
    da come si è comportato l'acquirente credo dovrai mettere di mezzo pure tu un legale e.....bhò per un terreno agricolo....dipende dalle tue parti quanto vale...
     
    A sarda81, La Capanna, Ponz e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  5. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    La provvigione concordata era di 1.500 € + IVA
     
  6. sfn

    sfn Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    che dovrai praticamente versare all'avvocato... eheheh
    la risata non è per ridere in se eh... anzi rattrista che per far valere i nostri diritti ci sia bisogno di spendere ste cifre...e a volte io ho rinunciato pur potendo mettere di mezzo legali in quanto avevo ragione....
    bhà...che vita!!
     
    A ab.qualcosa, sarda81 e Sim piace questo elemento.
  7. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    anche io credo che faccia fede la data della sentenza per il tuo scopo, ma aimè concordo pure sul fatto che sti 1.500€ li prende l'avvocato..... vedila così, fai girare l'economia ;)
     
  8. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Direi di no, è passato un anno da quando hai saputo della cosa
     
  9. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Se non ti sei costituito parte civile al processo o, comunque, non hai mai citato in giudizio l'acquirente...da mo che si è prescritto...poi, per 1.500 il gioco non vale la candela...
     
    A La Capanna, ingelman, Ponz e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  10. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Concordo.
     
  11. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    In merito alla prescrizione partendo dall'assunto che i 12 mesi di prescrizione iniziano nel momento in cui sei venuto a conoscenza dell'avvenuta vendita e riconoscendo nella sentenza il momento in cui l'affare si è perfezionato ed inoltre tenendo presente che la sentenza è stata emessa nel gennaio 2014, i tempi sono ampiamente entro i limiti... le uniche perplessità sono:
    1 - per essere precisi si dovrebbe leggere bene il dispositivo della sentenza
    2 - può una sentenza di primo grado , essendo essa oggetto di ricorso in 2° e 3° grado e quindi non definitiva, assumere il principio di affare concluso ???
    In teoria il soccombente ricorrendo in secondo grado potrebbe ribaltare la sentenza e di fatto invalidare il principio di affare concluso... sinceramente questo mi rende molto perplesso, credo che si debba chiedere un parere ad un Amministrativista... personalmente io credo che solo se il soccombente rinuncia all'azione di ricorso ( art. 84 cod.proc.amm. ) e rinuncia agli atti di giudizio ( art. 306 c.p.c. ) si possa dare per definitiva la sentenza e quindi innescare tutto il meccanismo, ma nel caso in cui il ricorrente non abdica in favore della rinuncia, tutto è ancora possibile... questo logicamente come principio ma ripeto un buon Avvocato Amministrativista potrà meglio chiarire la questione. Poi per quanto riguarda la valenza o meno dell'azione di richiesta del compenso dovuto, avuta la certezza in merito alla sentenza io ci proverei... manderei prima una lettera personale con la fattura e poi in mancanza passerei le carte all'avvocato... tanto se si arriva al decreto saranno apgate anche le spese di avvocato. Fabrizio
     
    A Silvio Luise, mosca e sfn piace questo elemento.
  12. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    In questo caso il termine dei 12 mesi decorre dall'accettazione della proposta.
    Dovevi chiedere il pagamento delle provvigioni con raccomandata a cadenza annuale o citare in causa l'acquirente.
     
    A La Capanna, ingelman e studiopci piace questo elemento.
  13. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Però l'inizio dell'azione giudiziaria sospende i termini della prescrizione, per cui resta da vedere se l'azione è stata iniziata prima dei 12 mesi, in qual caso tutto riprende dopo la sentenza, ma c'è sempre il discorso di prima, perchè se la sentenza non è definitiva la prescrizione si dovrebbe dilatare fino al 3° grado... si dovrebbe però. E' sinceramente una situazione un leggermente ingarbugliata ( è un eufemismo ) perchè ci sono da leggere le carte, è opportuno rivolgersi ad un buon amministrativista per chiarire.
     
    A mosca piace questo elemento.
  14. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Mahhh !! situazione complessa
    a mio avviso avresti dovuto emettere subito fattura al momento del preliminare
    in quanto di fatto il tuo operato era già concluso illo tempore
    poi se, magari a fronte di un ripensamento, l'acquirente ha cercato una scappatoia a te questo non doveva riguardare (l'accordo lo avevano raggiunto e "l'affare" erà già concluso.).
    Paradossalmente la sentenza del Giudice a te non dovrebbe minimamente riguardare ........ se una delle due parti è inadempiente, vuoi perchè non ha rispettato le obbligazioni assunte in fase di preliminare o vuoi per eventuali dichiarazioni false e non veritiere, la parte lesa ha diritto al risarcimento dei danni comprese le spese subite anche per l'intermediazione.
    Richiedere ora i compensi è un tentativo ... tanto per ... ma visto l'importo fossi in te lascerei perdere da subito
     
    Ultima modifica: 22 Maggio 2014
    A Sim, La Capanna, Antonello e 1 altro utente piace questo messaggio.
  15. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Vero, ma l'azione giudiziaria è stata intentata dall'acquirente.
    L'agente immobiliare Mosca non ha citato in giudizio le parti e neppure richiesto il dovuto entri i termini dei 12 mesi dall'accettazione della proposta.
    Dispiace, ma eventuale richiesta è prescritta.
     
    A ingelman, Ponz e PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  16. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Mosca non disperare
    abbiamo perso in primo grado ma andiamo in appello
    (Ps c'è l'avvocato che chiede un'altro acconticino 500 eurini di spese e 400 di parcella) :D
     
  17. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Intanto grazie per tutti i pareri e i consigli ricevuti !!
    Penso che proverò a chiedere il compenso con una semplice racc. AR e poi vedremo come risponde il cliente .
    Vi terrò aggiornati
     
    A ingelman, Sim, studiopci e 1 altro utente piace questo messaggio.
  18. Mark79

    Mark79 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Se non conosci un avvocato lascia perdere altrimenti sono più le spese dei 1500
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina